0

E’ Orgone il secondo album di SaraSara: lo presenta a Milano

L’artista e producer s a r a s a r a, che da sempre ama spingersi oltre gli schemi, annuncia il secondo album in studio Orgone (5 luglio, One Little Indian – Audioglobe), che segue il debutto di successo Amor Fati - un disco sperimentale, che prende elementi di elettronica industriale, trip – hop. R’nB e breakbeat.

SaraSara

SaraSara


Orgone è  anch’esso peculiare a suo modo: è cantato prevalentemente in Francese e tratta argomenti come il pensiero del suicidio, l’esistenzialismo e la meditazione. L’artista ha attraversato la Manica all’inizio dello scorso anno e da Parigi si è trasferita a Margate, nel Kent (UK), dove ha scritto il disco, che vede la collaborazione, su alcune tracce, di Peter Doherty (The Libertines). Sperimentale, distintivo, e inconfondibilmente nello stile di s a r a s a r a, l’album si muove agilmente fra sensazioni e tessuti sonori a vari livelli, con una caratterizzante tenacia nel voler rimanere fedele a se stesso pur evitando di intraprendere un sentiero fin troppo battuto. È questa risoluzione che mantiene s a r a s a r a distante dalla massa.

s a r a s a r a terrà uno showcase MARTEDÌ 16 LUGLIO MILANO – SANTERIA PALADINI via Privata Ettore Paladini, 8 ingresso gratuito; inizio concerto ore 20,00

 

0

Miriam Masala, dopo La cosa Più bella ecco Ops!

Appena 25 anni, ma già un curriculum che vanta il serale di AMICI, il  successo mondiale “La cosa più bella” (brano sportivo a firma di Carlo  Nesti) ed il premio della critica come “miglior Testo” al Lunezia “Devi avere pazienza” canta Miriam Masala nel suo nuovo singolo “OPS!”, ma da come sta bruciando le tappe del successo sembra proprio che  pazientare non sia nel suo dna: infatti poco dopo precisa “La mia vita è  una giostra, in testa un Carnevale di Venezia, non sono fatta per stare  ferma”, perché è un vulcano di creatività che è difficile da contenere, come testimonia anche il videoclip che vede una Miriam trasformista, tra cambi d’abiti e pose che passano dall’ironico al sensuale.

Miriam Masala

Miriam Masala


OPS!: IL VIDEO

Miriam ha partecipato ad Amici di Maria De Filippi raggiungendo il serale, per poi pubblicare il suo primo EP dal titolo “Ancora un  po’…”: un disco d’esordio che vede tra gli autori anche il suo compagno di scuderia Matteo Becucci (vincitore dell’edizione 2009 di X-Factor). Il 2 giugno del 2015, allo Juventus Stadium di Torino, in occasione della “Partita del Cuore”, ha presentato il singolo “La cosa più bella”  composto da Giulio Filotto e scritto dal giornalista Carlo Nesti in  memoria di 3 grandi campioni dello sport: Pier Mario Morosini, Marco  Simoncelli e Vigor Bovolenta, venuti a mancare prematuramente mentre  facevano ciò che per loro era “La cosa più bella” ovvero lo sport che amavano. Un singolo importante e ricco di emozione che ha fatto il giro del mondo anche grazie alle presentazioni avvenute durante alcune tra le più attese partite della Volley World League 2015 andate in onda in mondovisione su RAI 2. In questi mesi Miriam sta componendo il suo nuovo repertorio, con la collaborazione di alcuni giovani interessanti autori e compositori del  nuovo panorama della musica leggera italiana, tra i quali Joe Foresta,  Zibba, Fabio Ferraboschi, co-autore insieme a Lei e a Matteo Becucci di  “Settembre”, brano con il quale Miriam si è aggiudicata il premio della  critica come ‘miglior Testo’ al Lunezia 2017.

0

Arianna Manca (feat. Granger) lancia Venere. Produce Zibba. Il Video

VENERE è il nuovo video di ARIANNA MANCA, fuori per Platonica e disponibile da oggi du youtube. Il brano segue il debutto di Tuttonero, che ha aperto il suo personale capitolo discografico.
 manca zibba granger
VENERE, IL VIDEO

Venere mette in equilibrio sonorità urban pop e sfumature rap, che esaltano metrica e strofe. I synth regalano ai beat contorni dal leggero gusto vintage, mentre una generale atmosfera notturna e malinconica permea il brano. Pulsazioni elettroniche sfiorano attimi di vita vissuta: “Dentro Venere ci sono le strade di Roma e un rapporto insolito che non ha mai avuto modo di funzionare. Nasconde alcuni segreti, forse inconfessabili, o forse nascosti proprio tra le parole di questa canzone.”  (Arianna Manca)

Prodotto da Zibba, che presta la sua voce per i momenti conclusivi del brano, Venerevede anche la collaborazione di Granger dei Seawards, che canta per la prima volta in italiano.

“Tempo fa ricordo di aver ricevuto una demo da Zibba con scritto ‘Che ne pensi?’. Mi sono innamorata di ‘Venere’ al primo ascolto.
È la prima volta che faccio uscire qualcosa in italiano. Sono contenta che sia proprio con questa canzone e con Arianna, che stimo moltissimo sia come persona che come artista.
Secondo me abbiamo fatto un bel lavoro, per questo ringrazio sia lei che Zibba per la fiducia.” (Granger)

“Venere è l’insieme di diverse cose. Di più anime e più cuori. Nasce da un beat malinconico e diventa uno sfogo corale.” (Zibba)