0

Concerto all’alba con Remo Anzovino: appuntamento a Codroipo

“C’è un momento in ciascuna alba in cui la luce è come sospesa: un istante magico dove tutto può succedere e la creazione trattiene il suo respiro”. La frase del celebre scrittore britannico Douglas Adams esprime al meglio l’idea dei concerti all’alba, che sono delle vere e proprie esperienze a trecentosessanta gradi per l’artista, per gli organizzatori e soprattutto per il pubblico.

Remo Anzovino

Remo Anzovino

Così, domenica 21 luglio alle 5:30 del mattino, il Parco di Villa Manin – appena inserito tra i 10 parchi più belli d’Italia – ospiterà per la prima volta nella sua storia un “Concerto all’Alba”, nell’ottica di far scoprire l’immenso patrimonio naturalistico della residenza dogale e di far vivere al pubblico una esperienza veramente unica ed esclusiva (ingresso gratuito, il parco sarà aperto al pubblico già dalle ore 4:30). L’atteso protagonista di questo inedito e straordinario evento sarà il compositore e pianista Remo Anzovino, considerato fra gli esponenti più affermati, innovativi ed eclettici della musica strumentale contemporanea, che sta vivendo una strepitosa ascesa a livello nazionale e internazionale. Dopo il successo dell’ultimo album di inediti Nocturne (registrato tra Tokyo, Londra, Parigi e New York e pubblicato da Sony Classical), lo scorso febbraio è arrivato il Nastro D’Argento 2019 per le colonne sonore originali dei film “Hitler contro Picasso e gli altri”, “Van Gogh tra il grano e il cielo” e “Le Ninfee di Monet” – per la serie di grande successo “La Grande Arte al Cinema” di Nexo Digital – con la Menzione Speciale “Musica Dell’Arte” per aver reso più intensa la narrazione aggiungendo emozione alle emozioni che l’Arte riesce ad esprimere al grande pubblico attraverso il successo degli eventi speciali di cui è protagonisti e che sono state accolte trionfalmente anche dalla stampa internazionale che nell’unicità del linguaggio del compositore italiano ha riconosciuto l’importanza dell’aspetto musicale del racconto, la sua forza narrativa, il talento per la melodia e l’intelligenza compositiva. A maggio è stato scelto da Pianocity Milano tra gliAmbassador del più importante festival nazionale dedicato al pianoforte e poi è volato in Giappone per i suoi primi due concerti (a Tokyo all’Auditorium Agnelli e a Osaka all’International House) che si sono rivelati un successo senza precedenti per un musicista italiano della sua generazione. Attualmente l’artista sta registrando una nuova colonna sonora cinematografica per il film “Frida Viva La Vida” che uscirà nei cinema a fine novembre e sarà in tour nelle principali rassegne estive della penisola con il suo concerto in piano solo (l’1 agosto si esibirà al Museo di Castel Sant’Angelo a Roma) e con lo spettacolo “La Grande Storia dell’Impressionismo”, assieme al critico d’arte Marco Goldin. Inserita nell’ambito di “Villa Manin Estate 2019”, il Concerto all’Alba con Remo Anzovino chiude di fatto la rassegna domenicale “Concerti nel Parco”, ideata dall’Erpac (Ente Regionale per il Patrimonio Culturale) per proporre alle famiglie e ai bambini una domenica alternativa e per far scoprire l’immenso patrimonio artistico e naturalistico di questo gioiello artistico e simbolo culturale dell’intero Friuli Venezia Giulia. L’ultimo appuntamento estivo a Villa Manin è fissato invece per giovedì 25 luglio alle ore 19:00 con “Tutti i suoni del Quartetto d’Archi”, realizzato per il Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *