0

Ani Disha canta gli amanti al tempo del covid, sono A Stretta Distanza

Esce “A Stretta Distanza”, il nuovo singolo della giovane cantante Ani Disha. Il brano che racconta come due persone possano sentirsi tanto vicine e legate nonostante la distanza e l’impossibilità di abbracciarsi o avere un contatto. La canzone immagina l’incontro effettivo con la persona desiderata.

Ani Disha

Gli ascoltatori potranno immedesimarsi in questo racconto proprio perchè l’idea è stata quella di renderlo il più universale possibile, così da lasciar che sia il pubblico che ascolta a immaginare la situazione e la persona a cui è riferito. “A Stretta Distanza” rappresenta soprattutto le situazioni vissute da molti amanti negli ultimi due anni, ma fa anche riferimento a tutte quelle relazioni che per motivi di lavoro o familiari vengono vissute a distanza. Il brano è stato scritto da Ani, Gloria Piccinin e Nefra ed è prodotto da Valentino Favotto, pianista di Riccardo Fogli.

Il videoclip del brano è stato girato a Gorizia nello studio di Simone Vrech “BASE 2 FACTORY” con una tecnica innovativa chiamata “virtual production”. Hanno collaborato a questo video Benedetta Agostinis e Vito Colangelo, ballerini di contemporaneo e latino, Alessandro Galliera come video assistant e Marta Masolini nel ruolo di make-up artist.

Ani Disha è una giovane cantante classe ’96, nata in Albania e cresciuta a Bagnarola (PN). A 13 anni si avvicina alla musica e alla propria voce, nello stesso periodo inizia i suoi primi live. Nel 2017 è stata semifinalista a Castrocaro e ad Area Sanremo, presenziando a quest’ultima anche nelle edizioni ’18 e ’21. Dopo vari concorsi che la vedono premiata in più occasioni, apre il concerto di Claudia Faniello durante il meeting di OGAE ITALY. Nell’estate 2021 prende parte al talent televisivo The Coach, attualmente in onda su 7Gold. A inizio 2022 inizia la collaborazione con Sorry Mom! e pubblica il primo singolo “A Stretta Distanza”.

0

Sara Laure racconta la Prima Donna che insegue i suoi sogni

Intensa, raffinata e sensuale, Sara Laure torna, dopo l’esordio nel 2020 con “Ma Force”, con “Prima Donna” (Cosmophonix Artist Development), il suo nuovo singolo.

Sara Laure

Nato dalla penna elegante e sensibile della giovane artista italo-africana tra le suggestive atmosfere che regala la notte, il brano è un ritratto autobiografico su cui si riversa l’arcobaleno emotivo di Sara Laure, uno spaccato di vita che, attraverso la sua straordinaria caratura vocale, piena e avvolgente, ed una capacità di giungere al cuore con immediatezza e autenticità, si fa spazio in punta di piedi, ma al tempo stesso con la dirompente irruenza della verità, nell’anima del pubblico, che ne rimane colpito e affascinato sin dal primo ascolto.

L’innovativa fusione sonora tra R’n’B, Soul ed elettronica, curata dal genio creativo del team mantovano, unita al seducente connubio tra italiano e francese del testo, fanno da cornice perfetta alla narrazione, sentita e sincera, di una serie di vicissitudini che l’artista ha scelto di raccontare per dar voce a tutte le persone, in particolar modo alle donne, che ancora oggi si ritrovano bersaglio di una fazione della società che le umilia e le denigra, giudicandole ed etichettandole semplicemente perché “diverse”.

“Prima Donna”, il cui titolo non simboleggia egocentrismo, narcisismo e prevaricazione, bensì designa la volontà di seguire i propri sogni, le proprie inclinazioni e le proprie aspirazioni, anteponendoli a pregiudizi ed illogiche sentenze, vuol essere un’armonica carezza e al contempo un energico incoraggiamentoa spezzare le catene dell’arroganza, della malignità e della prepotenza, con la forza dell’impegno, della dedizione e dell’amore verso se stessi, perché è solo concedendosi il permesso di brillare, che potremmo tornare a risplendere – «ho bruciato l’oscurità» -, a prescindere dalle ferite e dalle sofferenze che l’ostilità altrui, molto spesso priva di una reale motivazione, ci ha causato – «tante lacrime ho dovuto versare per far emergere il diamante reale».

«Con questo brano – dichiara l’artista -, scritto nel cuore di una manciata di notti, vorrei ispirare tutti coloro che sono vittime di bullismo e che non hanno nessuno che crede nelle loro capacità, nemmeno la famiglia, facendo capire a queste persone che ce la possono fare, perché, alla fine, l’unica cosa che conta è seguire e portare in essere ciò che ci rende felici, che ci fa stare bene. L’unica persona che deve credere fino in fondo ai propri sogni, è quella che abbiamo dentro».


Una mappa di note, ritmo e sentimenti, che ci invita ad intraprendere il cammino più entusiasmante ed emozionante della nostra vita, quello che tra ostacoli, bivi, deviazioni, tempeste e mareggiate, ci conduce ad un’unica meta, la scoperta e la realizzazione della nostra vera essenza.

0

Misstake è la Diva che ci porta tra sacro e profano

E’ disponibile in rotazione radiofonica “DIVA”, il nuovo singolo di MISSTAKE, già  disponibile sulle piattaforme di streaming dall’8 gennaio.

Misstake

Vulcanica e stravagante, Misstake è certamente un personaggio iconico nel mondo del Rap e del Pop italiano molto popolare soprattutto su Youtube, Tik Tok, Instagram con diverse migliaia di follower. “Diva” è un viaggio multisensoriale che spazia tra il sacro e il profano da ascoltare ad occhi chiusi distesi a letto, spogli da ogni corazza dopo una doccia calda. Il corpo femminile valorizzato solo attraverso una vocalità calda e sensuale.Spiega l’artista: “Diva è l’inizio del viaggio verso la libertà d’espressione. In questo brano mi spoglio senza togliermi i vestiti.” Misstake è stata vittima di Revenge Porn e ha aperto in seguito un profilo su Only Fans. Racconta: “Piuttosto che farmi sottomettere da una persona che voleva farmi del male ho deciso di postare tutte le mie foto su Only Fans lottando per la libertà d’espressione del nudo femminile e anche maschile cercando di far passare il messaggio che la l’essere nudi è completamente un processo naturale e che quando giudichiamo qualcuno perché nudo lo facciamo solo per dei retaggi culturali che abbiamo assimilato nel corso degli anni. Il concetto quindi è quello di sensibilizzare le persone alla libertà individuale (sia femminile che maschile)”.Il video nasce dal talento di Paolo Bianconi e dalla visione futuristica di Davide Morelli. E’ stato fatto un lavoro di ricerca di 3 settimane per trovare immagini adatte e colori perfetti per esprimere la lotta delle donne che ogni giorno combattono con le unghie e con i denti per avere un ruolo fondamentale nella società. Ha collaborato al video anche la make up artist Amina Binda.

Misstake si affaccia al panorama musicale nel 2011 pubblicando singoli e featuring con importanti artisti italiani come Vacca, Sud Sound System, Laioung, Nex Cassel. Grazie a questa unione d’intenti il canale Youtube di Misstake supera il milione di visualizzazioni, dando vita così ad un un appuntamento fisso che prevede dei freestyle settimanali che raggiungono le 100.000 visualizzazioni.

Dopo varie tournée in Italia (soprattutto in Toscana, a Bari, in Sicilia, a Salerno, in Veneto e in Friuli), ha cantato all’Hip Hop Tv Music Festival e ha aperto il concerto di Fedez, Fabri Fibra, Shade, Bigfish, Nitro, Vacca, Jamil, Babaman, Noyz Narcos, Emis Killa. Ha anche fatto da vocalist ai primi eventi MAMACITA, nei quali ha curato anche la parte marketing. Le produzioni musicali sono curate interamente da The Ross. Misstake riesce ad equilibrare il suo lato artistico e il suo grande spirito imprenditoriale, tanto da renderla una perfezionista che cura ogni aspetto dei suoi progetti in prima persona.