0

Feste in musica: cosa regalare a Natale

La musica non fa più le rivoluzioni ma può regalare sorrisi. Soprattutto in un Natale come questo, dove la crisi morde come non accadeva da anni. Un disco si può personalizzare, si può scegliere per stupire. Ci sono i classici ma si può anche pescare in universi poco conosciuti, quelli dove lavorano, encomiabili, piccole etichette indipendenti.

Giorgia Todrani

Giorgia Todrani

L’ordine, nella musica, è in soli due luoghi: sugli spartiti e sugli scaffali dei negozi. Per il resto è una bella confusione. Noi la apriamo col disco d’esordio di Giulia Mazzoni, classe 1989, di Prato: si intitola Giocando con i bottoni ed è uno degli esordi più convincenti di questo anno che va a chiudersi. Il cantautore Pacifico, raffinato e arguto, ha pubblicato l’EP In cosa credi: la particolarità? Sette brani su otto sono stati esclusi dai suoi dischi precedenti. E qui rinascono.Elisa Toffoli esce col suo primo disco tutto in italiano L’anima vola che contiene anche Ancora qui, il brano che ha avuto la nomination all’Oscar per il film Django Unchained di Quentin Tarantino e le cui musiche sono firmate da Ennio Morricone. Piero Pelù si stacca, pro tempore, dal progetto Litfiba, e pubblica la raccolta Identikit, un viaggio nella sua storia impreziosito da due inediti. Solo su iTunes, aspettando il disco, si trova il singolo Movt movt della giovane calabrese Ylenia Lucisano: sul palco è una forza della natura, la aspettiamo, ma con fiducia, alla prova dell’album.

Marco Ligabue

Marco Ligabue

Marco Ligabue con Mare dentro ha dimostrato come la serenità, la voglia di vivere e l’ottimismo possano essere chiusi in una canzone. Mentre i Karbonio 14 hanno pubblicato Tra le luci bianche: atmosfere rarefatte ma sostenute da un nerbo rock potente che dimostra non solo la passione dei quattro ragazzi carpigiani, ma anche la padronanza degli strumenti. Da Kenobi a Come follia fino a Tradirefaremale sono esempi di come il rock italiano possa avere un futuro. Roberto Vecchioni ufficializza il suo scontento in Io non appartengo più che lo mostra, provocatoriamente, da solo al centro di un ring, e Gianmaria Testa graffia con i mali d’Italia in Men at work.

Ma anche il jazz italiano è in buona salute: le conferme arrivano da Claudia Cantisani, classe 1981, da Formia che declina i sentimenti con Storie d’amore non troppo riuscite e il giovane Alessandro Lanzoni che, con Dark flavour, ha messo d’accordo pubblico e critica. I colossi delle major vanno al contrattacco per chi non vuole rischiare. C’è sempre un commerciale che piace e va da Britney Spears con Britney jean a Dido col Greatest Hits fino alla rivelazione Olly Murs, che ha avuto il privilegio di aprire parecchie date del tour di Robbie Williams, che seduce con Right Place Right Time Special Edition, all’Artpop di Lady Gaga e al Prism di Katy Perry. Mika è sempre più numero uno e il suo Songbook vol.1 è una prestigiosa occasione per ripassare il suo repertorio. Come non restare incantati ascoltando Pure Heroine di Lorde e Fire Within di Burdy? Oppure la trilogia rap composta da Stecca del genovese Moreno, vincitore dell’ultima edizione di amici, da Mea culpa del geniale napoletano Clementino e da Bravo ragazzo di Gué Pequeno dei Club Dogo.
Per chi non vuole assumersi la responsabilità di scegliere e vuole accontentare una intera famiglia sono tre le possibilità: Lorenzo Jovanotti col Backup Tour negli stadi 2013, un tributo al più bel tour italiano dell’ultimo decennio, il 20 – Greatest Hits di Laura Pausini, il riassunto di due decenni di successi e infine un buon Natale illuminante e benagurante che arriva dal sorriso di Mario Biondi e dal suo Mario Christmas.

Il meglio secondo Note Spillate

RAP
Emis Killa – Mercurio
Oltre 70 milioni di visualizzazioni su youtube e 24 anni: per chi crede che l’educazione venga dalla famiglia
Eminem – The Marshall Mathers
Il papà di almeno due generazioni di rapper: per smentire chi crede che col successo l’hip hop si spenga.
Jake La Furia – Musica commerciale
Una sorpresa. Racconta i ragazzi di oggi con ironia: per chi vuole davvero capire come si sta al mondo

ROCK
Keane – The best of Keane
Un viaggio nella storia di una delle band inglesi più popolari con due inediti: per chi non ama la chitarra
Virginiana Miller – Venga il tuo regno
Un album antropologico per la band di Simone Lenzi: per chi crede che si matura attraverso la semplicità
Negrita – Deja Vu
Una carriera in acustico, una compilation di hit unica: per chi non crede che il rock è anche acustico

CANTAUTORI
Sting – The last ship
L’ex Police rivive la sua infanzia, le sue origini: per chi crede che dimenticare le radici sia delittuoso
Fiorella Mannoia – A te
Un omaggio onesto a Lucio Dalla dedicato a chi crede che ricordare faccia rima con plagio e non con magia
Ligabue – Mondovisione
La rabbia e la delusione di Luciano in un disco che graffia: per chi vuole trasformare la rabia in speranza

POP
Chvrches – The bones of what you believe
Quando il suono ruffiano diventa icona: da ascoltare in ufficio nei momenti cupi per ritrovare il sorriso
Giorgia – Senza paura
Un disco che mostra tutta la potenza di una voce unica: per chi sa non fermarsi al primo ascolto
Jake Bugg – Shangri la
Una svolta elettrica che è un ponte tra passato e futuro: per chi vuole crede che Bob Dylan abbia eredi

NATALE
Matteo Brancaleoni – Christmas with you
Un vero crooner: ascoltare il suo disco è scoprire che la banalità non abita nelle musiche Natale
Leona Lewis – Christmas with love
L’afflato internazionale accompagna melodie che scaldano: per chi ha freddo pure davanti al camino
Giovanni  Allevi – Christmas for you
Cuore di papà: con le sue dita saltellanti rende più famigliari le feste e sconfigge gli scettici

VARIE
Remo Anzovino – Vivo
L’avvocato di Pordenone fa il salto di qualità: per chi dubita che il pianoforte sia romanticamente pop
Battiato e Antony – Del suo veloce volo
La coppia dell’estate, due concerti e un disco: per chi non crede che la magia possa vivere in un disco
Zucchero – Una rosa blanca (live)
Il più latino dei suoi show raccontato dal vivo: per chi vuole balle sempre ascoltando grandi canzoni

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *