0

Le canzoni fanno male? Ma portano Marianne Mirage a Sanremo

Marianne Mirage con “Le canzoni fanno male” è tra gli otto finalisti di Sarà Sanremo e si esibirà in gara sul palco dell’Ariston nella categoria “Giovani” del Festival di Sanremo 2017.

Marianna Mirage

Marianna Mirage

Il brano – scritto da Francesco Bianconi e Kaballà- è una grintosa ballad soul che enfatizza l’espressività dell’artista, raccontando l’amore perduto con uno sguardo obliquo e disincantato. “Quando l’ho sentita ho lottato per averla. L’ho cantata, l’ho fatta arrivare a Bianconi vestita della mia personalità, e lui me l’ha affidata”. Marianne Mirage fin da giovanissima si avvicina al mondo dell’arte grazie al padre pittore. Poi scopre un’intensa passione per la musica, in particolare per le atmosfere black, soul e per le grandi voci del jazz internazionale. E’ un’artista poliedrica, che esprime la sua creatività anche come regista dei suoi videoclip e come disegnatrice, curando anche artwork del disco e visual dei suoi concerti. Durante gli studi in letteratura, arte, musica e recitazione, Marianne viaggia molto e si esibisce con musicisti internazionali nei teatri e nei locali delle città nelle quali si ferma come Londra, Parigi, Berlino e Istanbul. Consegue la laurea in Lettere e Filosofia e il diploma in recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, dopo un percorso di studi presso il teatro “Il Piccolo” di Forlì. Grazie anche a questo eclettico percorso di studi, Marianne Mirage si esprime con una presenza scenica di forte impatto sui palchi dei suoi concerti e durante gli opening act di importanti artisti come Kiesza, Patty Pravo, Tiromancino, Raphael Gualazzi. “Le canzoni fanno male”, prodotta da Tommaso Colliva e Riccardo Damian, rappresenta un’evoluzione artistica di Marianne Mirage, dopo l’esordio discografico con l’album “Quelli Come Me” (Sugar, 2016).

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *