0

Pooh, l'Opera seconda è una vera sinfonia!

I Pooh (foto di Cristian Dossena)

I Pooh, la musica, l’orchestra sinfonica e quella pulsione che fa gettare lo spirito olte i limiti del cielo. Red Canzian, Dodi, Battaglia e Robi Facchinetti, supportati alla batteria dal giovane Phil Mer, presentano “Opera Seconda” il loro nuovo album che, 40 anni dopo, li riporta in tour con un’orchestra sinfonica e che è, fin nella sua anima, un album coraggioso e di speranza. Note Spillate li ha incontrati a Milano. Ha pranzato con loro e con loro ha chiacchierato.
Partiamo dal sognatore Lindebergh?
Lui è stato un immenso sognatore, uno di quelli che ha saputo sparare sopra le stelle.
Chi ha raccolto l’eredità di Lindbergh.
Nella nostra epoca?
Facciamo negli ultimi trent’anni.
A livello politico e sociale nessuno.
Altrove?
Lo scrittore Mauro Corona o l’attore e scrittore Marco Paolini. Loro possono essere considerati moderni sognatori.
Nel passato?
Sicuramente Leonardo Da Vinci. E Marco Polo, un mercante caciarone che però ha aperto una via nuova all’umanità.
E voi?
“Opera seconda” è un lungo sogno: ci sono Lindbergh, Sara la ragazza di periferia che la mattina prende il treno e va in città. La femminista che rinuncia all’amore per seguire i suoi ideali. La ragazza straniera con la vita più incasinata del mondo. Tutte figure sognanti.
Vasco Rossi che canta una vostra canzone è un sogno?
Abbiamo appreso dalla radio che il suo prossimo singolo dovrebbe essere “Più in alto che c’è”. Ma non poteva darci una telefonata? Comunque è una bellssima sorpresa.
Difficile oggi fare musica?
Mancano le idee ed è difficile farla bene. Con pochi soldi si costruisce poca musica buona.
La musica rende ricchi?
Una volta. E pure famosi. Oggi è un lavoro come un altro Ci aggiungiamo che ai giovani manca la voglia di sudare sui progetti.
Qualche gruppo che vi assomiglia?
Il più simile è in Negramaro. Vivono tutti insiaggiungiamo che aeme, come fossero una comune.
Perché “Opera seconda”?
Rimanda all’”Opera prima” pubblicata nel 1971.
Qualcuno potrebbe dire che è una raccolta.
La differenza tra opera e raccolta è che qui non ci sono dei successi. La raccolta è una compilation di hit.
Ispirazioni?
Abbiamo visto decine e decine di dvd di gruppi con orchestra sinfonica: il top è l’Electric Light Orchestra.
Tour.
Debuttiamo il 26 ottobre a Grosseto e andiamo avanti fino a dicembre. Non escludiamo una ripresa nel 2013.
Nel 2014 celebrate i 50 anni di carriera.
Ci stiamo lavorando ma è un progetto segretissimo!

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *