0

Spleenless, Alea ci insegna a fuggire dalla malinconia

“Si può sfuggire alla malinconia?” …Alea ci prova in “Spleenless”, il suo primo album in cui si racconta e racconta gli altri, in cui ogni canzone è un viaggio, un pensiero, uno stato d’animo. Partendo dal concetto di spleen Baudelairiano, la cantautrice non accetta l’abdicazione della speranza e prova a sfuggire al disagio esistenziale della sua generazione attraverso la musica. I brani ivi contenuti raccontano, partendo da sensazioni ed esperienze personali, tematiche come l’angoscia del futuro o l’esigenza dell’apparire della nostra società, raccontate in toni leggeri e dal sapore agrodolce.

Alea una e trina nel video

Alea

I testi e le musiche sono della stessa Alea che si è avvalsa della preziosa collaborazione dell’arrangiatore e pianista Pasquale Carrieri. I due hanno provato a dare un’impronta vintage al disco, non solo attraverso i suoni, ma anche grazie alla registrazione live in direct. Il tutto è stato incorniciato dal missaggio e mastering di Guglielmo Dimitri, anche fonico durante le registrazioni negli studi della Corrado Production.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *