0

Chiara Galiazzo e la musica…parla Mauro Pagani

Tutto è pronto per accoglie Nessun Posto è Casa mia, il nuovo album di Chiara Galiazzo e dietro c’è la regia di un mito della musica italiana, Mauro Pagani oltreché di autori dei quali sono orgoglioso di essere amico e si chiamano Virginio, Marco Guazzone e Giovanni Caccamo.

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Ecco il pensiero di Mauro Pagani

Chiara è arrivata in studio che si era già cercata i pezzi con una definizione che andasse oltre il cantantese, quel genere ormai così diffuso che rovina la vita a tutti. In assoluto bisogna fare le cose al meglio se poi arriva il sucesso…io definisco il successo un incidente di percorso, un buon effetto che viene se hai lavorato bene. Nell’album di Chiara ci sono tamti giovani autori: noi vecchi vampiri dobbiamo nutrirci di sangue giovane, morderci tra di noi sarebbe un dramma. Nel parco autori di questo disco c’è una bella ventata di autori che coniugano qualità e facilità di comunicazione. La canzone d’autore tende a essere un po’ di nicchia, scrivere popolare è difficilissimo. Se un pezzo sta su da solo basta semplicemente non rovinarlo. Se è vero che una canzone è qualcuno che ti racconta qualcosa, il racconto deve emozionare. Chiara è l’elemento catalizzatore di tutti questi elementi.

Mauro Pagani..ed io

Mauro Pagani..ed io

0

Sanremo 2017, vince Francesco Gabbani: l’intervista!

Francesco Gabbani vince il Festival di Sanremo 2017. Supera la favorita Fiorella Mannoia e con Occidentali’s Karma entra nell’albo d’oro del Festival. Al terzo posto Ermal Meta.

Francesco gabbani

Francesco gabbani

Dalle Nuove proposte del 2016 alla vittoria nei Big.
Per me era già un trionfo condividere il palco con artisti del clibro di Fiorella mannoia. Non mi aspettavo questa vittoria.
Ci sperava?
In un angolino del mio cuore. Sono ancora incredulo, sono gioioso ma devo realizzare. Un’altra soddisfazione in un anno speciale.
Il futuro?
Fare ancora musica con semplicità e spontaneità. E avere tante persone che si affezionano a me.
Andrà all’Eurovision a rappresentare l’Italia?
Sì.
Sanremo è amore?
Se la canzone è bella e parla d’amore nessun problema. Il problema è se parla d’amore..male.
Il momento più emozionante?
Quando ho vinto!
Il testo cosa racconta?
Una comprensione di me stesso che si estende a tutti noi ocidentali. Di base prende in giro il nostro tentativo di avvicinarsi alle culture orientali. Vanno rispettate quelle culture. Noi ci pavoneggiamo di essere acculturati.
Segue qualche filosofia?
Nessuna in particolare, voglio però informarmi. L’analisi parte da me in questo senso.
Cosa dona la musica?
Vibrazioni.

I finalisti di Sanremo 2017

I finalisti di Sanremo 2017

0

Sanremo 2017, arriva Alvaro Soler: l’intervista

Da X Factor a Sanremo, Alvaro Soler scopre la magia del Festival! E anticipa le novità del suo futuro, tra tur e nuove idee.

Alvaro Soler a Sanremo

Alvaro Soler a Sanremo

Cosa è Sanremo per lei?
E’ una nuova esperienza anche se so che è una manifestazione storica. E’ una esperienza unica esibirmi con una orchestra così importante e proporle con questa nuova veste.
Cosa farà?
Tre brani. Sono contento di essere protagonista della finale. Tra gli altri presenterò il nuovo singolo Animal.
Per chi tifa?
Michele Bravi, Lodovica Comello e Sergio Sylvestre. Tifo per loro.
E’ in arrivo il tour.
Sono pronto. Sarà una sorpresa, nuove luci e nuove situazioni. Vorrei anche scrivere nuove canzoni. In Italia sarò a il 22 e il 25 febbraio a Milano (Fabrique), il 24 febbraio Roma (Spazio 900) e il 10 marzo a Nonantola (Vox).
Altri progetti televisivi?
Farò Casa Alvaro…scherzo. XFactor è stata una grande opportunità ma ora penso alla musica.
Cosa sa di Sanremo?
Non ho mai visto il palco, è la prima volta ma quando lo ho detto a mia madre era emozionata.
Una formula universale per la musica?
Deve essere vere e serve la fortuna che venga capita. Ma se non funziona non è solo tua la colpa. Ma quello più importante è essere te stesso e fare quello che ti piace.
Lei ama le versioni acustiche…
Se funziona così poi tutto è più facile.
Cosa è la musica?
E’ sorprendere.
Dopo il duetto con Emma c’è qualche artista con cui vorrebbe duettare?
Mi piaciono i duetti. Forse con Sergio Sylvestre perchè è più alto di me!