0

Alice parte con Redeem

Redeem è il primo singolo di Alice estratto dal suo EP, in uscita ad autunno, distribuito dalla Warner Music Italia arrangiato e prodotto da Michele D’Elia con la direzione esecutiva di David Marchetti (Ghiro Records).

La cover di Redeem di Alice Traini

La cover di Redeem di Alice Traini

Il brano parla di evasione, del desiderio di abbattere i propri limiti e le barriere autoimposte dalla società: “…hai mai desiderato di vivere un’altra vita…” è la frase del testo che raccoglie in modo chiaro tutto il significato del messaggio del pezzo. Alice Traini, classe 1992 inizia ad appassionarsi di musica sin da piccolissima, crescendo con l’animo Ryhtm and blues. All’età di 18 anni si trasferisce a Londra dove inizia a seguire delle lezioni di canto con importanti vocal coach. Tornata a Roma, frequenta una scuola di Performing Arts, affinando le sue abilità in danza, canto e recitazione. Nel 2014 entra a far parte del cast del musical “Madam Senator” di Mario Fratti; in cui interpreta una delle protagoniste. Subito dopo firma il suo primo contratto discografico con la Ghiro Records, capitanata dal noto produttore David Marchetti. Il 15 Luglio 2014 esce il suo primo singolo, in inglese, “Without Love”, un brano pop-dance, arrangiato dal produttore artistico Michele D’Elia. Nel febbraio 2015 Alice vola in Irlanda dove lavora ad un suo video con Emmet O’Brien; il produttore del pluripremiato video di Hozier, “Take me to church”, e Ross Carey. Nel 2016 esce il suo secondo singolo ” Redeem” in distribuzione Warner.

0

Naturalmente Pianoforte 2016, c’è (anche) Rachele Bastreghi

La nuova edizione di Naturalmente Pianoforte si svolgerà dal 21 al 24 luglio nella suggestiva cornice di Pratovecchio Stia (AR) e sarà inaugurata il 21 luglio dai concerti gratuiti di Rachele Bastreghi dei Baustelle e di Laura Fedele, in Piazza Tanucci a Stia. Il 22 luglio, invece, in Piazza Vecchia di Pratovecchio farà da sfondo all’esclusivo concerto della cantautrice Alice e del pianista Michele Fedrigotti.

Rachele Bastreghi

Rachele Bastreghi

Per quattro giorni, il pianoforte sarà il punto di osservazione per raccontare la musica e per sviluppare un progetto di socialità e comunicazione. Tra concerti, workshop, improvvisazioni, grandi professionisti e semplici amatori, il comune di Pratovecchio Stia, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna – inteso come cuore del Casentino e centro di bellezze naturali, storiche, enogastronomiche – confermeranno e ribadiranno la loro attitudine di luogo dedito all’ospitalità e all’incontro, crocevia di artisti, appassionati e semplici curiosi del turismo culturale. Durante la manifestazione decine di pianisti suoneranno i 19 pianoforti collocati nelle strade e nelle piazze dei due borghi e presso luoghi particolarmente suggestivi come la Pieve di Romena, il Castello di Porciano, il parco fluviale del Canto alla Rana, la Frazione di Valagnesi, per 4 giorni di musica non-stop. Musica, come lingua, come segno, come funzione vitale da originare e plasmare attraverso il pianoforte, sempre nell’intento di valorizzare con l’invasione nella musica un contesto di paesaggio e architettura irripetibili. Naturalmente Pianoforte non è solo una kermesse pianistica: alla parte più strettamente musicale sono collegati altri progetti (come “I Sapori del Casentino”, “Il Piano Condiviso”, “Piccoli Piani”, “Pedalando Naturalmente Pianoforte”) che hanno lo scopo di promuovere e valorizzare la valle e i suoi prodotti. L’Associazione ‘PratoVeteri’, forte del successo di “PianoForte-musica sostenibile nell’Appennino toscano” del 2012 e del 2014, è l’organizzatore della terza edizione dell’evento, ora con la denominazione di “Naturalmente Pianoforte” e la nuova Direzione Artistica di Enzo Gentile, giornalista, critico musicale e docente universitario.

0

La Dolce Vita…un musical per Telethon

“La Dolce Vita: la musica del cinema italiano”, il più prestigioso omaggio mai realizzato alle colonne sonore del cinema italiano, arriva a Milano lunedì 30 novembre all’auditorium Fondazione Cariplo, concerto per Telethon.

Alice

Alice

Il format attinge al ricco catalogo di musica da cinema del Gruppo Sugar per dare vita a uno spettacolo di grande impatto emotivo in cui le colonne sonore più rappresentative dei grandi capolavori italiani sono eseguite dal vivo  dall’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, diretta dal Maestro e compositore di fama internazionale Steven Mercurio. I brani del concerto – composti da Nino Rota, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Nicola Piovani e molti altri grandi maestri della musica da cinema – sono tratti da film che con le loro musiche hanno fatto la storia del grande schermo: 8 ½, La Dolce Vita, Amarcord, Il Postino, il Gattopardo, Nuovo Cinema Paradiso e La Vita è Bella, nei nuovi  straordinari arrangiamenti e orchestrazioni di William Ross. Sul palco, insieme all’orchestra grandi solisti quali Alice, Morgan, Tosca, Federico Paciotti, che arricchiscono le serate con suggestive performance. Special Guest dello spettacolo Raphael Gualazzi. Durante il concerto-evento lo spettatore è proiettato in un vero e proprio viaggio musicale accompagnato dalle immagini originali create da Giuseppe Ragazzini che richiamano, attraverso la musica, le storie dei vari film e i diversi stati emotivi che suscitano. L’elemento unico dello spettacolo è infatti quello di ribaltare il rapporto tra immagini dei film e colonna sonora, in cui, generalmente, la musica è al servizio delle immagini. In questo caso, invece, sono le straordinarie animazioni di Ragazzini, pittore, scenografo e visual-artist, ad accompagnare le coinvolgenti colonne sonore eseguite dal vivo, creando una sintesi emotiva che porta lo spettatore a rivivere i tanti e diversi film evocati. A firmare la regia è Giampiero Solari che arricchiste con la sua creatività l’eccellenza assoluta dell’evento e alterna i visuals con immagini di repertorio scelte grazie alla collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà che nel 2014 ha celebrato i suoi 90 anni. Il format è stato inaugurato con grande successo a New York il 16 e il 17 Settembre 2014 nell’elegante cornice dell’Avery Fisher Hall del Lincoln Center for the Performing Arts (tra il pubblico anche un entusiasta Woody Allen). Per la prima volta in 173 anni, la NY Philharmonic ha dato il via alla sua stagione con un evento dedicato alla musica del cinema italiano. Ospite d’onore dell’evento americano Martin Scorsese, celebre regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico, padrone di casa di una serata tutta italiana.