0

Maneskin, arrivano Morirò da Re e il tour autunnale: li abbiamo incontrati a Milano

Il primo singolo in italiano dei Maneskin si intitola Morirò da re ed è stato presentato, per la prima volta a Milano, il 21 marzo al Santeria Social Club. Abbiamo partecipato alla conferenza stampa e assistito al concerto.

Maneskin

Maneskin


di Antea Morbioli

Dopo il successo  a X Factor, i Maneskin sono partiti per un tour nei club, pieno di sold out, con l’obiettivo di far sentire la loro musica e rafforzare il contatto con il pubblico. Nei giorni off del tour i ragazzi hanno creato questo nuovo brano nato dal bisogno di scrivere, di raccontarsi e di mostrare la loro spontaneità. Il singolo, creato partendo da alcuni accordi di chitarra, è frutto di una ricerca di un suono più fresco, che a detta loro ricorda un po’ la chitarra di Frusciante nei Red Hot Chilly Peppers dei primi anni ’90. Il testo è opera di Damiano, il cantante, ma nella creazione dell’opera finale c’è il contributo di ogni singolo componente del gruppo, poiché i ragazzi cercano sempre di arrivare a un volere comune e quindi di mantenere una direzione collettiva. In altre parole, grazie anche al fatto che ognuno di loro ascolta artisti diversi, vogliono servirsi dei contributi di ciascuno per arrivare a creare il vero e proprio sound Maneskin, in modo da essere riconosciuti tra vari musicisti. Morirò da re rappresenta la redenzione: secondo Damiano, dal male o da qualcosa di sbagliato può nascere del buono, senza però farsi spaventare dal mondo esterno e senza quindi mai arrendersi. Questo pensiero lo vogliono esprimere anche nel loro comportamento e in quella sorta di arroganza che è stata loro attribuita.

Maneskin

Maneskin

Durante il live questo brano ha ricevuto subito un convincente consenso dei fans, che hanno potuto inoltre apprezzare gli altri loro singoli come Chosen e Ricovery e molte cover che li hanno spinti al successo, tipo Io vengo dalla luna, Master Blaster e Beggin. Lo show si è svolto in classico stile Maneskin: il look sfacciato che ormai li caratterizza, una forte carica e una presenza scenica invidiabile, a dispetto della giovane età; ovviamente non è mancata neanche la famosa lap dance di Damiano in tacchi a spillo. Il nuovo singolo fa da apripista per il loro prossimo tour che partirà in autunno e ha già in programma una decina di date. Avverrà qualche cambiamento per quanto riguarda l’allestimento, la scaletta e la location, in quanto si svolgerà in luoghi più grandi, come il Fabrique di Milano o l’Atlantico di Roma. La band ha intenzione di eseguire per la maggior parte pezzi e non più cover; i giovani hanno infatti qualche brano già pronto, scritto sia in italiano che in inglese, ma contano di lavorare tutta l’estate per
completare l’album.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *