0

Nomadi, il tributo ad Augusto e la solita, magica estate in tour

“Così sia – XXIV Tributo ad Augusto”, è un album doppio che contiene venti canzoni dei Nomadi più un inedito, interpretato dall’attuale formazione: Beppe Carletti (tastiere), Cico Falzone chitarra), Daniele Campani (batteria), Massimo Vecchi (basso e voce), Sergio Reggioli (violino) e Cristiano Turato (voce).

I Nomadi

I Nomadi

Questo cd vuole essere un omaggio ad Augusto Daolio a 24 anni dalla sua scomparsa. Il filo conduttore è un concerto e i brani ripercorrono l’energia e l’intesa con il pubblico che caratterizza ogni evento del gruppo. Preceduto dal singolo “COSÌ SIA”, unico inedito, in rotazione radiofonica dal 29 aprile 2016. “COSÌ SIA” è stato registrato negli studi Segnali Caotici di Reggio Emilia e a Borghetto di Noceto (PR) e masterizzato presso lo Sterling Studio di New York da Ted Jensen. Gli altri venti brani sono stati registrati a Novellara il 20 e 21 febbraio 2016 e masterizzati al Creative Mastering di Forlì da Stefano Cappelli. Sono da segnalare in particolare “STATALE 17”, “IL PAESE DELLE FAVOLE”, “20 DE ABRIL” tre brani mai inseriti su supporto dall’attuale formazione. Il disco è distribuito da Artist First di Claudio Ferrante.

Nomadi in Tour, estate 2016
11/6 MESTRINO (PD) Area Impianti Sportivi – € 20,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 12 anni

16/6 SAN VITO CHIETINO (CH)
Piazza Garibaldi – gratuito

19/6 CASTEL SARACENO (PZ)
PIAZZA PIANO DELLA CORTE

25/6 CANEZZA (TN)
Area Feste-via per Mala – Valle Mocheni € 20,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

26/6 PORDENONE
CONCERTO PRIVATO AZIENDA TRASPORTI

28/6 PALAZZOLO ACREIDE (SR)
Piazza Umberto I – GRATUITO

1/7 MISANO ADRIATICO (RN)
Piazza Repubblica – Notte Rosa. Ingresso gratuito

2/7 CASTELDAZZANO (VR)
Villa Violini Nogarola Castello – € 20,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 12 anni

9/7 LIVRAGA (LO)
Campo Sportivo € 20,00
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

10/7 OLEVANO LOMELLINA (PV)
Piazza della Libertà 7 € 15,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 6 anni

15/7 RABBI (TN)
Area Verde – Rabbi Fonti – € 20,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

16/7 CUSSANIO (CN)
Centro Sportivo – prezzo non ancora comunicato

23/07 JESOLO LIDO
Piazza Torino – gratuito

3/08 CASTORANO (AP)
Campo sportivo – € 17,00+ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

4/8 LONGOBUCCO (CS)
Piazza Matteotti – gratuito

6/8 MASONE (GE)
Piazza Castello – € 19,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

12/8 ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
Parco del Borsacchio – Gratuito

15/08 LUGNANO IN TEVERINA (TR)
Campo Sportivo – ingresso gratuito

16/08 ALBINIA (GR)
LOC. TORRE SALINE Via SS Giannella Ore 21,30 – prezzo da comunicare

17/8 COLLE SAN MAGNO (FR)
Campo Sportivo €11,50+ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

26/8 ZERO BRANCO (TV)
Teatro Tenda – prezzo da comunicare

27/8 CASTAGNOLE DELLE LANZE (AT)
Piazza San Bartolomeo – € 18,00 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

28/8 RAVENNA
Area esterna Pale De Andrè € 15 + ddp
Bambini ingresso gratuito fino a 10 anni

7/9 CARIATI MARINA (CS)
Porto – ingresso gratuito

15/09 SORIANO CALABRO (VV)
PIAZZA SAN DOMENICO
INGRESSO LIBERO ORE 22,00

0

Beppe Carletti ci porta alle origini dei Nomadi

L’indimenticabile Augusto Daolio è l’interprete di questo disco che ripercorre dieci fra i brani più significativi e suggestivi dei Nomadi di Augusto e Beppe. Tutti i brani sono stati rivisitati.

Beppe Carlenti e Augusto Daolio in una foto d'epoca

Beppe Carletti e Augusto Daolio in una foto d’epoca

Nel 1963 ebbe inizio questa avventura straordinaria ed unica per desiderio di due ragazzi di sedici anni, sono passati 52 anni è la storia che loro hanno iniziato è ancora realtà (oltre 90 concerti all’anno, più di 100 fan club in tutta Italia). Forti emozioni segnano l’ascolto di questo cd grazie alla voce di Augusto, alle sue interpretazioni, al suo timbro che non ha eguali: “Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare il mio sogno e quello di Augusto” (Beppe Carletti). Il disco è prodotto da Beppe Carletti è distribuito da Artist First.

0

Nomadi, un disco che lascia il segno

Lascia il segno il nuovo disco dei Nomadi. Il primo di inediti da tre anni, da quel Terzo tempo che aveva segnato l’ingresso nella band, come vocalist, di Cristiano Turato. Forti di oltre 50 anni di storia, i Nomadi possono permettersi, più di altri, una onestà intellettuale e uno sguardo sul presente disincantato e realista. Che si legge nei testi. Ho intervistato Beppe Carletti, l’anima della band, nomade da sempre.

I Nomadi in concerto

I Nomadi in concerto

Carletti come sta?
Bene, arrivo da Buenos Aiores dove vado ogni volta che posso. E’ un luogo che mi fa stare bene.
Quando un disco di tango?
Non esageriamo. Vado nelle milonghe, quelle frequentate da argentini. Chi lo suona è un professionista, sono bravissimi.
Parliamo di Lascia il segno?
Volentieri.
Rubano le fate è un attacco al potere delle banche: è la prima volta che qualcuno osa così tanto in Italia.
   Non ci vedo nulla di strano, non abbiamo scoperto l’acqua calda, abbiamo semplicemente scritto quello che succede.
La canzone parla di ricatto…come possiamo difenderci?
E’ una canzone molto realista, noi siamo in mano loro. Decidono quanto pane al giorno ci è concesso mangiare e se bere un bicchiere di lambrusco o soltanto acqua. Sono pronto a scommettere che è un brano che dal vivo ci chiederanno.
Come ci salviamo?
Basterebbe togliere loro una parte del potere che esercitano. Non danno 5mila euro a un operaio perché ha un lavoro saltuario ma concedono cifre folli alle grandi aziende. Il rapporto dovrebbe essere più paritario.
Come singolo ha scelto Non c’è tempo da perdere.
Bisogna lasciare qualcosa di se stessi in questa vita. Se vogliamo salvare la nostra società e mettere basi per il futuro bisogna lasciare una segno di quel che abbiamo fatto.
Figli dell’oblio racconta di una generazione persa, dovrebbero essere le guide dei prossimi anni.
Ci sono una generazione smarrita e una decadenza economica che trascina tutto alla deriva. Dobbiamo aiutare questi giovani a riannodare i sogni.
Di sogni non si campa.
Una volta si teneva il popolo nell’ignoranza per non fargli comprendere le difficoltà. L’ignoranza è stata sostituita dai sogni. Dobbiamo trovare la forza per farli reali.
Ai concerti dei Nomadi ci sono molti giovani: che messaggio manda loro?
Di avere fiducia e credere in se stessi. Mai perdere la fiducia e lottare per riprendersi il mondo.
Per dire così significa che qualcuno in passato ha sbagliato.
Ci hanno illuso facendoci credere di essere i più ricchi del mondo e abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità.
E adesso? Non sarà che manca il lavoro? Troppi giovani inattivi?
I genitori di chi oggi ha la mia età, volevano che facessimo un lavoro di concetto, che ci fosse una elevazione sociale. E’ un desiderio legittimo. Credo però che nell’attesa non sia disdicevole fare tre mesi il cameriere. C’è la tendenza, mi pare, ad aspettare il giusto ruolo. Non tutti ma tanti sì.
Tour?
Dal 23 maggio a Casal Romano in provincia di Mantova fino a tutto settembre.
Perché Casal Romano?
Ci sono date che per noi sono sacre, come la Pasqua e il Natale. Si tratta di febbraio quando a Novellara si celebra il tributo ad Augusto e poi c’è l’annuale appuntamento a Casal Romano con i nostri fan club.
Quanti sono?
Ufficiali cento, in realtà molti di più.
Quante date farete?
Direi una cinquantina, una bella soddisfazione in tempi di crisi.