0

Da X Factor Albania e Casa Sanremo, l’irresistibile ascesa della popstar Bleona

Reduce dal successo ottenuto nel ruolo di giudice ad X Factor e dopo aver preso parte al reality di Bravo Tv “Euros of Hollywood”, la cantante ed attrice Bleona Qereti, in arte Bleona sarà ospite di Casa Sanremo l’11 febbraio.

Bleona

Bleona

La sua carriera inizia a soli 5 anni in Albania, quando entra a far parte del cast di House of Pionieri, l’equivalente albanese del Mickey Mouse Club. A soli 9 anni si esibisce in concerto come solista al party di Natale dei Servizi Segreti Albanesi, di cui suo padre fa parte. A 15 anni il suo nome diventa popolare grazie alla sua travolgente esibizione al December Festival. A 16 intraprende un tour di 10 date per l’Albanian Spring Festival, conquistando il pubblico ed affermandosi come una delle artiste più interessanti ed amate del suo paese. In quello stesso periodo Bleona è la prima artista albanese pubblicata su iTunes, in un periodo in cui la musica pop è ancora considerata un fenomeno relativamente “nuovo”. E’ inoltre la più giovane artista a ricevere un premio alla carriera ai VMA’s albanesi.

Bleona ha sempre gestito da sola la propria carriera, sin dall’album di debutto “Kam Qejfin Tim” (I Run My Own Game) del 1998, al quale hanno fatto seguito “Nese Me Do Fort” (You Really Love Me) nel 1999 e “Sme Behet Vove” (Could Care Less) nel 2000, finanziati con gli incassi dei concerti ( circa 80 all’anno) in un periodo in cui in Albania non esistevano etichette discografiche e nessuno aveva mai registrato un intero album. Nel 2002 Bleona pubblica il quarto album “Ik Meso Si Dashurohet” (Need To Learn How To Love) ed intraprende un tour che richiama dai 30.000 ai 50.000 spettatori per data. Al concerto finale, nella capitale Tirana, assistono circa 100.000 persone, quasi l’intera regione. E’ del 2003 il quinto album “Ti Nuk Di As Me Ma Lyp” (You Weren’t Man Enough For Me) che in soli tre mesi vende 300.000 copie. Nel 2004, grazie al passaparola, la fama di Bleona è giunta ormai oltreoceano e l’artista viene invitata negli Stati Uniti per un tour che tocca le città di Detroit, Chicago, Miami e New York, dove si esibisce nei leggendari Webster Hall e Roxy Club. L’album successivo, il sesto, viene registrato negli U.S.A. ed esce nel 2005 con il titolo “Boom Boom”. L’anno dopo ai VMA’s in Albania con il brano “Halall e Ke” riceve il premio per miglior canzone e miglior video. Nel 2008, con il settimo album “Mandarin”, in una carriera ancora autogestita e sempre in ascesa, Bleona vende 800.000 copie .

Nel 2010 la cantante collabora con Timbaland al suo primo singolo interamente in lingua inglese, “Show off” (feat. Petey Pablo) al quale segue il secondo nel 2012 dal titolo “Pass out” (feat. Timbaland e Brasco). Nello stesso anno Bleona intraprende con Timbaland, il dj Freestyle Steve ed il suo staff, un tour europeo sold out in Albania, Kosovo, Macedonia, Italia e Germania. Nel 2011 Bleona diventa cittadina americana ed amplia il proprio orizzonte creativo lanciando un brand personale che comprende il design di calzature e di gioielli. La sua linea di calzature Shoedazzle diventerà nel 2014 un bestseller e nel 2015 Bleona lancerà un proprio sito di e-commerce. Bleona si concentra a questo punto anche sulla carriera di attrice e si dedica al perfezionamento della recitazione, studiando il metodo Stanislavski. Il 2013 è un periodo di grandi collaborazioni artistiche: oltre a Timbaland, si affiancano all’artista albanese pesi massimi dell’industria musicale come Dark Child (Britney Spears), John Shanks (Bon Jovi), Roccstar (Chris Brown) e Fuego (Jason Derulo), per creare con Bleona una miscela sonora davvero unica, un pop americano dotato di appeal universale. E’ del 2013 “Take it like a man” scritta da Bleona con l’intento di lanciare un messaggio forte per l’indipendenza femminile. Il brano raggiunge il 7° posto nella classifica inglese e Bleona lo esegue dal vivo al White Party 2013 ed al Gay  Pride 2013 di Las Vegas. Bleona consolida il suo status di superstar internazionale quando, nel 2014 viene invitata per la seconda volta consecutiva a partecipare al leggendario White Party. Una doppia partecipazione che solo due artiste possono vantare: Bleona e Lady Gaga. Grazie a questo evento, il suo singolo “Famous” diventa un vero e proprio inno della comunità gay.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *