0

Roipnol Witch veleggiano verso Starlight

Starlight è il terzo album delle carpigane Roipnol Witch e si presenta al pubblico come un disco duplice, cantato in due lingue (italiano e inglese) e scritto tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America.

Roipnol Witch

Roipnol Witch

Prodotto e distribuito dalla milanese Maciste Dischi (Sara Loreni, The Please, Siberia), Starlight è un disco metropolitano e cosmopolita, dove amori finiti e sensualità fatale sono lo sfondo costante della città, vissuta anche come luogo dell’anima. Il femminismo quasi spregiudicato e lo spirito dinamico ed eclettico del disco lasciano comunque spazio ad una sottile ironia che accarezza tutti i brani dell’album. Le Roipnol Witch, attive da oltre dieci anni, danno alle stampe un album dal sound di matrice punk-rock contaminato da sonorità elettroniche dal sapore indie internazionale, dove l’intrigante timbrica vocale delle sorelle Guandalini è il collante perfetto di ricercate chitarre dal lontano sapore new-wave. La copertina e l’artwork del disco sono stati affidati all’artista americana Eugenia Loli. Roipnol Witch sono Giulia Guandalini, chitarra e voce, Martina Guandalini, basso e voce, Francesca Bedogni, chitarra. Poi c’è il supporto di Massimiliano Coluccini, batteria.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *