0

Valentina Polinori torna con Trasparenti

Trasparenti è il secondo album di Valentina Polinori. Il disco arriva a tre anni dal precedente “Mobili”, lavoro che l’artista romana ha portato a lungo in tour in tutta Italia, realizzando anche numerosi concerti di apertura, da Lo Stato Sociale a Galeffi, da Julie’s Haircut & Persian Pelican a Cristina Donà e Ginevra Di Marco.

Valentina-Polinori (foto di-Cristina-Coral)

Valentina-Polinori (foto di-Cristina-Coral)

Valentina Polinori torna con un nuovo lavoro da lei interamente scritto – testi e musica – in cui la dolcezza e l’intimità si inseriscono nel giocoso movimento di sonorità elettroniche. Come il titolo suggerisce, il filo rosso del disco è proprio l’idea della trasparenza. È questo concetto a legare fra loro i 10 brani dell’album, che mantengono, invece, un’eterogeneità a livello di arrangiamento e produzione. Trasparenza nel senso di limpidezza: la difficile onestà nel raccontarsi con una canzone. Ma anche la questione della trasparenza relativamente ai rapporti umani. Tutti i brani, infatti, si snodano attorno a riflessioni relative al relazionarsi agli altri, soprattutto nell’amore, e alla difficoltà di lasciarsi guardare dentro. Per la prima volta, Valentina Polinori realizza testi molto personali, che rivelano – in modo meno ermetico rispetto al primo disco – i pensieri dell’autrice, paure e riflessioni. Camilla è l’unico personaggio di fantasia che fa leggermente eco a quelli che erano i protagonisti del primo disco (Gelsomino, Lolita), rappresentando anche lei, però, un filtro per raccontarsi, fedele alla linea e all’esigenza di questo nuovo lavoro.

L’album è stato anticipato dal video e singolo “Bosco”, seguito da “Lo Spazio” e dall’ultimo estratto “Lontani”.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a sky.it e collaboro col Secolo XIX. E poi c'è il blog note spillate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *