0

L’audacia retro dei Caravan Palace live a Milano

E’ uscito anche in Italia , sotto etichetta Mvka, l’ultimo lavoro della formazione francese Caravan Palace – ormai un caso musicale in patria – dal singolare titolo “<I°_°I> “. La band – formata da 7 musicisti – dà vita ad uno spumeggiante cocktail di swing, hip hop, jive e house. La musica dei Caravan Palace sfugge ad ogni tentativo di categorizzazione ma sicuramente colpisce come un pugno ben sferrato.

Caravan Palace (foto di Antoine Delaporte)

Caravan Palace (foto di Antoine Delaporte)

Il nuovo album è ricco di riferimenti stilistici agli anni ’20 e all’atmosfera bohemiènne della Rive Gauche parigina, aggiungendo però chiari elementi del 21esimo secolo. Ed è proprio in uno studio parigino che i Caravan Palace hanno registrato <I°_°I>, il loro terzo album, fondendo alla perfezione musica elettronica, una house edonistica e il jazz d’anteguerra ed evocando lo spirito di un Quintette du Hot Club de France in chiave moderna. Il risultato è unico nel suo genere: un disco sofisticato, eclettico e inebriante. Il primo singolo estratto è “Lone Digger”, un intenso pezzo electro-fusion e retro- futuristico dal ritmo incalzante e coinvolgente. Grazie anche al suo ritornello, che fa l’occhiolino alla musica pop, è già diventato uno dei pezzi preferiti dal pubblico durante i concerti della band. La formazione francese è stata subito notata sia per il virtuosismo dei suoi musicisti, che per la capacità di offrire uno spettacolo divertente, innovativo, elegante e un po’burlesque. La band sarà in Italia per un’unica data l’11 Luglio al Magnolia di Milano. Un appuntamento da non perdere!! I Caravan Palace sono Zoe Colotis (voce), Hughes Paven (violino), Charles Delaporte (contrabbasso), Arnaud Vial (chitarra), Camille Chapelière (clarinetto), Antoine Toustou (aka Mighty Mezz, trombone e strumenti elettronici), Paul-Marie Barbier (vibrafono, washboard, piano)

0

Blondie, una leggenda a Milano

Un vuoto lungo quarant’anni. Colmato ieri sera, in una notte straordinaria al Circolo Magnolia di Milano: sul palco i Blondie di Debbie Harry. Ho assistito a una serata straordinaria con un band che ha suonato per un’ora e mezzo e una leader carismatica che ha sedotto il pubblico, di tutte le età, prima ancora di liberare la sua voce.

Blondie al Magnolia di MIlano

Blondie al Magnolia di MIlano

L’avventura dei Blondie, ovvero di Debbie Harry e Chris Stein inizia a metà anni Settanta a New York: Stein è sedotto dalla musica dei New York Dolls e vuole creare un gruppo simile. Nel 1973 entra negli Stilettos e inizia la sua relazione con la cantante Debbie. Lei è di una bellezza unica che è stata coniglietta di Playboy, è la risposta punk a Marilyn Monroe. Tra i brai più celebri “Heart of glass”, “Call me”, “Atomic”, “Hanging on the telephone”, “Picture this”, “One way or anoter” e tutto “Parallel lines”, il terzo album, del 1978, che è una pietra miliare nella storia della musica.

Debbie Harry ha un look sexy, sofisticato e raffinato al punto che anche ora che ha 69 anni è una icona. Non dimostra tutte quelle stagioni, lo ha dimostrato ieri sera. Sul palco con lei, oltre all’ex Stein e il batterista Clem Burke, rinforzati dagli innesti di Leigh Foxx, Tommy Kessler e Matt Katz-Bohen. E’ il tour che celebra 40 anni di carriera ma la ribellione delle origini c’è tutta.

I Blondie a Milano

I Blondie a Milano

Prima di Madonna e Lady Gaga c’era lei. Ma soprattutto c’erano le bionde del cinema: Jean Harlow, Lana Turner, Catherine Deneuve e l’immensa Marilyn. Lei veniva dalla recitazione e sul palco portava la sua idea di come avrebbe cantato una diva. Voleva essere intoccabile, una fissazione per il pubblico, un fascio di luce che ti ipnotizza. Una idea folle che ha funzionato.

0

Happy Birthday Magnolia per 9 anni di magie

Martedì 8 luglio il Circolo Magnolia celebra il suo nono compleanno con un grande party a ingresso gratuito con ospiti Slow Magic, Cherub e un Super Dj Set i cui nomi saranno svelati 24 ore prima della festa.

Nono compleanno per il circolo Magnolia

Nono compleanno per il circolo Magnolia

Personaggio avvolto nel mistero, Slow Magic si nasconde dietro una colorata maschera da zebra e si definisce “il tuo amico immaginario”. Della sua identità non si sa nient’altro, aspetto insolito in un’epoca in cui internet permette l’accesso a tutte le informazioni dello scibile umano. Del 2012 il suo album “▲”, spuntato in rete quasi dal nulla con il singolo “Sorry Safary”: un disco etereo, onirico, in cui Slow Magic svela la sua innata capacità di giocare con campioni, synth e loop di pianoforte. Dello scorso giugno il nuovo singolo “Girls”, che anticipa il secondo disco di prossima uscita per Downtown Records.

Prima di lui sul palco i Cherub, duo elettro-pop di Nashville (Tennessee) fresco di album di debutto “Year of the Caprese”, pubblicato lo scorso maggio da Columbia Records ed anticipato dal singolo “Doses & Mimosas”. Dopo i concerti la serata proseguirà con un Super Dj Set con ospiti d’eccezione ancora top secret, per festeggiare tutti insieme il compleanno del Circolo Arci più celebre d’Italia.