0

Una birra tre canzoni: Susanna Parigi

Susanna Parigi (foto di Massimiliano Chianese)

Susanna Parigi è una delle cantautrici italiane più raffinate. E’ una pianista che sa far raggiungere l’estraniazione a chi la ascolta. Chiudere gli occhi è come sentirsi leggere una favola. Perché le canzoni di Susanna sono short stories con colonna sonora. Ecco la sua triade, da lei stessa commentata. Una mano a far vibrare la tastiera, l’altra a gustarsi una birra

“Amada”: una notte d’estate nel bosco con la sensazione che possa esistere anche un rapporto carnale con gli elementi della natura. Una canzone come tramite.

Sdraiati sul divano, sentire un tuono, il gusto del miele, un lento muoversi delle tende…allargare le braccia, uscire dal corpo e come sospesi, sentirsi attraversare da passato, presente e futuro, ascoltando “Liquida”.
O trovarsi a parlare con qualcuno che sa ascoltare, andando oltre quel muro di tradimenti che sono le parole. Magari quella è una donna come la protagonista di “Così è se vi pare”.

Tre canzoni una birra con Renzo Rubino
Tre canzoni una birra con Patrick Trentini

Tre canzoni una birra con Marco Guazzone
Tre canzoni una birra con Corinne Vigo
Tre canzoni e un birra con Ketty Passa
Tre canzoni una birra con Chiara Ragnini
Tre canzoni e una birra con Arisa

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *