0

Ala.ni presenta You & me al Biko di Milano

Si intitola You & I il disco di debutto di ALA.NI, nei negozi dallo scorso giugno tramite l’etichetta No Format distribuita da Naive/Self. L’artista londinese di origine caraibica si esibirà dal vivo al Biko di Milano martedì 6 dicembre.

ALA.NI

ALA.NI

Anticipato dal video di Darkness At Noon, diretto dalla stessa ALA.NI, You & I contiene canzoni che seducono con eleganza e grazia: sono dodici ballate intimiste ispirate alle commedie musicali di Broadway di una volta, con orchestrazioni minimali swing e un retrogusto caraibico. Cresciuta a Shepherds Bush da un padre bassista di reggae e calypso e con una madre sarta di haute-couture, la giovane ALA.NI, immersa nella musica di Julie AndrewsJohn Holt e Vivaldi, è stata ispirata definitivamente dal suo pro-zio Leslie Hutchinson, alias “Hutch”, star internazionale del music-hall negli anni ’30: ALA.NI, nel 2012, è presente a una commemorazione pubblica che rende omaggio al suo parente e proprio qui realizza che vuole dare seguito a questa tradizione artistica familiare. Lei che ha cominciato a fare danza ad appena tre anni e che terminava le lezioni cantando con le compagne di classe Over The Rainbow in una chiesa, sceglie definitivamente la via del canto solo molti anni dopo e dedicandosi a questa con ferrea disciplina. Presto si trova a fare da backing singer a fianco di Mary J. Blige e dei Blur, ed è proprio nello Studio 13 di Damon Albarn che ALA.NI inizia le sessioni di un progetto solista, ultimato all’Owl Studio di Andrew Hale (Sade). Tra le prime tracce registrate c’è Cherry Blossom, creata in origine su un iPad e presentata anche in tv al ‘Later… With Jools Holland su BBC 2. Dotata di una vocalità blues che riporta agli anni ’40, ALA.NI a tratti rievoca Billie Holiday, è appassionata di Super 8 e ha già reso la sua musica disponibile anche su formati alternativi, come cilindri di cera e carillon in miniatura.spite nel tour britannico dello scorso anno dell’osannato duo franco-cubano Ibeyi (XL Recordings) e acclamata anche al Silencio - il club parigino di David Lynch - la cantante londinese ama esibirsi con un microfono del 1930 dotato di un lamellofono elettrico Hohner e imbracciando una Gibson 345 del 1966. Dopo un primo tour estivo che l’ha vista presente in numerosi festival di FranciaBelgioGermaniaInghilterra (a Cardiff a fianco di Rufus Wainwright), così come in Canada al Montreal Jazz Festival e in Italia al Dromos Festival, a ottobre ALA.NI ha intrapreso questo nuovo tour che la porta al Biko e proseguirà fino ai primi mesi del 2017 .

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *