0

Oltreoceano e Mediterraneo, appuntamento a Marigliano in Jazz

Rosalia De Souza

Un ponte ideale tra la musica d’oltreoceano e i ritmi mediterranei, distanze sonore che si incrociano e fondono nel nome del puro jazz, Napoli che incontra New York e Rio de Janeiro, artisti americani e italiani che salgono sul palco per un appuntamento ormai immancabile dell’estate made in Naples. Tutto pronto per la settima edizione del Marigliano in Jazz, il festival internazionale del jazz che per il 2013 propone tre concerti da non perdere, tutti rigorosamente ad ingresso gratuito, secondo la vocazione intrinseca della rassegna: diffondere il jazz, portare la musica live dal mondo alla provincia di Napoli e ritorno, valorizzare gli incontri tra talenti diversi e lontani.

Il festival organizzato dall’associazione culturale Skidoo e dal comune di Marigliano apre la stagione il 5 luglio con la brasiliana Rosalia De Souza, una delle migliori interpreti di bossa nova in circolazione e voce femminile sudamericana più nota e stimata in Italia. Dalle 21.30 l’artista accompagnata dal Rosalia De Souza Quartet si lancerà in un live passionale e coinvolgente, un viaggio sonoro attraverso i migliori brani estratti dai suoi album “Garota Moderna” (prodotto da Nicola Conte), “Brasil Precisa Balançar” (prodotto da “mostri sacri” come Roberto Menescal e Marcos Valle) ed il più recente “D’improvviso” (prodotto da Luciano Cantone, produttore del primo album di Mario Biondi).

La rassegna prosegue il 6 luglio con la presentazione in anteprima del nuovo disco del giovane pianista-fenomeno Emmet Cohen edito da Skidoo Records, etichetta indipendente nata in seno all’esperienza del festival specializzata in produzioni jazz. L’album si intitola “Infinity” e nasce in un jazz club di New York nell’autunno del 2012 dall’incontro del musicista poco più che ventenne di Miami – ma già uno degli artisti più richiesti della scena newyorkese – con il lucano Giuseppe Venezia (contrabbasso) ed il napoletano Elio Coppola (batteria). Un’intesa straordinaria, esplosa spontaneamente negli States, tra sensibilità musicali diverse mescolate in un sound originale, teso tra gli stilemi del Mainstream e arrangiamenti insoliti e stravaganti che i tre musicisti proporranno dal vivo – sempre dalle 21,30 – per un concerto ed un’anteprima che daranno voce all’anima più profonda del Marigliano in Jazz, il gemellaggio Italia-USA.

A chiudere l’edizione del 2013, il 7 luglio, un altro nome indiscusso del panorama jazz contemporaneo, il pianista e compositore Dado Moroni che sarà accompagnato da Tommaso Scannapieco (basso) e Nicola Angelucci (batteria) del Dado Moroni Trio.

Al termine dei concerti ogni sera, come da tradizione, le imperdibili jam session senza sosta con i protagonisti del festival accolti al Barrio Alto Jazz Club.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *