0

Canesecco, il più Real dei rapper italiani

Canesecco è tornato sulla scena rap con il nuovo album Real, il primo lavoro da solista dell’artista completamente realizzato da un unico produttore. Il disco ha velocemente scalato la classifica iTunes degli album rap più venduti in Italia. L’abbiamo intervistato.

Canesecco

Canesecco

di Matteo Rossini

Partiamo dall’album, qual è il concept alla base del disco?
Chi mi segue da anni sa che i miei due elementi distintivi sono l’attitudine estrema e la credibilità, in questo disco ho voluto inserire un nuovo elemento: l’eleganza reale.
Cioè?
Si tratta di una provocazione, come si evince anche dalla copertina. Secondo me le persone dovrebbero avere una qualità importante: la coerenza. Con questo disco voglio confermare che è possibile rimanere coerenti senza essere emarginati o visti diversamente. Credo che sia fondamentale avere la capacità di trasformare questo svantaggio in un vantaggio perché anche così i grandi risultati sono raggiungibili.
La prova è il suo album in cima alla classifica iTunes.
Sono contentissimo perché è stato frutto del mio lavoro. In questi mesi ho selezionato tracce che avessero tutte le qualità dette prima e le ho arrangiate con un sound forte.
Il singolo Real ha fatto da apripista al disco, come mai ha scelto questo brano?
Avevo bisogno di lanciare una canzone che si differenziasse dal mio beat noto, i fan erano abituati a un certo sound e così li ho voluto sorprendere. Solitamente mi ci vuole un po’ per metabolizzare le novità in campo musicale ma la presenza di Jesto è stata fondamentale per velocizzarmi.
Il secondo brano lanciato è Da solo, sempre per il concetto che è possibile farcela rimanendo coerenti con se stessi?
Esattamente, assolutamente si!
Il 26 marzo uscirà il terzo singolo Cosa ne sanno.
Il brano presenta un sound che piace molto a chi mi segue da tempo. Ho voluto riprendere suoni del passato e riarrangiarli con la consapevolezza musicale di oggi.
Lei ha curato in prima persona anche tutti i video del disco.
Assolutamente! Mi piace molto ascoltare le idee degli altri per trarne qualcosa di nuovo, adoro anche lavorare con i ragazzi giovani perché credo che in questo periodo abbiano bisogno di opportunità.
Qual è la situazione attuale del rap in Italia?
In questo momento la musica rap sta attraversando una grande rivoluzione, siamo in una fase di transizione e quindi non è possibile giudicare la musica ora, solo tra qualche anno potremo comprenderla pienamente. Credo che il rap stia vivendo una sorta di rinascita, il sound e i testi sono completamente cambiati rispetto a qualche anno fa, ora è come se i rapper avessero ricominciato da capo, siamo tutti emergenti.
Cosa l’aspetta all’orizzonte?
In questo momento stiamo fissando le date per i prossimi live. Ogni tanto penso a cosa lascerò quando non ci sarò più e sinceramente l’unica cosa che desidero è che un giorno quando ascolteranno la mia musica, le persone sapranno che quei dischi sono stati solamente frutto del mio lavoro, nel bene e nel male.