0

Medimex, al via con i Serpenti, Filippelli, Danti e Fragola

Medimex ufficialmente al via giovedì 8 giugno. La giornata si apre all’ex Palazzo delle Poste (ore 15, hall 2) con la presentazione di Songwriting Camp, la scuola realizzata in collaborazione con Sony/ATV pensata per preparare diciotto candidati alle diverse discipline della musica.  Per  quattro giorni gli artisti selezionati lavoreranno nell’aula didattica dell’ex Palazzo Poste a stretto contatto con gli autori e produttori Giuseppe Anastasi, Antonio Filippelli, Lorenzo Fragola, Gianclaudia Franchini, Fabio Gargiulo, Danti, Gianni Pollex, Giorgio Poi, Piero Romitelli, Samuel, Luca Serpenti, Colapesce e Marta Venturini. La formazione affronterà anche la valorizzazione dei provini, come proporre correttamente i propri brani, il tema della scrittura e dell’analisi dei testi, quello degli adattamenti dei brani stranieri e infine l’utilizzo dei software di produzione. A conclusione del percorso formativo Sony/ATV assicurerà fino a un massimo di due contratti editoriali ai migliori studenti.

Serpenti

Serpenti

La programmazione di giovedì proseguirà a Parco 2 giugno con la seconda giornata di Proiezioni realizzate in collaborazione con Apulia Film Commission. Dalle 19 alle 23, cinema en plein air, come al Parc de la Villette di Parigi, seduti sull’erba in modalità pic-nic, per l’omaggio a Jonathan Demme, il regista Premio Oscar scomparso lo scorso 26 aprile del quale vengono proiettati consecutivamente tre film-tributo al mondo della musica. Il trittico sarà aperto da Stop Making Sense con i Talking Heads. Seguirà Heart of Gold, preziosissimo ritratto sonoro di Neil Young. Chiuderà Music Life, testimonianza della grande curiosità, apertura mentale e amore di Demme per tutta la musica. In questo lavoro il cineasta americano rende, infatti, omaggio ad Enzo Avitabile, che a margine della proiezione porterà un ricordo personale di questa meravigliosa esperienza intervistato dal giornalista Ernesto Assante.

Intanto, al Castello Svevo, dalle ore 19.30, è in programma il primo degli Incontri d’autore. Protagonista, Masayoshi Sukita, il fotografo giapponese del quale il Medimex propone dal 9 giugno al 2 luglio, sempre al Castello Svevo, la mostra David Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes - 40° anniversario comprendente ventitré immagini inedite per l’Italia di David Bowie e Iggy Pop. Gli scatti, realizzati durante la sessione fotografica dalla quale venne tratta la copertina dell’album Heroes, vengono presentati in esclusiva per il Medimex e saranno esposti insieme ad altre trentasette istantanee della stessa seduta. Sukita, intervistato da Ernesto Assante, racconterà i retroscena di quella sessione fotografica del 1977 realizzata a Tokyo con le due rockstar.

0

Torna Puglia Sounds e ci porta Iggy Pop, Solange e Salmo

Riprendono Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Live e Puglia Sounds Record con una nuova impostazione Young e Green. Da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017 Medimex Special Edition attività professionali, incontri d’Autore, panel, workshop, attività di networking, Puglia Sounds Musicarium, Songwriting Camp Medimex 2017 e mostre. Primi ospiti confermati: Iggy PopSolange e Salmo.

Iggy Pop

Iggy  Pop

Ripartono le attività di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese e coordinato da Cesare Veronico, con elementi innovativi capaci di incidere in maniera ancora più strutturale nello sviluppo del comparto musicale pugliese ed essere al passo con un mercato in costante cambiamento. Creazione artistica, Impresa, Consumo sono i temi al centro della nuova programmazione 2017 che saranno sviluppati attraverso 8 parole chiave: accompagnamento alle imprese e allo sviluppo della Filiera, Young, diffusione digitale, maturità professionale, Green, accessibilità, sostenibilità economica, e infine multidisciplinarietà. Parole chiave che costituiscono lo scenario nel quale si sviluppa la strategia e si realizzano le attività rivolte all’intero sistema musicale regionale: dalla creazione artistica, alla programmazione (live regionale, nazionale e internazionale), dalla diffusione (distribuzione discografica fisica e digitale) alla fruizione. Importante novità è rappresentata dall’introduzione dei concetti Young, attenzione ai più giovani con attività di accompagnamento alle professioni della musica, che pervaderà tutte le attività e Green, ecosostenibilità e musica, che si svilupperà favorendo la programmazione di concerti ed eventi ad impatto zero che valorizzeranno beni culturali e paesaggisti pugliesi. Una nuova impostazione destinata a dare forte impulso alla crescita della filiera e un orizzonte a lungo termine delle politiche di sviluppo del sistema musicale pugliese. Il nuovo progetto di Puglia Sounds si inserisce nel percorso di Piiil Cultura, Piano Strategico della Cultura per la Puglia, confermandosi come uno dei pilastri della strategia di sviluppo della Regione Puglia. La nuova programmazione è realizzata in sinergia con il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, con Apulia Film Commission e Puglia Promozione al fine di ottimizzare risorse e rendere maggiormente efficaci i risultati. Il progetto si sviluppa attraverso quattro assi principali: Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Record, Puglia Sounds Live e infine Medimex.

Puglia Sounds Export, l’asse di intervento finalizzata all’internazionalizzazione del sistema musicale regionale, continuerà ad essere centrale nell’azione di sviluppo di Puglia Sounds e sarà focalizzata sull’incremento della presenza e della visibilità all’estero della cultura musicale pugliese e sulla formazione e accompagnamento alle imprese. Un insieme di azioni che prevede: la partecipazione di artisti e operatori pugliesi alle più importanti fiere/music conference internazionali (avviso pubblico disponibile sul sito web pugliasounds.it con la possibilità di partecipare ad importanti eventi in 9 Paesi e la possibilità di proporre la partecipazione a qualunque music conference mondiale); realizzazione di accordi con i più importanti network internazionali (già rinnovati gli accordi con Europe Jazz Network, I-Jazz e European Forum of Worldwide Music Festival finalizzati alla circuitazione di progetti musicali); realizzazione di focus/vetrine internazionali per la promozione del sistema musicale regionale; realizzazione di una programmazione internazionale della musica pugliese (avviso pubblico Puglia Sounds Export già pubblicato con una porzione di budget destinata agli artisti più giovani) e attività di formazione per imprese e operatori nella fondamentale fase di internazionalizzazione.

0

Da Bari a Lisbona il Samba delle streghe di Os Argonautas

La ciurma della band barese Os Argonautas sbarca a Lisbona per un concerto all’interno della rassegna TrotaMundos dedicata alla diffusione della cultura musicale di varia provenienza.

Os Argonautas

Os Argonautas

Ospiti degli italiani Forrò Miòr (band di musica brasiliana attualmente residente a Lisbona) gli Os Argonautas ripercorreranno un repertorio autorale di musica tanto italiana quanto portoghese e brasiliana. Da sempre impegnati nella diffusione in Italia della cultura letteraria e musicale del Portogallo e del Brasile in una sorta di Tropicalismo Mediterraneo, la band, è adesso impegnata a portare il proprio “patchwork” musicale nella terra che principalmente li ha ispirati contribuendo, questa volta, alla diffusione della cultura italiana. Il tentativo è quello di dimostrare come la musica riesca ad accorciare le distanze e le diversità. Il luogo dello “sbarco” sarà al “Largo Cafè” alle ore 20 nel quartiere “Intendente” di Lisbona. Festeggiano dunque a Lisbona l’imminente uscita del loro nuovo album Samba delle Streghe (Digressione Music) prevista per il 31 marzo.

Il progetto Os Argonautas nasce nel 2011 con la volontà di esplorare la canzone d’autore e mescolarla a influenze essenzialmente portoghesi e brasiliane, passando attraverso la tradizione della musica mediterranea e arabo-andalusa, e affrontando a tratti la new- wave che unisce un lavoro di matrice fortemente folk-acustico con la sperimentazione. La band attraversa diverse formazioni fino a trovare il suo assetto stabile nel quintetto composto da Federica D’Agostino (voce), Domenico Lopez (chitarra classica), Giulio Vinci (chitarra classica ed elettrica), Alessandro Mazzacane (violoncello e basso elettrico) e Giovanni Chiapparino (percussioni, fisarmonica, basso elettrico, elettronica).