0

MTV in piazza Duomo: ci sono i Duran Duran ma vince Marco Mengoni

La magia inizia alle 20 quando il volto storico della MTV degli anni ‘90 Marco Maccarini è salito sul palco per presentare i tre artisti che hanno infuocato Piazza Duomo, per una notte palco degli MTV World Stage con Ellie Goulding, Marco Mengoni e i Duran Duran.

Marco Mengoni

Marco Mengoni

di Matteo Rossini

La star del pop internazionale Ellie Goulding ha aperto la serata con il suo timbro originale e graffiante. La cantante ha scelto un abito sexy e trasparente con cui ha ammaliato gli spettatori esibendosi con i suoi brani più famosi. In apertura Ellie ha fatto ballare il pubblico con Outside, in seguito è stata la volta di “Burn”, brano che l’ha resa una delle protagoniste della musica pop di questo decennio; la sua performance si è conclusa con “Love Me Like You Do”, colonna sonora di “Cinquanta sfumature di grigio”.

La serata è proseguita all’insegna del tricolore, il vincitore del Festival di Sanremo 2013 ha entusiasmato con “Guerriero” e con una speciale versione italo-spagnola di “Essere Umani”. Il terzo brano della scaletta è stato “Pronto a Correre” con cui il cantante ha tirato fuori tutta la sua grinta, subito dopo si commosso con “L’Essenziale” davanti a una piazza che lo ha accompagnato a squarciagola. In chiusura ”Ti ho voluto bene veramente”, “I Got The Fear” e “Io ti aspetto” durante il quale l’artista ha deciso di far a meno della giacca, il calore dei presenti era più che sufficiente.

Dopo un cambio di palco, gli storici e stoici Duran Duran hanno dimostrato come l’età anagrafica sia un fattore assolutamente irrilevante. Simon Le Bon e i suoi compagni hanno letteralmente infuocato Piazza Duomo, presenti fiamme vere sul palco durante l’inno generazionale “The Wild Boys”. Il gruppo si è esibito per ben un’ora alternando brani degli anni ’80 a uscite più recenti. La protagonista indiscussa è stata la voce del leader, forte e tanto potente da far impallidire artisti con la metà dei suoi anni. Emozionante l’esibizione di “Notorious”, esplosiva quella di “Presure Off”, eseguita con Mark Ronson, a sorpresa sul palco invaso da coriandoli, indimenticabile quella di ”(Reach Up for The) Sunrise”.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *