0

Myss Keta e Una vita in capslock: l’INTERVISTA

Anticipato dal singolo Botox è uscito Una Vita In Capslock, il primo album per Universal Music/La Tempesta di Myss Keta.

L’album è stato prodotto da alcuni fra i migliori producer in circolazione come RIVA, Populous, Clap Clap, Bot, Zeus! e il misterioso H-24; il disco vede la partecipazione di Birthh ai cori di Inferno e di Ultima Botta A Parigi. Al fianco dalla Myss Keta vediamo ancora una volta il collettivo di creativi milanesi, Motel Forlanini, ideatori del personaggio di Myss Keta fin dagli esordi. Con l’uscita dell’album parte l’ #UVIC Tour (informazioni sul sito di DNA Concerti)

Myss Keta

Myss Keta

di Carlotta Sorrentino

Com’è nato il personaggio di Myss Keta e perché questo nome?
In una caldissima notte d’agosto, io e i ragazzi di Motel eravamo tutti un po’ alticci, è nato in maniera molto naturale è nato tutto così.
Quando hai iniziato ti aspettavi il successo che stai ottenendo, ed è quello che volevi?
È iniziato tutto in maniera casuale, è stato fatto il video di Milano Sushi E Coca e ci è scoppiato in mano, è una cosa che non mi aspettavo assolutamente.
Come mai  la scelta di tenere nascosto il tuo volto, mentre le altre ragazze di porta Venezia no?
Il personaggio è nato con il video di Milano Sushi E Coca nel quale non si vedeva il mio volto. La mia ė alla fine una maschera che vela e svela, se ti metti gli occhiali da sole e la mascherina diventi anche tu Myss Keta, è per identificarsi. Le ragazze non si mascherano perché nascono così. Se ti metti gli occhiali e la maschera diventi Myss Keta, è un po’ teatrale e performativo. Myss Keta è con la maschera.
Per la città di Milano ormai sei una icona, a chi ti ispiri?
Ci sono un sacco di ispirazioni, Madonna in primis, che io amo. Poi altre ispirazioni come Peaches, i Sexy Sushi, persone come Monica Vitti, Monica Bellucci. Mi ispiro a tante figure femminili, anche Miss Kitty, sono tutte donne che si presentano in una maniera super strong. Icone super forti che si presentano in una maniera molto potente ma non aggressiva: sembra che quando una donna si presenta in maniera forte debba essere per forza aggressiva. Spesso questa forza e carica nell’esprimersi viene presa come aggressiva, come voler andar contro… in realtà uno si vuole semplicemente presentare così.
Oltre a porta Venezia quale è il tuo posto preferito di Milano? Quale è il tuo rapporto con questa città?
Il tribunale di Milano perché ci ho passato intere notti di after. Con Milano ho un rapporto di amore amore, questa è la mia città, sono nata qui, sono cresciuta qui e allo stesso tempo è stata la mia base. Se vedo la Madonnina sono felice, è da casa mia la vedo molto vicina.
Quale è il tuo rapporto con i club?
Sono stata concepita al Cocoricò, non credo che Miss sarebbe potuta nascere senza i club, un po’ come la TV è presente nel mio cervello, lo sono anche i club e gli after, sono cose che ti segnano e ti fanno mantenere un certo immaginario. I riferimenti non sono casuali, ma ci sono tante teste che ci lavorano.
Con questo tour dici che inizia una nuova era, cosa è cambiato dalla Myss Keta di Milano sushi e coca alla Myss Keta di oggi?
C’è stata sicuramente una crescita su vari livelli, come styling, come la musica c’è un bel salto di qualità ci siamo sempre evoluti, se fai una cosa ti viene voglia di farla sempre al meglio. Ci sta un’evoluzione!
Perché nella copertina dell’album allatti una scimmietta?
È mi figlia! La scimmia è l’animale che rappresenta l’album, l’umano è il razionale che nutre l’irrazionale, c’è sia la parte più razionale che una più irrazionale. La scimmia è lo stato primitivo degli umani, quindi la sua irrazionalità.
Dici che bisogna vivere ogni giorno come fosse capodanno a Courmayeur, ma come sono questi capodanni?
È l’unico vero capodanno che ti possa capitare di fare! Ogni giorno va vissuto a pieno senza timori senza paure, vivi ogni giorno al massimo come vuoi tu, dominando!
Come nasce un tuo brano e l’idea di questo album?
Da ispirazioni fugaci e momentanee, magari abbiamo il titolo è poi ci ragioniamo sopra. Magari una lo dice, ho il cellulare pieno di appunti, da un piccolo spunto poi creiamo la canzone.
A chi è rivolta la tua musica?
A tutti, non mi rivolgo a qualcuno in particolare, sono consapevole che è un prodotto che va a tutti. Ci sono tanti livelli di lettura, non è nel mio stile dare solo una chiave di lettura, come un pittore non da una chiave di lettura per capire i suoi quadri, sta all’ascoltatore farsi un’idea.
Cosa dobbiamo aspettarci di nuovo da questo tour?
Eccesso, lusso, sensualità e ragazze libidinose, la carica punk del live è sempre quella degli esordi. Lo stiamo modellando dall’immaginario visivo dell’album. Ci saremo io e le ragazze, un dj è un mondo visuale che ci serve per comunicare un certo tipo di messaggio. Avremo tante altre date estive.
Hai tatuaggi?
Solo Sul mio cuore perché quelli durano per sempre.

0

Federica Carta è Molto più di un Film. Tutte le date di instore e tour

È uscito il nuovo album di Federica Carta, Molto più di un film, anticipato dal singolo omonimo lo scorso febbraio e da Sull’orlo di una crisi d’amore a marzo insieme ai La Rua. Molto più di un film è il frutto della produzione di Dario Faini, Antonio Filippelli e Andrea Rigonat, marito di Elisa, che l’ha aiutata molto anche con gli arrangiamenti; presenta suoni diversi dal suo primo album certificato platino, Federica, prodotto invece da Elisa.

Federica Carta

Federica Carta

di Antea Morbioli

Come dice Federica, nel primo album si sentiva limitata e in un certo senso fuori dal mondo, essendo ancora all’interno del programma Amici, mentre in quello nuovo ha avuto più voce in capitolo e si può parlare quindi di un prodotto più ragionato. Infatti, in Molto più di un film molti testi sono scritti direttamente da lei, che parla principalmente di amore in tutte le sue sfumature, toccando perciò i pensieri tipici di una ragazza che ha provato il primo innamoramento e l’amicizia. Quest’ultima è stata trattata in particolare con i brani Tutto quello che ho e Dove sei (e nell’album precedente con Attraversando gli anni), dedicati al migliore amico che non c’è più ma che continua ad essere nei suoi pensieri. Federica si definisce una persona nostalgica, molto legata ai ricordi, che la fanno sempre emozionare anche solo con una fotografia. Per questo è anche molto legata ad Amici, poiché le ha regalato un’esperienza unica e molto formativa, ma soprattutto le ha permesso di essere conosciuta dal pubblico. Non rinnega quindi il suo forte legame con il programma e non vede nell’essere percepita sempre come Federica di Amici un ostacolo per la sua carriera, purché il pubblico riesca a percepire la sua vera essenza di cantante di livello aldilà del fatto che abbia partecipato ad un talent. Proprio per questo, appena uscita dal programma, ha voluto tramutare le infinite sensazioni che l’hanno travolta in testi per i suoi brani, per dimostrare subito di avere grandi capacità. Di conseguenza, anche la sua concezione di essere una cantante è radicalmente cambiata: prima lo vedeva quasi come un gioco fatto ingenuamente, mentre con il successo improvviso si è trovata ad affrontare anche le disapprovazioni e la parte stressante del mestiere; lei stessa si definisce “una bambina in un mondo di adulti”. Dagli stessi adulti però, ha ricevuto anche commenti positivi e messaggi di
apprezzamento per il suo lavoro a conferma del fatto che, sebbene abbia solo 19 anni, Federica riesca a raccontare l’amore e le insicurezze che ne derivano in modo molto maturo basandosi anche sulla sua esperienza. La ragazza ha voluto mettersi ulteriormente alla prova conducendo da gennaio su RaiGulp il programma Top Music, l’appuntamento musicale con le classifiche ufficiali Fimi/GfK della musica più venduta in Italia. All’inizio ci racconta che l’approccio con la telecamera è stato un po’ difficile per lei, ma poi attraverso lezioni di dizione e usando un linguaggio colloquiale adatto al suo pubblico ha acquisito più confidenza, registra le puntate molto velocemente e si diverte. E sull’onda del divertimento ha collaborato inoltre con Disney Channel Italia per la nuova serie tv in uscita il 7 maggio Penny on M.A.R.S. interpretando il brano Rain and Shine – Ci sarò Ci sarai, disponibile in tutti gli store digitali e su Spotify dal 27 aprile distribuito da Universal. In fondo Federica è molto giovane, vive ancora con i suoi genitori e non si sente pronta a lasciare casa, ma al tempo stesso il suo impegno verso la musica è serio e costante. Rimasta spiazzata dall’enorme successo di Irraggiungibile con il rapper Shade (certificato doppio disco di platino) e dalla pazienza che hanno avuto i suoi fans nell’attendere il nuovo album, Federica a maggio partirà accompagnata da una band per il suo primo tour in Italia. Per di più, dal 13 aprile ha iniziato un Instore tour, durante il quale avrà anche la possibilità di eseguire alcuni brani e di rispondere a tutte le domande dei suoi fans, con cui si è dimostrata sempre molto affettuosa.

INSTORE
16/04 18:30 MESTRE MONDADORI
- 17/04 18:30 BRESCIA MONDADORI FRECCIAROSSA
- 18/04 15:00 VARESE DISCHI
18:30 TORINO MONDADORI
- 19/04 17:30 PADERNO DUGNANO CC BRIANZA
- 20/04 15:00 GROSSETO MONDADORI
18:30 VITERBO MONDADORI
- 21/04 18:30 LECCE MONDADORI
- 23/04 17:30 PALERMO CC LA TORRE
- 25/04 17:30 SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT) CC I PORTALI
- 26/04 17:00 BOLOGNA CC CENTRONOVA
- 27/04 17:00 ASCOLI CC AL BATTENTE
- 06/05 17:00 ADRIA (RO) CC IL PORTO
- 09/05 17:30 MARCIANISE CC CAMPANIA
- 13/05 17:00 FERMO CC IL GIRASOLE

 

TOUR

3 MAGGIO 2018

TREVISO @ NEW AGE

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone

 

5 MAGGIO 2018

MILANO @ MAGAZZINI GENERALI

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.00

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

8 MAGGIO 2018

BARI @ DEMODÈ

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

11 MAGGIO 2018

NAPOLI @ HART

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

12 MAGGIO 2018

ROMA @ QUIRINETTA

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

15 MAGGIO 2018

FIRENZE @ VIPER

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

18 MAGGIO 2018

CATANIA @ LAND – LA NUOVA DOGANA

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

19 MAGGIO 2018

PALERMO @ I CANDELAI

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

 

25 MAGGIO 2018

TORINO @ HIROSHIMA MON AMOUR

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone

 

26 MAGGIO 2018

NONANTOLA @ VOX CLUB

Apertura Porte: ore 19.00

Inizio Concerto: ore 20.30

 

Prezzi Biglietti:

Posto Unico €20,00 + €3,00 diritti di prevendita

VIP Sound Check Party Ticket*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

*Il biglietto VIP Sound Check Party Ticket include:

- un biglietto Posto Unico per assistere al concerto di Federica

- check-in personalizzato sul luogo dell’evento con lo staff

- accesso anticipato alla Venue rispetto ai possessori dei biglietti standard

- incontro con Federica e concerto acustico privato

Pacchetto VIP*: Posto Unico €40,00 + €6,00 diritti di prevendita

 

Prevendite Autorizzate:

Ticketone;

0

Noyz Narcos, pubblica Enemy: l’intervista

Esce, venerdì 13 aprile, il nuovo progetto discografico di Noyz Narcos intitolato EnemyNoyz Narcos analizza lo scorrere della vita quotidiana nel quartiere con una disarmante genuinità, senza censure o false ipocrisie. Ancora una volta il suo stile è unico e inimitabile e riesce a creare un album composto da 13 inediti e 2 tracce bonus. Dal 13 aprile inizierà da Monza Enemy in store tour, che toccherà tutte le principali città italiane. Questo album anticipato dal singolo Sinnò me moro. Lo abbiamo incontrato e intervistato per farci raccontare dell’album e per capire un po’ le sue intenzioni per il futuro.

Noyz Narcos

Noyz Narcos

di Carlotta Sorrentino

Partiamo dalla domanda che tutti ci stiamo facendo, sarà veramente il tuo ultimo progetto discografico? 
Dopo tanti dischi che fai, ci sono tanti rapper che si ripetono, è difficile fare album e continuate a rinnovarsi.
Che farai, dunque?
Non ho ben chiaro cosa voglio fare, probabilmente farò altro non riferito alla musica, magari rimettermi a tatuare potrei aprirmi un locale fuori dall’Italia. Per quanto riguarda la musica trovo che sia un po’ triste quando vedi quei cantanti che affievoliscono o si vendono.
Cosa è cambiato?
Quando ho iniziato a fare musica io era tutto diverso, non si sapeva ancora quale era il modo giusto di fare questo tipo di musica, gli artisti di oggi si sono trovati una strada più semplice perché avevamo già spianato il terreno noi.  Non mi trovo più con il genere che sta andando adesso, è difficile parlare il linguaggio degli ascoltatori più giovani.
Dove sta la distonia?
Il rap oggi è più pop. Quello che metto io nei dischi non è più quello che mettono oggi. Io sono fortunato perché mi è andato bene, mi piacerebbe andarmene con stile prima di degenerare.
Perché hai intitolato l’album Enemy?
É  una conseguenza agli album Guilty e Monster, come fosse una trilogia horror, il fatto che questo album esca venerdì 13…Essendo un grafico sono legato alle lettere.
Chi è il nemico?
Posso essere io, può essere chiunque si può mettere contro di me.
L’album è anticipato dal singolo Sinnò Me Moro, omaggio alla cantautrice romana scomparsa Gabrielle Ferri, raccontaci di questo brano?
Questo pezzo lo avevo campionato parecchio tempo fa, e non lo avevo mai usato. Sono cresciuto con i pezzi di Gabriella Ferri dentro casa, non parlava solo d’amore, è un tipo di musica che si avvicina di più al rap rispetto a tanta musica italiana. È stata una scelta abbastanza coraggiosa perche il pezzo non è quel solito pezzo che passa in radio, i suoni che ho utilizzato non sono così comuni all’orecchio dell’ascoltatore.
Com’è fare il rapper a Roma?
Ti da tantissimo a livello di materiale ma molto poco a livello di aiuto nella realizzazione. Le tempistiche sono più lunghe. Fai una telefonata è la risposta è: si in settimana ci aggiorniamo, poi ne parliamo…Farlo a Roma è difficile in questi termini. Se però fossi nato in un’altra città non avrei avuto queste ispirazioni, per questo dico che Roma è ricca di materiale, perché riesce ad ispirarmi.
Come hai scelto la playlist e i featuring?
Ci metto parecchio tempo a mettere in ordine i pezzi, il senso di continuità di un disco è molto importante, è importante bilanciare i pezzi a livello musicale. Oggi con l’ascolto della musica in streaming non si da tanta importanza al susseguirsi dei brani, ed è un peccato perché dietro c’è uno studio preciso. Sono partito con l’intro che è un elenco di cose che ti farà capire meglio l’album. Tutti i partecipanti a questo album si sono adattati a me, e non io a loro, ho voluto inserire delle collaborazioni nuove, con tanti giovani perché spaccano, e mi piacciono. Giustamente non hanno il mio modo di comunicare e mi piace.
Tra i feat. c’è Capo Plaza.
Ho voluto mettere in mezzo delle nuove leve. In questo brano fa un ritornello, io non sono appassionato dei ritornelli, preferisco fare le strofe, per questo ho preferito affidarlo a chi questa roba la cavalca bene, con gli amici e i colleghi ho già fatto tanti pezzi e in questo album ho voluto sperimentare.
Spesso i rapper vengono paragonati ai cantautori, cosa ne pensi di questo paragone? 
I rapper sono molto meglio dei cantautori, sono tra i pochi che scrivono e cantano, oggi i rapper sono meglio perché non cantano solo d’amore ma parlano di tutto, e scrivono loro ciò che vogliono dire.
Cosa pensi del rapporto che c’è oggi con i soldi?
Alla fine sono la cosa che tutti vogliamo, quando ho iniziato, a differenza dei colleghi di adesso, noi volevamo fare musica per fare musica non per i soldi, ora i ragazzini fanno musica per fare i soldi. Giustamente chi si vuole spaccare la schiena per tutta la vita? Soprattutto un ragazzino. Se lo fai solo per i soldi dopo un po’ ti si snatura tutto. Se ora mi proponi di fare un disco per i soldi lo posso anche fare, ma io prima ho avuto modo di fare musica per la musica. Adesso finalmente si raggiungono numeri impensabili, sono contento per loro, siamo stati sfortunati noi a nascere prima è giusto che i giovani facciano i soldi. Prima si faceva un tipo di musica che onti piaceva il rap, ora ti viene “venduto” un pacchetto carino e orecchiabile, prima non era assolutamente business ora è commercializzare il rap.
Oggi c’è il rispetto per chi è arrivato prima?
Si c’è molto rispetto, alcuni dei mie featiring mi hanno detto che sono legati con la mia musica. Se sei uno che nel 2018 ancora spacchi i giovani lo riconoscono. C’è un featuring con Rkomi, lui mi piace molto si avvicina a me, non per le liriche o rime ma per il pischello che è abbiamo potuto condividere esperienze simili. Tra i nuovi è uno di quelli che mi ha colpito particolarmente. Anche Achille Lauro ha un modo di raccontare Roma diverso dal mio è mi piace molto, mi cita anche Roma è bella dice il re.