0

Alessandro Mannarino, arriva il primo disco live: Apriti Cielo!

Uscirà il 20 ottobre Apriti Cielo Live, il primo album dal vivo di Mannarino registrato in giro per l’Italia durante l’estate, che celebra il fortunatissimo tour da oltre 100.000 paganti, successo che conferma l’outsider del panorama musicale italiano come uno degli artisti più seguiti e apprezzati.

La cover di Apriti Cielo Live di Alessandro Mannarino

La cover di Apriti Cielo Live di Alessandro Mannarino

La preziosa confezione digipack conterrà un doppio CD con le canzoni dell’ultimo disco in versione live, i classici del repertorio di Mannarino, alcuni brani riarrangiati e l’inedito FATTE BACIA’, oltre che la versione studio di APRITI CIELO, album certificato ORO, che ha debuttato al 1° posto della classifica dei dischi più venduti.  Il fronte sonoro di questa produzione live è a dir poco impressionante: 12 musicisti polistrumentisti, con oltre 30 strumenti provenienti da tutto il mondo, hanno saputo esaltare le mille anime di Mannarino. Le percussioni e la batteria sono state l’elemento trainante dell’APRITI CIELO TOUR. Le prime suonate dal brasiliano Mauro Refosco, conosciuto per essere il percussionista dei Red Hot Chili Peppers e della band Forrò in the dark, per aver suonato con David Byrne e Brian Eno e per essere parte del super gruppo Atoms for Peace (composto da Thom Yorke dei Radiohead, Flea dei Red Hot Chili Peppers, Nigel Godrich, Joey Waronker). Alla batteria uno dei più apprezzati musicisti italiani, Puccio Panettieri, che vanta collaborazioni con i più importanti artisti italiani. Alle chitarre Alessandro Chimienti che accompagna Mannarino dal 2009 e che in questo tour ha suonato anche guitalele, banjio, chitarra portoghese e ronroco. Alle chitarre Giovanni Risitano e alla chitarra classica, cavaquinho Paolo Ceccarelli. Al basso e contrabbasso un altro elemento storico della band, Nicolò Pagani. Alle tastiere, fisarmonica e programming Mauro Menegazzi. Alla tromba e flicorno Antonino Vitali, al trombone Giuseppe Liggieri mentre Renato Vecchio ha suonato sax, flauto traverso, flauti indiani, shalumeau, duduk armeno e tanti altri. Al violino Lavinia Mancusi che insieme a Simona Sciacca, con Mannarino dagli esordi, sono le voci femminili del live.

0

“Al monte” con Alessandro Mannarino

A tre anni di distanza dall’ultimo album e dopo aver collezionato sold out in tutta Italia con i tour successivi, il 13 maggio Alessandro Mannarino torna sulle scene con “Al monte” (Leave srl/Universal Music), l’atteso terzo disco di inediti che dall’11 aprile verrà anticipato, in radio e negli store digitali, dal singolo “Gli Animali”.

Alessandro Mannarino

Alessandro Mannarino

Così commenta l’album Mannarino: “Gli animali ci somigliano? O siamo noi che somigliamo a loro? E in questa corsa a mangiarsi, annusarsi, inseguirsi, sbranarsi, ci sarà un modo per salvare la pelle? Forse si, dice il veridico e in buona salute nonno Mannarino, la vera voce del Patriarca, che spiega al nipote come debban fare i pesci a non farsi prendere all’amo “bisogna saper distinguere la luce delle stelle da quella delle lampare”. Perché si somigliano, ma sono diversissime. E non solo per i pesci…”.

Questa la tracklist di “AL MONTE”: “Malamor”; “Deija”; “Gli Animali” ; “L’Impero”; “Scendi giù” ; “Gente”; “Signorina”; “Al Monte”; “Le Stelle”.

Oltre 40mila copie vendute con i due album precedenti, “Bar della rabbia” (2008) e “Supersantos” (2011). Premio Gaber e Premio Siae come miglior artista emergente. Due partecipazioni al Concertone del Primo Maggio. Un tour negli Stati Uniti e in Canada (insieme a Subsonica e Negrita). Autore dell’arrangiamento della sigla di Ballarò e della colonna sonora del film di Rolando Ravello “Tutti contro Tutti”, vincitrice al Magna Grecia Film Festival.