0

Polignano a Mare, torna Meraviglioso Modugno

Morgan, Enrico Ruggeri, Dolcenera e Riccardo Scamarcio, che ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare. Saranno tra i protagonisti di Meraviglioso Modugno, manifestazione che celebra Mister Volare. Torna l’appuntamento dedicato al grande artista pugliese, progetto di Puglia Sounds che dal 2013 si svolge a Polignano a Mare, città natale di Domenico Modugno, con l’obiettivo di rendere il piccolo centro sull’Adriatico un importante luogo di ricerca per la musica d’autore.

Francesca Michielin

Francesca Michielin

Con l’organizzazione del Comune di Polignano, il sostegno di Puglia Sounds e il rinnovato patrocinio di Siae e Federautori, Meraviglioso Modugno è in programma sabato 6 agosto, sempre in piazza Aldo Moro (ore 21, ingresso libero), per accendere con le canzoni e la sensibilità degli artisti ospiti i riflettori dello spettacolo sul dramma dell’immigrazione. Partendo dai versi «Hanno inventato il mare» tratti da Meraviglioso, canzone del 1968 con testi di Riccardo Pazzaglia, verranno messi a confronto il mare come bellezza e il mare come male del secolo, temi intorno ai quali ruoteranno le scelte dei cantanti invitati a reinterpretare il repertorio di Modugno.

Dolcenera

Dolcenera

“Modugno come la Puglia. Si sono fatti conoscere e amare poco a poco, giorno dopo giorno e alla fine ci sono entrati nelle vene. Perché per sentirsi a casa non basta esserci nati, per sentirsi a casa occorre che quella casa si prenda cura di noi, come ha fatto Modugno, con i suoi cieli trapunti di stelle, e come ha fatto la Puglia, con i suoi chilometri di bellezza e tradizione. Meraviglioso Modugno a Polignano a Mare è un appuntamento che la Regione non avrebbe mai potuto mancare perché si prende cura dei pugliesi, li accarezza con le mani della poesia, della conoscenza. È un riconoscimento al passato e un investimento sul futuro” commenta Loredana Capone, Assessore Industrie Turistiche e Culturali e Sviluppo Economico Regione Puglia.

Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri

Con Morgan, Ruggeri e Dolcenera sono attesi anche l’Orchestra di Piazza Vittorio con Mama Marjas, Francesca Michielin, Francesco Gabbani e Giosada, le cui presenze testimoniano l’attenzione particolare che quest’anno Meraviglioso Modugno riserva alle nuove generazioni di autori e interpreti, anche con l’affidamento speciale della co-conduzione accanto a Maria Cristina Zoppa a una coppia inedita di voci, Giovanni Caccamo ed Ermal Meta, volti nuovi della musica italiana. La stessa Maria Cristina Zoppa cura con Stefano Senardi la direzione artistica della serata, nel corso della quale l’attore pugliese Riccardo Scamarcio ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare 2016 per aver contribuito a promuovere l’immagine dell’accogliente località pugliese. Nel corso delle varie edizioni Meraviglioso Modugno ha ospitato, tra i tanti, i Negramaro, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Gino Paoli, Malika Ayane, Sud Sound System, Mannarino, Pacifico, Noemi, Simone Cristicchi, Mauro Ermanno Giovanardi, Nada, Paola Turci, Piero Pelù, Ornella Vanoni, Niccolò Fabi, Nina Zilli e Diodato. Meraviglioso Modugno è un progetto Puglia Sounds organizzato dal Comune di Polignano a Mare con il patrocinio della Società Italiana degli Autori ed Editori e della Federazione Autori

0

Enrico Ruggeri, un viaggio incredibile tra Sanremo 2016 e Premio Lunezia

Il 12 febbraio esce Un Viaggio Incredibile, un doppio cd con cui Enrico Ruggeri torna a scrivere, con 9 inediti tra cui il brano che verrà presentato al prossimo Festival di Sanremo “Il Primo Amore Non Si Scorda Mai”, e a reinterpretare alcuni tra i suoi più amati successi, scelti dal repertorio discografico che va dal ‘86 al ‘91. Nel doppio cd, inoltre, il cantautore ha scelto di inserire un tributo a David Bowie, artista che da sempre lo ispira e di cui in passato aveva inciso 4 cover, ora incluse in “Un Viaggio Incredibile” come ultimo omaggio al Duca Bianco.

Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri

Questa la tracklist di Un Viaggio Incredibile: CD1 “Il primo amore non si scorda mai”; “Il volo su Vienna”; “La linea di meta (feat Francesco Pannofino)”; “La badante”; “Non c’è pace”; “Il cielo di ghiaccio”; “La nostalgia del futuro”; “Dopo di me”; “Un viaggio incredibile” “’A canzuncella” (cover del brano degli Alunni del Sole del 1977, interpretata al Festival di Saremo durante la serata del giovedì) e le bonus track, tributo a David Bowie, “Life on Mars?”; “The Jean Genie”; “All The Young Dudes”; “Diamond Dogs”. CD2 “Rien ne va plus”; “Il portiere di notte”; “Non finirà”; “La canzone della verità”; “Quello che le donne non dicono”; “Giorni randagi”; “Lettera dal fronte (ta-pum)”; “I dubbi dell’amore”; “Marta che parla con Dio”; “Ti avrò”; “Punk prima di te”; “Notte di stelle”; “Trans”; “Prima del temporale”; “Peter Pan”.

Dopo esser stato super ospite dell’edizione dello scorso anno, Enrico Ruggeri torna al Festival di Sanremo 36 anni dopo il suo esordio al Teatro Ariston, che fu con i Decibel nel 1980. Quest’anno sarà la decima partecipazione al Festival di Enrico Ruggeri dove ha trionfato due volte: nel 1987 con Si Può Dare Di Più (cantata insieme a Gianni Morandi e Umberto Tozzi) e nel 1993 con Mistero. Tre invece i prestigiosi Premi della Critica che il cantautore si è aggiudicato: nel 1986 con Rien Ne Va Plus, nel 1987 come autore del brano di Quello Che Le Donne Non Dicono (cantato da Fiorella Mannoia) e nel 2003, insieme ad Andrea Mirò, con Nessuno Tocchi Caino (Premio Volare Miglior Testo).

Aspettando l’Ariston, Ruggeri si regala il Premio Lunezia  per il testo più bello che è  Il primo amore non si scorda mai, il suo brano festivaliero. Questa la motivazione: “Enrico Ruggeri dimostra di sapere perfettamente che a Sanremo non si canta solo la propria canzone ma “si canta quel palco”; tema d’amore classico, con un linguaggio verbale che propone quella grazia e lievità tipiche della canzone d’autore: eleganza metrica,  rimalmezzo e stratagemmi poetici usuali nello stile dello stesso Ruggeri”. Dopo il “Premio Lunezia Canzone d’Autore 2015″ una bella conferma per uno dei migliori cantautori italiani di sempre. Sui giovani in gara vince Odio le favole di Ermal Meta: “Unisce una mise british a un sound pop-dance anni 80 e lo fa con equilibrio avvalendosi di un testo sull’amore che aggancia i parametri della forma canzone musical-letteraria, tema caro al Premio Lunezia”.

0

Fiorella Mannoia all’Arena: per la musica e per le donne

Fiorella Mannoia lunedì 7 settembre sarà on stage all’Arena di Verona per un concerto evento con tanti ospiti.

Fiorella Mannoia a Verona

Fiorella Mannoia a Verona

Sullo stesso palco grandissimi nomi della musica italiana per festeggiare oltre 40 anni di musica di una delle artiste più amate. Tanti ospiti, da anni legati alla cantante per l’amicizia, i progetti e le collaborazioni: Loredana Berté, Emma, Noemi, J-Ax, Frankie HI-NRG, Niccolò Fabi, Negrita, Enrico Ruggeri. Un’occasione da non perdere per ascoltare in versione inedita tutti i brani che hanno segnato la sua carriera. Canzoni che suscitano profonde emozioni e portano a lunghissimi applausi nelle esibizioni dal vivo. Fiorella Mannoia da sempre è conosciuta anche per il suo impegno sociale.

La serata del 7 settembre all’Arena di Verona è promossa dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro che nel 2015 festeggia il proprio Cinquantesimo, mezzo secolo di impegno per rendere il cancro sempre più curabile. I fondi raccolti contribuiranno a finanziare innovativi progetti di ricerca sui tumori femminili. Una donna su 8 in Italia nell’arco della vita viene colpita da tumore alla mammella: il dato positivo è che la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è salita fino all’87% I numeri relativi all’incidenza sottolineano però che, nonostante le buone notizie, la guardia non va ancora abbassata. Ecco perché AIRC rafforza il suo impegno in questo ambito, sostenendo attualmente 104 progetti pluriennali sui tumori femminili per i quali è necessario garantire continui