0

Curre Curre Guagliò 2.0: i 99 Posse vent’anni dopo

Sono vent’anni che curre curre (sto) guagliò. E per farlo rifiatare era giusto ripubblicare questo disco, punto di riferimento per la musica indipendente italiana: i 99 Posse si festaggiano così e li abbiamo intervistati.

99 Posse

99 Posse

Luca Zulù finalmente arriva “Curre curre guagliò 2.0 – Non un passo indietro”.
E’ talmente tanto che se ne parla che sembra già una operazione vecchia.
Come è stato rimettere mano a quel disco?
Un grande viaggio emotivo. Impreziosito da quattro inediti.
Quando avete iniziato a lavorarci?
Sarà un caso ma c’entra la nascita di mio figlio, il 16 gennaio 2012.
Ispirazione improvvisa?
Può essere. In una settimana tutto era scritto. Con i 99 Posse siamo partiti per organizzare una festa di compleanno e siamo caduti in un kolossal.

Ci sono così tanti ospiti che alcune canzoni compaiono due volte nel disco.
Volevamo ci fossero tutti. Sono amici da anni e hanno accettato di mettersi in gioco. Hanno dato la massima disponibilità. Abbiamo invitato tutti quelli con cui, nel tempo, ci siamo incrociati su un palco ma mai in studio di registrazione.
Tipo?
Caparezza è nostro contemporaneo, Roy Paci è un fratello, simile a noi umanamente e artisticamente. Nel 1993 o 1994 lasciammo il nostro centro sociale per andare in un club nel cuore di Napoli, il Velvet, dove suonava un gruppo di Arezzo, i Negrita. Il nostro sodalizio è iniziato lì e Pau è nel disco.
Ora portate in tour questi vecchi brani.
In realtà non abbiamo mai smesso di suonarli, la magia è ogni volta devi sentirci uno spunto nuovo. Noi quando partiamo per un tour ci mettiamo sempre quasi tutto il disco nuovo ma alla fine restano tre, quattro canzoni perché lo spazio se lo è ripreso tutto “Curri curri guagliò”. Abbiamo capito subito che non era un album qualsiasi: con lui tutto è iniziato e tutto continua.
Perché è sempre attuale?
Piace al pubblico di tutte le età.
Novità in arrivo?
Stiamo lavorando a un nuovo disco di inediti.
Avete pensato a una data con tutti gli ospiti del disco?
E’ il nostro sogno. Ci stiamo lavorando. Forse a settembre qualcosa succederà.
Dove?
A Napoli, speriamo.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *