0

Notte di note a Bologna per l'Emilia. Vasco assente ingiustificato

A Bologna il Concerto per l'Emilia

Bologna abbraccia l’Emilia prostrata ma non domata dal terremoto e per farlo ha chiamato a raccolta tutti i suoi figli più illustri, con la sola esclusione di Vasco Rossi il quale ha detto, via facebook come sua abitudine, che la beneficenza si fa aprendo il portafoglio, perché farla con i concerti è poca fatica. Magari Vasco ha anche ragione ma se così fosse beneficenza si fa in silenzio. Se controbatti via facebook, e anche con toni accesi, quanto meno dimostri che beneficenza l’hai fatta: non importa il metodo ma tiri fuori le prove. Beppe Carletti dei Nomadi è il motore di questa iniziativa.

Carletti è stato difficile?
Per fortuna no. I politici ci hanno subito aiutato e dunque le porte si sono aperte più rapidamente.
I suoi colleghi?
E’ bastato un ciocco alla porta e sono accorsi tutti. il mio compito era solo bussare.
Il primo ciocco?
Al papà di tutti noi, Francesco Guccini. Ha aderito subito e ha chiamato personalmente Ligabue e Zucchero.
Brutta storia, eh?
Penso all’amico Paolo belli che abita a Cavezzo. E’ una tragedia che ha toccato tutti, non solo l’Italia.
Speriamo sia finita.
Il terremoto è un nemico infido. Non lo vedi in faccia e può colpire quando vuole.
Il biglietto a 30 euro è onesto.
E’ il corrispettivo di un pezzo di pane e un bicchiere di vino.
Ogni artista che farà?
Due canzoni. Ma sia chiaro nessuno viene a fare promozione, qui è altra storia. E poi si fa all’anglosasone: il palco è uguale per tutti.
Che pubblico si aspetta?
I fan della solidarietà. Devono venire non perché c’è il suo idolo ma perché si aiuta una regione.
Vasco?
Si è fatto un po’ di pubblicità.
Meglio tacesse?
Uno può scegliere di non partecipare. Mi fa una telefonata, non lo scrive su facebook. Altrimenti dimostri quel che hai fatto. Laura Pausini ci sarà e ha donato tre concerti all’Emila Romagna, per fare un esempio.
Voi Nomadi che farete?
Se non cambiamo idea all’ultimo “Io Vagabondo” e “Io voglio vivere”.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *