0

La magia è a “casa mia” e la canta Simona Molinari

Il 4 dicembre esce Casa mia (prodotto da Carlo Avarello su etichetta Warner Music), il nuovo disco di Simona molinari, un piccolo gioiello in cui l’artista reinterpreta alcuni standard jazz, tornando così alle sue origini musicali.

Simona Molinari (foto di Alessandro Rabboni)

Simona Molinari (foto di Alessandro Rabboni)

Dieci brani evergreen, suonati dalla storica band di Simona Molinari, la Mosca Jazz Band, e arricchiti dalla preziosa partecipazione della Roma Sinfonietta, l’orchestra sinfonica di Ennio Morricone, per un disco che ben ricalca l’anima di Simona, una delle artiste più raffinate del panorama musicale italiano.  Da oggi, venerdì 20 novembre, l’album è disponibile in preorder nei principali store digitali; per chi lo ordina su iTunes, subito due tracce: “Quizás Quizás Quizás” e “Smoke Gets in your eyes”. “Dopo tanta strada fatta…torno a ‪‎Casa Mia -dichiara Simona Molinari- Riparto da lì, dal jazz a modo mio, dalla colonna sonora della mia vita. Mi sono detta: “la prendo e la registro tutta!”…e così ho fatto. Ho preso i vinili che ho (e ne ho davvero tanti) e ho scelto i brani che volevo cantare. E così, per la primissima volta, mi cimento in studio su un terreno su cui mi sono appassionata tante volte live fin da quando ero piccola, il jazz”.

Nel corso della sua carriera, Simona Molinari ha collaborato con artisti di fama mondiale come Al Jarreau, Gilberto Gil, Peter Cincotti, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni e molti altri, esibendosi nei teatri, nei jazz club e all’interno delle manifestazioni più importanti del mondo, dal Blue Note di New York al Teatro Estrada di Mosca, dal Premio Tenco al palco di Umbria Jazz. Nell’ultimo anno, ha presentato la fortunata tournée legata al progetto live “Loving Ella”, un tributo in cui Simona Molinari porta in scena le canzoni che hanno caratterizzato la carriera di Ella Fitzgerald e alcuni aneddoti biografici legati alla sua controversa vita privata. Finita l’epoca d’oro del successo, vivono l’uno di qualche sketch pubblicitario, l’altro della carità della figlia. Una trasmissione televisiva permette ai due protagonisti di ritrovarsi, ma gli antichi rancori esplodono quasi subito. Uno di essi, colpito da infarto, decide di ritirarsi in un pensionato per attori, senza sapere che il collega ha adottato la medesima soluzione.

0

Simona Molinari, “Loving Ella” e il Campiello…che spettacolo!

Prosegue il tour di Simona Molinari che con la sua splendida voce e la sua raffinata presenza si esibirà oggi 11 settembre in concerto a Rodengo Saiano (BS) in occasione della manifestazione Pink Note.

Simona Molinari

Simona Molinari

Simona porterà in scena il suo nuovo spettacolo Loving Ella incentrato sul repertorio e sulla vita della grande Ella Fitzgerald, a seguito del suo ultimo concerto del 4 settembre a Palazzo Stelline (Corso Magenta, 61, Milano) tenutosi in occasione dell’evento “Abruzzo Luxury” organizzato dalla Regione Abruzzo per promuovere le migliori realtà del territorio in occasione dell’EXPO 2015 di Milano. Il 12 Settembre Simona Molinari sarà inoltre unico ospite musicale della cerimonia di premiazione della 53ma edizione del Premio Campiello. La serata, dedicata al concorso letterario promosso da Confindustria Veneto, si svolgerà nella splendida cornice del Teatro La Fenice di Venezia e, con la conduzione di Geppi Cucciari e Neri Marcorè, verrà trasmessa in diretta dalle ore 20.05 sul canale 832 di Sky e Tivùsat.

Nel 2014 dopo aver intrapreso a teatro il ruolo di Maria Maddalena in Jesus Christ Superstar (assieme a Ted Neeley nel ruolo di Gesù e ai Negrita come band stabile), il Disco d’oro per il singolo La Felicità cantato in duetto con Peter Cincotti, la partecipazione al Premio Tenco e “La Felicità in tour” che l’ha vista impegnata in concerto in tutta Italia, ma anche a Mosca, Tokyo e New York nel celebre Blue Note, Simona ha partecipato come ospite fisso (insieme a Morgan) a Sogno e son desto 2”, lo show televisivo tratto dallo spettacolo teatrale di grande successo scritto da Massimo Ranieri con Gualtiero Peirce, in diretta in prima serata su Rai1. Nella primavera del 2015 è stata presentata la fortunata tournée legata al progetto live “Loving Ella”, un concerto tributo che si articola in un viaggio narrativo in cui Simona Molinari porta in scena le canzoni che hanno caratterizzato la carriera della cantante e alcuni aneddoti biografici della controversa vita privata della persona Ella Fitzgerald.

 

0

Musicultura va in finale e si porta Amara come ospite

Domenica 21 giugno Amara sarà ospite della serata conclusiva di Musicultura – Festival della Canzone Popolare e d’Autore che si terrà nella splendida cornice della Arena Sferisterio di Macerata; come sempre la giovane artista sarà accompagnata sul palco da Franck Armocida, Francesco Cecchet, Nick Valente e Marco Russo.

Amara

Amara

Oltre ad Amara saranno ospiti della manifestazione Vinicio Capossela, Roberto Vecchioni, Niccolò Fabi con i GnuQuartet, Banco del Mutuo Soccorso, Syria. L’appuntamento di Musicultura segue la recente partecipazione a Con il cuore – Nel nome di Francesco la serata di solidarietà condotta da Carlo Conti, in onda su Rai Uno in prima serata sabato 13 giugno, che ha visto la partecipazione di nomi illustri della musica italiana e internazionale come Massimo Ranieri, Il Volo, Spandau Ballet, Lorenzo Fragola e Francesca Michielin. Credo, il brano che Amara ha presentato sul palco della 65° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte è stato accolto positivamente sia dalla critica (terza classificata tra le Nuove Proposte e seconda sia per il Premio della Critica “Mia Martini” sia per il Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla”) sia dal pubblico.

Le sue esibizioni sul palco dell’Ariston lasciano il segno e Amara raccoglie in poco tempo dei grandi riconoscimenti: il suo album d’esordio Donna Liberaraggiunge il ventesimo posto della classifica dei dischi più venduti in Italia (15° settimana diffusa da GFK Retail e FIMI), risultato più alto del Festival di Sanremo – Nuove Proposte 2015. Amara ha inoltre recentemente vinto il Premio Lunezia Pop d’Autore 2015, che ritirerà il prossimo luglio a Marina di Carrara: il professor Paolo Talanca riconosce la capacità della cantautrice nel suo disco “Donna Libera” di “aver saputo unire al meglio tematiche pop con uno stile raffinato e d’autore, fino a realizzare un’opera che si pone all’esatta metà di due linguaggi”. Tra le esperienze passate, nel 2012 viene scelta da MTV New Generation, progetto volto a promuovere le migliori produzioni degli artisti emergenti.