0

Da Bari a Lisbona il Samba delle streghe di Os Argonautas

La ciurma della band barese Os Argonautas sbarca a Lisbona per un concerto all’interno della rassegna TrotaMundos dedicata alla diffusione della cultura musicale di varia provenienza.

Os Argonautas

Os Argonautas

Ospiti degli italiani Forrò Miòr (band di musica brasiliana attualmente residente a Lisbona) gli Os Argonautas ripercorreranno un repertorio autorale di musica tanto italiana quanto portoghese e brasiliana. Da sempre impegnati nella diffusione in Italia della cultura letteraria e musicale del Portogallo e del Brasile in una sorta di Tropicalismo Mediterraneo, la band, è adesso impegnata a portare il proprio “patchwork” musicale nella terra che principalmente li ha ispirati contribuendo, questa volta, alla diffusione della cultura italiana. Il tentativo è quello di dimostrare come la musica riesca ad accorciare le distanze e le diversità. Il luogo dello “sbarco” sarà al “Largo Cafè” alle ore 20 nel quartiere “Intendente” di Lisbona. Festeggiano dunque a Lisbona l’imminente uscita del loro nuovo album Samba delle Streghe (Digressione Music) prevista per il 31 marzo.

Il progetto Os Argonautas nasce nel 2011 con la volontà di esplorare la canzone d’autore e mescolarla a influenze essenzialmente portoghesi e brasiliane, passando attraverso la tradizione della musica mediterranea e arabo-andalusa, e affrontando a tratti la new- wave che unisce un lavoro di matrice fortemente folk-acustico con la sperimentazione. La band attraversa diverse formazioni fino a trovare il suo assetto stabile nel quintetto composto da Federica D’Agostino (voce), Domenico Lopez (chitarra classica), Giulio Vinci (chitarra classica ed elettrica), Alessandro Mazzacane (violoncello e basso elettrico) e Giovanni Chiapparino (percussioni, fisarmonica, basso elettrico, elettronica).

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *