0

Niccolò Agliardi l’incantatore della musica

Niccolò Agliardi & The Hills incantano con la sua musica e le sue parole. Protagonista alla Salumeria della Musica di Milano ha fatto volare il pubblico in una dimensione altra col suo concerto. E’ uno degli artisti più poliedrici del panorama nazionale. C’eravamo e vi raccontiamo la serata.

Niccolò Agliardi alla Salumeria della Musica

Niccolò Agliardi alla Salumeria della Musica

di Matteo Rossini

Niccolò è salito sul palco e senza proferire parola ha aperto il concerto facendo subito comprendere che la musica sarebbe stata la grande protagonista della serata. L’artista ha offerto uno spettacolo in cui i brani del disco sono stati intervallati da brevi spiegazioni sul significato dei pezzi. Niccolò non si è mai lasciato andare ad autocelebrazioni, nonostante ne avesse la possibilità, ma ha preferito che il lento scorrere del mix di blues, soul e pop e il timbro deciso e avvolgente facessero tutto.

Ha sapientemente mescolato brani del quarto album con pezzi scritti per altri artisti e di grande successo in Italia. La canzone più attesa della serata, accolta con grande entusiasmo dal pubblico presente, è stata ovviamente “Io non ho finito”, colonna sonora dei “Braccialetti rossi”, la serie tv rivelazione della scorsa stagione. Si sperava che la serata non finisse mai e invece è giunto anche il momento dell’ultima canzone, “Conta”, brano incluso nella compilation ufficiale della serie di Rai Uno, secondo posto nella classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia.

Al termine del concerto Niccolò ha incontrato le decine di fan venuti per ascoltarlo, ha firmato autografi, rendendosi disponibile per foto e chiacchiere. Tra i presenti alcuni nomi dello showbiz italiano: Emis Killa, Selvaggia Lucarelli e Michele Bravi, vincitore dell’ultima edizione di X Factor. Agliardi è un chiaro esempio di come il talento non abbia limiti e possa esser profuso contemporaneamente in diverse attività e professioni. Il segreto del suo successo decennale? L’artista lo ha svelato alla fine della serata: «Negli anni non ho mai sbagliato nel decidere di chi circondarmi, sono sempre rimasto vicino alle stesse persone con cui ho lavorato fin dall’inizio».

 

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *