0

Nina Nesbitt pubblica il secondo album: The Sun Will Come Up, The Seasons Will Chang

Il tanto atteso secondo nuovo album di Nina Nesbitt è arrivato. The Sun Will Come Up, The Seasons Will Change è in arrivo il 1° febbraio 2019 su etichetta Cooking Vinyl. Con oltre 100 milioni di streams con soli tre singoli, la singer-songwriter di origine scozzese è pronta per la sua seconda prova sulla lunga distanza, la prima con Cooking Vinyl, e mostra Nina Nesbitt nella sua migliore forma ad oggi.

Nina Nesbitt

Nina Nesbitt

La Nina del 2018 non è infatti la stessa del 2013, come essa stessa afferma “I’ve grown up”. Il nuovo disco è il frutto di una continua ricerca iniziata tre anni fa e mostra la crescita, sopratutto musicale, dell’artista, che non scende a compromessi e mostra il suo indiscusso talento senza paura, tra influenze pop che abbracciano più generi, a dimostrazione dell’abilità vocale di Nina Nesbitt di spaziare dalla musica R&B al pop, dal soul al reggae. Nel nuovo disco sono contenuti anche i brani pubblicati nei mesi precedenti:“The Moments I’m Missing”,  “The Best You Had” (brano adorato da Taylor Swift e Chloë Grace Moretz),  “Somebody Special” e la più recente “Loyal To Me”, singoli che hanno portato Nina Nesbitta muoversi in varie direzioni, dal pop a ballad love song, fino all’R&B, e a conquistare oltre 100milioni di streaming e le charts inglesi ed americane.

“The Sun Will Come Up, The Seasons Will Change” è stato prodotto da Lostboy (Anne-Marie), Fraser T Smith (Adele, Drake, Gorillaz, Florence and the Machine), Jordan Riley (Macklemore, Zara Larsson) e dalla stessa Nina. “I’m so proud of this album”, afferma Nina “This is the album I always wanted to make on my own terms. It’s an honest account of somebody in their early ‘20s, giving a real window into their often ever changing life.”

Dalla firma con Cooking Vinyl Nina Nesbitt non si è fermata un attimo, tra la scrittura e la produzione del disco ed un tour a supporto di Jake Bugg in USA e di Lewis Capaldi in UK, concerti da headliner andati velocemente sold-out in Inghilterra, la vittoria agli Evolution Award scozzesi e la collaborazione con artiste di fama mondiale tra cui Sasha Sloan e Charlotte Lawrence nel brano “Psychopath” per il lancio di Spotify “Louder Together”, in qualità di unica artista inglese a prendere parte al progetto.

La fama di Nina Nesbitt cresce a vista d’occhio, come dimostrano i numeri su Spotify ed Apple, la gigantesca affissione a Times Square (NY), le sue collaborazioni a livello di scrittura per artisti tra cui The Shire, Jessie Ware, Matoma, Olivia Holt, Jonas Blue e molti altri e, sopra tutto, i suoi feat. con artisti del calibro di Sigala & HRVY (“Somebody”) e, col nuovo anno, con Jonas Blue.

In un’industria musicale che difficilmente da una seconda chance o la possibiltà di diventare l’artista che avresti voluto essere, “The Sun Will Come Up, The Seasons Will Change” è la prova che il duro lavoro viene sempre ricompensato. Il 2019 non può che essere per Nina Nesbitt un nuovo grande inizio!

Cresciuta in un piccolo paese nei dintorni di Edinburgo, Nina Nesbitt si avvicina molto presto alla musica, studiando flauto e chitarra. Dopo aver visto scoperto Taylor Swift, una ragazza con una chitarra che scrive canzoni, Nina Nesbitt decide di volersi cimentare alla scrittura di proprie canzoni. I video home-made caricati su YouTube servono a Nina per avere i primi feedback dal pubblico, sia per quanto riguarda la sua voce sia per la sua capacità di scrittura. Avendo iniziato a scrivere canzoni dall’età di dieci anni (“Dreams Become Reality” è il suo primo brano), il repertorio di Nina Nesbitt è molto ricco e, in seguito ad un incontro causale con Ed Sheeran nel 2011, Nina si ritrova ad aprire alcuni sui concerti. Poco dopo firma con Island Records ed il successo arriva nel 2014 con “Peroxide”, il disco di debutto che si classifica immediatamente tra i Top 15 Debut Album in UK.  Due anni dopo arriva l’EP “Life in Colour”, che continua il successo del precedente, tra brani super pop che però non rappresentano a pieno la vena artistica di Nina Nesbitt. Gli anni successivi sono dedicati a scrivere canzoni soprattutto per altri artisti, finchè Nina si rende conto di voler essere lei a cantare le canzoni che compone.

“I went home from a session for someone else and I wanted to write a song nobody else could sing but me. I wanted to write a song that’s just about my life. I loved how rappers or R&B artists talked about their lives and I wanted to find the singer-songwriter version of that. When my career took off it all happened so fast and I couldn’t always take it all in. But now I’ve had a lot of time to look back and see what was amazing and what was shit. It’s not about missing as in longing; it’s about the moments I’m missing from my brain. It’s about recollecting.” afferma Nina Nesbitt riguardo a “The Moments I’m Missing”, primo brano pubblicato nel 2018 per Cooking Vinyl e contenuto nel nuovo disco.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *