0

Coez assicura che non erano fiori: ecco la video-intervista esclusiva di Note Spillate e una birra in riva al mare

La cover di "Non erano fiori" di Coez

Ci vuole tanto coraggio, oggi, a fare un disco di canzoni. Vere, intendiamo. Perché a scimmiottare note e a fare rime baciate sono bravi tanti. Ma raccontare una storia in pochi minuti è per pochi. Coez è geniale in questo. Sarà perché arriva dal rap e dunque non teme la verità. Sarà perché l’amore lo hanno cantato tutti ma lui ti fa fermare ad ascoltarlo. I sentimenti sono difficili da rendere universali. Ovvio in una qualunque canzone si può trovare un po’ di noi, è l’essenza di un brano essere universale. Ma quando in dieci canzoni riesci a ritrovarti almeno in otto….beh è molto di più di un bingo. Dopo Nesli, anche lui amico di Note Spillate, Carosello Record centra un altro artista di caratura superiore. Scavando si trovano anche i tartufi, non solo pietre. Ora vi lasciamo alla video-intervista dove Coez racconta la storia del disco, la sua storia e ci consiglia quali canzoni di Non erano fiori ascoltare bevendo una birra rendendo più piacevole questa estate che s’avvicina (Riprese e montaggio di Davide Pra).

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *