0

Eujenia signora della dance con “Amami boy”

Una grinta che non ti aspetti. Eppure c’è. E per fortuna perché con la voce che ha Eujenia ha tutte le carte in regola per salire sul carro delle popstar. Il suo EP, trascinato dal singolo “Amami Boy” va bene e lei sgna in grande.

Eujenia

Eujenia

Eujenia che estate la attende?
Facci parecchie date, soprattutto al Sud. Aprò i live di Paolo Meneguzzi.
Certo che lei piemontese dovrebbe conquistare il nord.
Lo farò dall’autunno, spero.
Quando da Eugenia Goria nasce Eujenia?
Cinque anni fa ho iniziato il percorsa da autrice, volevo tracciare una strada e seguirla.
Prima?
Ero solo ballerina e corista. Ho partecipato a un casting per entrare nello staff di Paolo Meneguzzi, è andato bene e sono partita.
Ora si sente completa?
Sì. Non posso stare senza danza o musica.
Lei è anche autrice…
E’ difficile mettere parole su basi rythm & blues e dunque ho scelto di correre da sola leggendo libri, studiano gli arrangimenti. Sono auto-didatta.
Niente talent?
Qualche provino lo ho fatto perché accorcia la strada ma a far crescere è l’esperienza.
Coscienziosa.
Ho conosciuto tanti che sono spariti dopo poco, c’è tanto ricordo e si fatica a ricordare. Voglio fare la gavetta.
L’EP?
Quattro inediti e il remix di “Amami Boy” più dance. I live vanno bene, a settembre vorrei uscire con un album completo. Ho tanti pezzi nel cassetto.
Genere?
Con la dance si può giocare molto ed è più facile andare all’estero.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *