1

Le “canzoni” di Chiara Civello

Il 6 maggio esce “Canzoni” (distribuzione Sony Music), il nuovo album di Chiara Civello che, per la prima volta nelle vesti di sola interprete, presenta brani del repertorio italiano come non sono mai stati ascoltati finora. La Civello dona una nuova e innovativa anima a brani che vanno dagli anni ’60 fino ai giorni nostri, avvalendosi anche della partecipazione di alcuni ospiti d’eccezione: gli artisti di fama mondiale Gilberto Gil e Chico Buarque, la statunitense Esperanza Spalding e la star del pop brasiliano Ana Carolina.

Chiara Civello (foto di )

Chiara Civello (foto di Umberto Lopez)

“Canzoni” è composto da 17 brani di artisti simbolo della scena musicale italiana di ieri e di oggi: da Paolo Conte a Lucio Battisti e Mogol, da Vinicio Capossela a Sergio Endrigo, da Fred Buscaglione a Umberto Bindi, arrivando fino ad artisti come Subsonica, Vasco Rossi e Negramaro. Chiara reinterpreta ognuno di questi pezzi con la sua voce calda e vibrante, creandone delle versioni dal sound internazionale dove si mescolano Northern Soul, Bossa Nova, Blue Eyed Soul, jazz e pop.

La produzione artistica di “Canzoni” è di Nicola Conte che, alla guida di un cast internazionale di musicisti, ha creato la perfetta miscela tra una sensibilità contemporanea e internazionale e la vivida profondità del suono analogico. Le architetture sonore del disco sono state arrangiate dal leggendario Eumir Deodato (arrangiatore, tra gli altri, di Frank Sinatra, Antonio Carlos Jobim, Björk e Roberta Flack) e suonate dall’Orchestra Sinfonica di Praga: “Non potevo sognare oltre –racconta Chiara Civello– è il disco che volevo fare con le canzoni che avrei voluto scrivere e un sound che strizza l’occhio al passato ma guarda al futuro e ad un’Italia come quella di adesso, piena di promesse. Gil, Chico, Eumir, Nicola, Esperanza e Ana rendono omaggio alla musica italiana con una freschezza assolutamente emozionante”.

0

Christina Perri da Twilighit Human

Il successo della colonna sonora di Twilight si chiama Christina Perri, ragazza statunitense ma di genitori italiani e polacchi.

Christina Perri

Christina Perri

Tutti ricordano A Thousand Years, la canzone della scena del matrimonio tra Jacob e Bella nel successo planetario Twilight. Il brano ha raggiunto il Disco D’Oro in Italia facendo da apripista al suo singolo di debutto Human  in tutte le radio dal 14 marzo. Il video della canzone ha già 7 milioni di visualizzazioni su YouTube. Human anticipa la pubblicazione dell’album di inediti Head or Heart,  che arriverà in Italia il 15 Aprile.

Un vero vortice ha portato Christina dove è ora.  La carriera della cantante ha fatto un balzo in avanti dopo che Christina, nel 2010, si è esibita a So You Think You Can Dance con Jar of Hearts (che è ora singolo triplo platino in US, per oltre 3 milioni di copie vendute). Firma a quel punto con l’Atlantic Records, scrive il suo album d’esordio Lovestrong, un insieme di brani agrodolci sull’amore e la sua perdita che entra direttamente nella Top 5 della Billboard 200 e raccoglie ampi consensi anche all’estero, arrivando nella Top 5 in Australia e Irlanda e nella Top 10 in Canada e Inghilterra. Christina viene nominata su iTunes “Breakthrough Pop Artist of 2011”.

 

0

Una birra tre canzoni: Daniele Ronda

Daniele Ronda

Ormai la canzone dialettale non è più un dialetto, è una lingua. Anche l’aristocratico Festival di Sanremo se ne è accorto. E se questo processo va avanti, si fa sempre più intenso lo si deve ad artisti del valore di Daniele Ronda, che col suo disco “la sirena del Po” sta proseguendo questo onestà colonizzazione. Ecco le sue tre canzoni per la nostra birra in questa estate 2013.

“Cenerentola” perché segna l’inizio della prima tourneé dell’album “Daparte in folk”, ed era proprio l’estate 2011 e l’ambiente è una grande festa di paese, di quelle che segnano e caratterizzano la stagione, ci fanno capire che è davvero estate. “La sirena del Po” perché parla della mia città e mi riporta a tutti i caldissimi pomeriggi d’estate che ci ho passato, sperando a volte in quel grande fiume di potermici tuffare, come mi raccontano si facesse tanti anni fa, e come la sirena, essere meraviglioso, fa ogni notte. “Si strappano le nuvole” perché in un’estate così dove si parla tanto di “crisi” le persone hanno  ancora la  voglia di lottare, perché la fatica, i sacrifici ed il sudore per raggiungere un obbiettivo contano, sono momenti fondamentali quanto il raggiungimento del traguardo, perché il sole c’é, è che a volte arriva qualche nuvola a coprirlo e strappare quelle nuvole è compito nostro, così da continuare a vederlo.

Tre canzoni una birra con Renzo Rubino
Tre canzoni una birra con Patrick Trentini

Tre canzoni una birra con Marco Guazzone
Tre canzoni una birra con Corinne Vigo
Tre canzoni e un birra con Ketty Passa
Tre canzoni una birra con Chiara Bagnini
Tre canzoni e una birra con Arisa
Tre canzoni una birra con Susanna Parigi
Tre canzoni una birra con Giulia Mazzoni
Tre canzoni e una birra con Marco Ligabue
Tre canzoni e una birra con Antonella Lo Coco