0

Kerli, il “Diamond hard” dell’Estonia

E’ uscito Diamond Hard, terzo singolo estratto dall’album di prossima uscita di Kerli.

Kerli

Kerli

L’artista estone dimostra una continua crescita e maturità creativa, debuttando alla regia del video ufficiale di questo nuovo singolo. Come nei precedenti video di “Feral Hearts” e “Blossom”, il video di “Diamond Hard” è fortemente influenzato dai nove mesi trascorsi nelle foreste della sua terra d’origine, – l’Estonia – per riconnettersi appunto con le proprie radici e la cultura del Paese natio. Girato nella città di Loksa, situata 50 Km a nord di Tallinn, le immagini che si susseguono riconducono alla battaglia tra luce e oscurità – caratteristica dell’anima di una persona – e racconta questa storia prendendo spunto dalla cultura popolare e dalla mitologia estone.La canzone è una dichiarazione di forza interiore, un inno alla resilienza, alla capacità di superare le avversità.Tutto questo è rappresentato anche dal cammino artistico di Kerli che porta appunto avanti la propria carriera in maniera indipendente, auto-registrandosi, scrivendo la propria musica, curando la propria immagine, ricoprendo il ruolo di direttore artistico nei propri video e ora, in quello di “Diamond Hard”, anche quello di regista

Kerli, nata in Estonia, ha fatto uscire due album (“Love Is Dead” nel 2008 e “Utopia” nel 2013) sotto l’etichetta statunitense Island Def Jam. “Love is Dead” è diventato il primo album di un artista estone ad entrare la classifica Billboard 200.

L’artista ha poi ottenuto un successo a livello internazionale come cantautrice con la canzone “Skyscraper” cantata da Dami Lovato e Sam Bailey. Inoltre Kerli ha vinto cinque Eesti Muusikaauhinnad Awards (i più importanti premi della musica in Estonia) e anche un European Border Breakers award, un premio consegnato ogni anno ai 10 giovani artisti che hanno guadagnato più successo al di fuori del proprio Paese d’origine. Nel 2011 il quotidiano Eesti Ekspress ha definito Kerli come una delle 100 donne estoni più influenti.
notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *