0

Dear Jack, l’intervista e il concerto

Sono la band fenomeno, sono gli One Direction italiani con la differenza che oltre a cantare…loro suonano. Ecco sono più 5 Seconds to Summer che One Direction. Li ho incontrati, intervisati e ho visto il concerto del Forum di Assago.

I Dear Jack nel camerino durante l'intervista

I Dear Jack nel camerino durante l’intervista

Mancano due ore al live quando entro nel camerino dei Dear Jack. Pochi metri oltre ci sono undicimila persone che li attendono. Per lo più giovanissime. Ma anche tanti genitori. Arrivano da Amici, dove erano nel team di Migule Bosé, e ora volano per l’Italia triturando record. Sabato scorso a Milano, al Forum di Assago, li abbiamo intervistati e poi abbiamo assistito al loro live, al cospetto di 11mila fan urlanti. Lo scorso 11 luglio all’Olimpico di Roma e il 19 a San Siro hanno aperto il concerto dei Modà. Poi viene pubblicato il disco d’esordio Domani è un altro film – Prima parte che si assesta in testa alle classifiche per sette settimane e poi si aggiudica il doppio platino con oltre 100mila copie vendute. La serata del Forum è stata filmata dal mago delle riprese Roberto Cenci: presto avrà una finestra televisiva ma non si sa ancora quando ne su che rete. Ciò non toglie che assistere a un loro concerto è una esperienza musicale e sociale. Da fare assolutamente.

Dear Jack live al Forum di Assago

Dear Jack live al Forum di Assago

State facendo un tour straordinario.
E’ la nostra prova del nove, affrontiamo la gente vera: dobbiamo convincere che dureremo nel tempo e che non siamo una meteora.
Proponete Arrivederci di Bindi, Solo di Baglioni e una discutibile Beat it di Michael Jackson: come avete fatto la scaletta?
E’ tarata sul range di pubblico che andiamo a prendere, ovvero dai 12, 13 anni fino alle mamme.
Come vi definite?
Siamo una band da famiglia, l’epoca dalla quale provengono le canzoni che reinterpretiamo non è importante. La nostra musica arriva a un pubblico anche adulto e ne siamo fieri.
Cosa intendete?
Sappiamo che ascoltare Arrivederci di Bindi può spiazzare. Ma è il primo tour che possiamo condividere con i nostri fan, noi siamo cresciuti con i brani che andiamo a reinterpretare.
Novità discografiche?
A Inizio 2015 uscirà il nuovo album di inediti.
Puntate al Festival di Sanremo?
Ci proveremo, è l’emblema della musica italiana. Spediremo un inedito sperando che ce lo prendano.
Lo sapremo il 14 dicembre, quando verranno ufficializzati i nomi dei big.
Dal festival dipendono le date di uscita del disco e del nuovo tour, incrociamo le dita.
In tutte le date c’è il firma copie a fine concerto.
Il concerto si trasforma in una festa. L’autografo lo facciamo tutti. In un’ora e quarto a Roma  abbiamo firmato 1200 dischi. Siamo generosi e grati verso il nostro pubblico.
Uscire da un talent innesca spesso pregiudizi.
Lo sappiamo. L’esplosione di successo in così poco tempo fa sviluppare invidia, invitiamo queste persone a venirci a sentire prima di criticare. Noi ci mettiamo il cuore. Siamo in competizione in primis con se stessi.
Avete qualche paura?
La sola che abbiamo è che tutto finisca, di essere meteore, ma sappiamo che abbiamo il potenziale per continuare e per costruirci una carriera.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *