0

Long way home…sta arrivando Låpsley

La cantautrice e produttrice, cresciuta a Southport e trasferita a Londra, Holly “Låpsley” Fletcher ha svelato i dettagli del suo attesissimo album di debutto. L’artista 19enne pubblicherà Long Way Home venerdì 4 marzo 2016. Fra le dodici tracce dell’album compaiono le nuove versioni di alcuni suoi celebri brani quali Hurt Me, Falling Short, Painter e Station oltreché il nuovo singolo Love Is Blind.

Lapsley

Lapsley

Long Way Home documenta un periodo turbolento della vita di Låpsley, un periodo in cui era assorbita dalla sua nuova carriera musicale e che l’ha portata a spostarsi da Liverpool a Londra a Los Angeles e ritorno: “E’ un’autobiografia delle mie emozioni e degli eventi accaduti nel corso dell’ultimo anno. Tutto quello che è successo, in qualche modo è entrato a far parte di una canzone, che il tema fosse una relazione a distanza, o qualcosa in particolare detta da lui, o il modo in cui mi sono sentita, oppure un litigio. Quando vado in studio ripercorro solo i ricordi di quella relazione. Penso che questo mi abbia aiutato nel riuscire a raccogliere tutto il materiale per quei momenti in cui scrivo. Penso che sia quello che ha guidato questo album”. La visione decisa di Låpsley nella produzione ha garantito il suo coinvolgimento personale in ogni singolo elemento delle canzoni, fatto che agli inizi sembrava confondere molti dei produttori da lei incontrati: “Non volevano ascoltarmioppure pensavano che fossi lì solo per aggiungere una riga in alto, o venivano già con delle idee. Se vado in studio e qualcuno dice ‘Ho scritto qualcosa per te’ me ne vado subito. Non mi interessa. Non sono lì per quello”. Per buona parte Låpsley ha lavorato a Long Way Home con il produttore di casa alla XL Rodaidh McDonald: “Questo album non sarebbe così come è se non fosse stato per Rodaidh. E’ in cima ai ringraziamenti”. C’erano anche due tracce registrate con Paul O’Duffy, produttore che Låpsley ammira perché “Il modo in cui pensa è diverso da chiunque altro. Non è influenzato da una visione commerciale, è così creativo e bello ed è come aspiro ad essere in futuro”. Ha lavorato con Mura Masa per il brano di chiusura dell’album, brano che ha dato il titolo all’album: “Questo testo relativo al prendere la strada più lunga per casa riassume semplicemente la relazione, ha due significati diversi: l’album parla di un rapporto a lunga distanza ma anche di quando si percorre la strada più lunga verso casa per cercare di trascorrere quanto più tempo possibile con qualcuno”.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *