0

Cecilia per l’ep debutto sceglie un titolo forte…?

? è il debut EP di cecilia, in uscita il 25 settembre per Futura Dischi (distr. Sony Music). ? contiene i primi tre singoli MontereyKarma e Baltico oltre a due inediti: Blu e Coltrane. cecilia illumina così ancora una volta la nuova scena soul e RnB italiana, di cui è destinata sempre più a esserne portabandiera e tra gli artisti di riferimento per pubblico e critica.

Cecilia

Cecilia


“il punto è che spesso siamo solo punti interrogativi.”

Tante domande orbitano intorno alle canzoni e alla musica di cecilia: sono figlie della ricerca, dell’interrogarsi, della curiosità. E tutti questi processi interiori, che sono il germoglio delle parole e delle atmosfere eleganti dei suoi brani, si possono sintetizzare con un simbolo, semplice ma ricco di significati: ?. Orientarsi a proprio agio tra domande e immagini del passato è la chiave delle cinque canzoni dell’EP. In particolare Blu, che nella scaletta del disco riveste un’importanza particolare: il titolo si ispira all’espressionefeeling blue, usato da chi si sente giù di corda ma spesso senza saper dare una ragione precisa per il proprio stato d’animo. “Ascoltando Blu mi viene in mente uno di quei momenti nei quali ripenso a come sarebbe potuta andare una storia passata e la malinconia che ne consegue”.

Tutto il sound dell’EP è avvolto da un’eleganza malinconica, che veste a perfezione tutti momenti di introspezione e di riflessione.

? è una domanda, tante domande. Ma accanto a queste c’è una certezza: cecilia è pronta.

TRACKLIST & CREDITS
1. Monterey / 2. Karma / 3. Baltico / 4. Blu / 5.Coltrane
Scritto da Cecilia Del Bono
Prodotto da Danny Bronzini e Giuseppe Petrelli

cecilia, cresciuta in un viaggio senza fine tra il soul e i grandi classici italiani, accompagnata da pianoforte e chitarra. La prima meta è l’Università di Bedfordshire, dove consegue il titolo di Bachelor of Arts. Gli ascolti e le influenze sono sempre più internazionali, ma non silenziano il richiamo alla madrelingua. Nasce così una personalissima sintesi fatta di sperimentazione e ricerca musicale e personale.

I primi due singoli, Monterey e Karma, usciti per Futura Dischi lo scorso dicembre 2019 e marzo 2020, rispecchiano a pieno questo percorso riuscendo ad adattare la lingua italiana a sonorità internazionali quali l’r’n’b e l’urban pop.

L’inserimento di questi ultimi nelle playlist Nuovo R&B Italia (dlso.it), Italia (Undamento), Italian Soul Summit (Totally Imported), New Italian R’n’B (Italia Music Export) dimostrano l’appartenenza a questi generi.

0

Elasi il singolo apripista è Valanghe

Una danza liberatoria e trascinante nel fuoripista di questo mondo veloce. Un invito colorato a lasciarsi andare e farsi travolgere da idee coraggiose, passioni viscerali e amore, quello più puro e autentico.

Elasi (credi Chiara Quadri)

Elasi (credi Chiara Quadri)

Esce venerdì 18 settembre “Valanghe”, il singolo che anticipa “Campi Elasi,” l’Ep di esordio di ELASI, uno dei talenti più originali e cristallini del panorama musicale italiano, in uscita a fine ottobre per Never Ending Mina con distribuzione di Artist First. La traccia, prodotta dalla stessa Elasi insieme a Stabber, è un mix di tessuti elettronici, groove dance ed etnici, arrangiamenti vocali psichedelici, chitarre non convenzionali, tabla e canti sufi del maestro indiano Kamod Raj. Il risultato è un caleidoscopico cocktail musicale, che assorbe e reinterpreta le influenze più disparate e provenienti da ogni dimensione artistica. Un sound che mescola pop, funk, disco e mille altre sfumature, frutto di una curiosità musicale insaziabile e di un’energia creativa irresistibile. Elasi ama esplorare suoni che arrivano dai mondi più disparati: ecco perché in ogni traccia dell’Ep c’è sempre l’intervento musicale di un artista proveniente da qualche punto lontano del pianeta, con il quale ha lavorato in remoto via web. “Valanghe” è una finestra magica sul mondo surreale, colorato e squilibrato di ELASI. Un universo variopinto, onirico e pieno di meraviglie, dal quale non si può fare altro che lasciarsi avvolgere e conquistare.

 Da che posto arriva ELASI? Da Alessandria (d’Egitto?), da un frutteto cubano, da una sala giochi di Tokyo, da un quartiere berlinese o da dove? Sicuro da tanti luoghi del globo provengono i ritmi esotici, le strobo, gli strumenti etnici e le sperimentazioni digitali, che lei ha ascoltato, toccato, interiorizzato e fatto esplodere nelle sue produzioni. Tutto si fonde nello strambo mondo in cui ELASI immerge tanto la sua musica quanto se stessa: mescola, corre e rincorre le esperienze e le contaminazioni (s)co(i)nvolgenti dei suoi “trip” reali, virtuali e mentali. Quindi da dove arriva ELASI? Da ovunque chi abbia la curiosità di ascoltare si riesce a lasciare trasportare. Di certo il suo mondo è pop, ma ha confini geografici fluidi e si mixa in mille stili (dalla bossa al funk dalla disco all’afrobeat). Con una formazione di chitarra classica al Conservatorio Vivaldi (Alessandria), di produzione musicale in uno studio di Los Angeles, ELASI si è esibita sui palchi di importanti realtà italiane (Blue Note, MI AMI Festival, Home Festival…) e ha vinto borse di studio e premi per il suo progetto artistico (Bando ORA!X, Miglior canzone e miglior arrangiamento al Bindi, artista del mese su MTV New Generation, Berklee Umbria Jazz Clinics…). Tra il 2019 e il 2020 pubblica quattro singoli (Benessere, Vivo di Vividi Dubbi, Si Salvi Chi Può e Continenti) e presenta il suo progetto “CHI”, performance crossmediale di videoarte, realtà aumentata e musica arrangiata a distanza in remoto con musicisti da 7 diversi paesi del mondo. “Valanghe” è il suo nuovo singolo che anticipa l’Ep d’esordio “Campi Elasi”, in uscita a ottobre 2020 per Never Ending Mina con distribuzione di Artist First.

0

Charlie Risso il nuovo singolo è onirico e si chiama Dark

Un viaggio tra sogno e materia sospeso in un limbo conturbante fatto di dream pop, folk e indie rock, guidato dalla voce di una sirena ammaliante. Mentre il mondo è immerso in un tornado di luci e tenebre.

Charlie Risso

Charlie Risso


Esce oggi 15 settembre 
Dark, primo singolo che anticipa TORNADO, secondo disco di Charlie Risso prodotto da Mattia Cominotto (Meganoidi, Tre Allegri Ragazzi Morti) e dall’arrangiatore Tristan Martinelli in uscita a dicembre  2020 per la label Incadenza. Guardalo qui: https://youtu.be/_oB4p8_Es7U

A quattro anni di distanza dal suo album d’esordio Ruins of Memories, la cantautrice genovese torna allo scoperto con otto brani che spingono più in là la sua poetica indie folk e che la portano a sperimentare con altri suoni e nuove emozioni.

Attiva fra la sua città natale, Milano e Londra, Charlie Risso è un’artista cosmopolita che è riuscita a ricamarsi addosso un sound ammaliante e malinconico dove country, folk e pop si compenetrano senza sforzi e senza inganni. Perfettamente bilingue, l’inglese nelle sue canzoni conferisce al progetto un respiro internazionale, permettendo a Charlie di poter annullare qualsivoglia confine geografico o limite musicale e di rendere riduttiva la stessa definizione di ‘cantautrice’.

Senza timore di sperimentare con i generi, Charlie attinge dalla tradizione rock e (dream) pop per caricare di elettricità un animo folk e country che sembra provenire da altri decenni e dalla tradizione popolare britannica e celtica. Come se Nick Drake duettasse con Lana Del Rey su un disco dei Mazzy Star.

Il video di Dark, diretto dal regista Marco Pellegrino (Piero Pelù,  I Ministri), è un viaggio circolare, una caduta continua nell’oscurità di un sogno. Un percorso fantastico attraverso molteplici stanze abitate da elementi surreali dal sapore buñueliano. L’immagine di Charlie proiettata su diverse superfici conduce lo spettatore attraverso le stanze, mentre la sua voce morbida si muove algida su un ritmo cadenzato a mo’ di battito cardiaco.

Il videoclip è stato girato in periodo di quarantena e Charlie ha girato le immagini di sé stessa con il cellulare.