0

E’ di Carmen Ferreri il premio Luttazzi per giovani pianisti Jazz

Carmen Ferreri vince la sezione cantautrici del PREMIO LELIO LUTTAZZI 2017 Giovani Pianisti Jazz. Il 18 Aprile 2017 è uscito Terra il nuovo singolo di Carmen Ferreri in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

Carmen Ferreri

Carmen Ferreri

Carmen Ferreri nasce a Erice in Sicilia il 9 Dicembre 1999 da genitori siciliani e sin da bambina ha sempre avuto la musica nel sangue. Grazie ad un Master Class incontra Lucrezia Benigno e istaura un rapporto sia di amicizia che di collaborazione musicale da cui nasce il duo Le Kalica, che l’ha portata a partecipare nel 2015 ad Area Sanremo vincendo e arrivando tra gli otto finalisti con il pezzo “Sogna” di Giuseppe Anastasi. Il suo primo esordio discografico fu lo scorso anno con “Notte fonda”, scritto da Cheope e Federica Abate, prodotta da Anteros di Nazzareno Nazziconi. Adesso vuole intraprendere un percorso da cantante solista e anche come cantautrice, ha partecipato nuovamente ad Area Sanremo edizione 2016, sotto la supervisione del Maestro Umberto Iervolino che da sempre la segue. Carmen Ferreri ha superato la prima fase al Casting per Festival Show 2017 e sarà in semifinale nei giorni 24 e 25 Aprile in programma al Teatro Comunale di Fiuggi (FR).

A sei anni inizia a studiare danza classica e a 14 anni inizia un percorso di apprendimento presso una scuola di musical a Trapani dove acquisisce nozioni di danza moderna, classica, contemporanea ed hip hop (street art) frequentando anche corsi di recitazione. Frequenta lezioni private di canto moderno e pianoforte presso l’Accademia Setticlaviodi Maurizio Lipari a Trapani. Studentessa al quarto anno presso l’istituto Liceo Scientifico “Vincenzo Fardella”. Attualmente frequenta il conservatorio di Trapani per intraprendere studi più completi . Crescendo il suo orientamento musicale si concretizza sempre più nel Jazz, Pop, Blues.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *