0

E' Blue il futuro dei Quarter Past One

Quarter Past One

E’ uscito su su etichetta Vrec “Blue”, il primo disco ufficiale dei Quarter Past One, la giovanissima rock band mantovana che negli ultimi anni ha saputo farsi amare tanto dal pubblico italiano quanto da quello estero.
Nati nel 2007 nel segno del punk-rock, con il tempo i Quarter Past One hanno saputo affinare la propria cifra musicale, arrivando infine a plasmare un sound decisamente attuale e in grado di abbinare in uno stile personale la ruvidezza del rock a melodie di più ampio respiro. Il risultato è “Blue”, dieci canzoni che sono un vero e proprio compendio di un’evoluzione che alla spensieratezza di tre ventenni unisce una grande passione e cura per ogni aspetto collegato al fare musica.
Registrato lo scorso luglio al Living Rhum Studio di Castel Goffredo (Mn) da Giovanni Bottoglia (L’Invasione degli Omini Verdi), “Blue” racchiude dieci brani veloci e capaci di rapire da subito, ma anche e soprattutto di “resistere” dopo numerosi ascolti. Merito di una formula vivace e disinibita che da sempre è il marchio di fabbrica del terzetto mantovano, che non rinnega nel proprio sound radici che affondano nel migliore rock inglese e statunitense degli ultimi quindici anni, dagli Artic Monkeys ai Kooks passando per The Strokes, lezioni imprescindibili rilette in una chiave decisamente personale. Da qui la scelta di cantare in inglese: una propensione naturale premiata dal primo tour britannico che la band ha tenuto, con grande successo, lo scorso anno, facendo così seguito ad altre date tenute in Germania e in Francia.Sonorità psichedeliche caratterizzano “The Last Ones”, il singolo che ha anticipato il primo disco, mentre tracce del passato punk-rock emergono da “Blue”, il brano che dà il nome all’album, e tra i chiaro-scuri di “Green Paper Wind”, altro pezzo d’impatto. Più solari e rassicuranti le chitarre che contraddistinguono “The Solution” e “The Cloud”, i cui ritornelli sono destinati a restare a lungo nella testa degli ascoltatori. Ed è una vena di malinconia a permeare “At Dawn/The Day After”, con la quale si chiude il sipario su questa ispirata opera prima. “Abbiamo passato l’inverno del 2011 a buttare giù un po’ di idee così come venivano, spontaneamente, senza sapere se avremmo poi registrato un disco, un Ep o altro – racconta Diego, cantante dei Quarter Past One – I vari avvicendamenti e l’ingresso nella formazione di Alessandro ci ha permesso di circoscrivere il materiale, realizzare qualcosa di nuovo e trasformarlo in un album. Le canzoni parlano proprio di questo: di ciò che abbiamo vissuto, della svolta personale e musicale avvenuta e di ciò che è accaduto dopo di essa”.
“Blue” sarà disponibile dal 9 novembre sulle maggiori piattaforme digitali e in formato cd (in esclusivo packaging limitato).
I Quarter Past One sono Diego Sabatino (voce e chitarra), Alessandro Castagnoli (chitarra) e Giorgio Caiazzo (batteria).

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *