0

Flora, il singolo Perenne Ritardo aspettando l’EP Si Vedono i Fiori

Perenne ritardo è il nuovo singolo di Flora, figura artistica nata dal fermento degli spazi occupati del litorale romano e cresciuta con l’incontro delle atmosfere internazionali, dalla Germania all’Inghilterra.

Flora

Flora (foto di Matteo Casilli)

Flora in Perenne Ritardo: GUARDA IL VIDEO

Il singolo anticipa il suo prossimo Ep Si vedono i fiori, che vedrà la luce il prossimo 18 aprile: il singolo omonimo di debutto è già online su YouTube e ha raccolto diversi consensi, presentando al pubblico un’artista genuina con un incredibile talento musicale, partita da uno strumento scordato dai tasti d’avorio, fino alla laurea in pianoforte e agli studi sulla composizione e all’esperienza negli Abbey Road Studios di Londra.

“Perenne ritardo è forse il brano più scherzoso, spensierato e leggero dell’ Ep. In chiave ironica e maliziosa, viene espresso il desiderio della protagonista del pezzo di non voler far nulla durante la giornata se non occupare il tempo stando in un letto insieme al suo uomo.” – Flora

Un piano scordato con i tasti d’avorio di una vecchia zia, poi Ostia, Essen, Germania, Londra, passando per gli Abbey Road Studios, ed un po’ di Giamaica: questa è Flora, con già all’attivo un percorso ricco di anima e suoni, data la sua giovane età. Classe 1993, Flora e la sua musica sono l’incontro di un’esperienza che va dal fermento artistico degli spazi occupati del litorale romano alle vie internazionali. Dopo la laurea in pianoforte è in Germania che Flora inizia a scrivere musica per poi approfondire gli studi di composizione presso l’ICMP di Londra, città nella quale vive con la sua parte di famiglia Giamaicana. Flora e la sua musica sono frutto di un percorso di studi vario, di esperienze di vita intensa, di influenze lontane e un mix di sonorità che incontrano l’anima di una ragazza profondamente innamorata del cantautorato italiano.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *