0

Piuma Makes Noise, tra electro e trip hop il nuovo album

Disponibile da venerdì 20 gennaio negli store digitali, il nuovo album omonimo dei Piuma Makes Noise pubblicato per Dirty Box Records con distribuzione Artist First (https://itunes.apple.com/us/artist/piuma-makes-noise/id1174403566).

Piuma Makes Noise

Piuma Makes Noise

GUARDA IL VIDEO di MOON

La formazione romana composta da Denise Cash (voce), Glauco Strina (chitarra), Gianluigi Guadagno (basso), Marco Maracci (tastiere, synth e programmazione) ha racchiuso nelle dodici tracce un album dal respiro internazionale: dalla drum’n’bass, passando per l’electro, arrivando al trip hop e sfiorando hip hop, rock e pop. La voce di Denise in primo piano su ritmiche incalzanti e distorsioni elaborate, dove tra chitarre, tastiere e synth c’è spazio anche per un sax dal sapore jazz. Difficile il paragone con altre band, proprio perché il quartetto romano forgia suoni,  idee ed atmosfere cariche di beat orecchiabili, senza mai scendere a compromessi con il pop più commerciale. La componente analogica è altissima, anche se talvolta si ha la sensazione di trovarsi in un mondo del tutto elettronico. Il lavoro della chitarra è continuamente incrociato con quello dei synth e delle tastiere, tanto che spesso è difficile distinguerli. Nei testi -tutti in inglese- si ritrovano storie personali, citazioni letterarie e qualche monito di carattere sociale. L’uscita del disco è stata anticipata dal singolo Hinara, al quale succede Moon.

0

Giuni Russo, infinita fonte d’amore

Esce oggi, venerdì 18 novembre, Fonte d’amore, l’esclusivo progetto musicale che celebra i più grandi successi, e non solo, della straordinaria cantautrice Giuni Russo, contenente 4 dischi mai pubblicati in versione CD, tra cui uno di inediti, arricchiti da un libretto fotografico.

Giuni Russo

Giuni Russo

In uscita per l’etichetta GiuniRussoArte e distribuito da Artist First, Fonte D’amore accompagna l’ascoltatore in un viaggio nel tempo, attraversando i meravigliosi anni ’80 con i dischi “Giuni” (1986) e “Album” (1987), di cui si celebrano i 30 anni dalla loro prima pubblicazione, per poi passare agli anni ‘90, rappresentati al meglio con l’album “Il ritorno del soldato russo”, pubblicato solo in versione vinile nel 2014 e contenente, tra gli altri, il brano “Le tue parole” e il provino originale del brano “Morirò d’amore”, struggente canzone che Giuni portò a Sanremo nel 2003 e diventata in seguito suo testamento spirituale. La vera sorpresa di Fonte d’amore è il quarto e ultimo disco contenuto nel cofanetto: “Sharazād”! Si tratta di un album composto da 8 inediti, frutto della produzione di Maria Antonietta Sisini di alcuni brani registrati da Giuni Russo in demo versions e mixati nel 2016 da Pino Pinaxa Pischetola.

Di seguito la tracklist del disco di inediti “Sharazād”: “Sharazād”, “Giochi di nuvole”, “Vestale”, “Fonte d’amore”, “E si perde”, “Fonti mobili”, “Senza ragione” e “Maria Guadalupe”. A corredo dell’esclusivo cofanetto, un libretto fotografico di oltre 30 scatti inediti che ritraggono l’artista in fasi diverse della sua esistenza, cogliendola in momenti personali, in solitudine o insieme ad amici, artisti e compagni di vita. Fonte d’amore è dedicato alla memoria di Carlo Bixio, editore, produttore e caro amico di Giuni Russo, colui che è stato determinante per la sua carriera artistica e che ha reso possibile nella seconda metà degli anni ‘80 il suo ritorno sulle scene discografiche con la pubblicazione dei dischi “Giuni” e “Album”. GiuniRussoArte è un’associazione, senza fini di lucro, fondata da Maria Antonietta Sisini nel 2005 per salvaguardare e promuovere il patrimonio artistico e culturale della cantautrice Giuni Russo, scomparsa nel 2004.

0

Sarò tua, è la promessa (vocale) di Alea

E uscito su etichetta Flagship Records e distribuito da Artist First, il singolo “Sarò tua” che segna il debutto di Alea, al secolo Alessandra Zuccaro, cantautrice e talentuosa performer pugliese, allieva dell’insegnante di canto Elisabetta Guido e vincitrice del concorso indetto dal Creative Music e dall’accademia Damus.

Alea una e trina nel video

Alea una e trina nel video

Il singolo di Alea, “Sarò tua”, pubblicato su etichetta Flagship Records e distribuito da Artist First, è un brano scritto da Alea, con la produzione artistica di Giorgio Mongelli ed è stato registrato allo studio Harmonium Records di Lecce e masterizzato a Milano al 96Khz di Marco D’Agostino. Nel brano hanno suonato da Giorgio Mongelli, Paolo Preite e Marco Menna che ne è anche l’arrangiatore insieme a Giorgio Mongelli. Il singolo è accompagnato dall’uscita di un videoclip con la regia e il montaggio di IsMo e prodotto dalla Mediterraneo Cinematografica s.r.l. E’ stato girato interamente presso Le Tenute Mosè di Alezio.