0

Motel Connection e una notte davvero Galaxy

Il vertical show Galaxy

Corso Europa 13 è allestito alla perfezione: un design estremamente innovativo illumina tutta la facciata e i balconi dai quali si esibiscono gli artisti, intanto in strada si riuniscono giovani e non per aspettare una serata unica nel suo genere. Si suona dalle 20, ma sono le 21 passate quando i veri conduttori della serata si affacciano, ciascuno da un balcone diverso, per dare il “la” alle danze. I Motel Connection, capitanati da Samuel dei Subsonica, si fanno attendere un po’ ma ne vale più che mai la pena. Sono loro i veri protagonisti, guidati dal rapper Ensi che, oltre ad esibirsi, ha il compito di coordinare tutti gli artisti che si esibiranno tra un balcone e l’altro.

Samuel suona e mixa, Ensi canta e conduce . Si parte con Saturnino, segue Giuliano Palma poi è la volta di Marco Tamburini&RJDCollective. Ensi urla da uno dei balconi: ‘La strada è vostra Milano!” e ha proprio ragione. Il pubblico balla, si diverte e apprezza. Apprezza i suoni, i colori e gli artisti di questa sera: così diversi ma amalgamati alla perfezione.

E’ il momento dei Negrita, Pau è come sempre l’energia in persona con “Rotolando verso sud”, segue una versione inedita di “Should I stay or should I go” con i Motel Connection. Tra un ospite e l’altro l’elettronica di Samuel&Co. Vietato ai piedi di stare fermi. Ensi intanto chiama, parlando al suo ‘orologio da polso’, l’ultima artista: una donna finalmente. Si presenta un Irene Grandi carica, con tanta voglia di cantare. Parte dalla cover, “The power of love” dei Frankie goes to Hollywood per poi dedicarsi alla sua “Prima di partire per un lungo viaggio”, mixata in perfetto stile dance.

Per il gran finale tutti gli artisti si affacciano nuovamente dai balconi, uno alla volta, per una versione veramente d’effetto di “Wonderful life”. Ancora una decina di minuti prima del coprifuoco, c’è spazio per un paio di pezzi dance tutti da ballare tra saluti e ringraziamenti. Il tempo è stato dalla nostra fino alla fine nonostante il grigio perpetuo che ha caratterizzato ieri Milano e la serata è stata l’ennesima conferma che questi eventi fanno bene all’umore, alla città e alla gente.

(Recensione di Martina Favini)

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *