0

Erica Mou, in tour e Grazie dei Fiori: dedicato a 10 donne

Parte il 18 ottobre Grazie dei Fiori  il nuovo progetto live di Erica Mou dedicato a dieci figure femminili che Erica porterà nei circoli Arci d’Italia. 10 donne che hanno fatto la storia, 10 anni di canzoni per raccontarle. Erica Mou festeggia così, nel tempo di dieci concerti mai uguali, la vita delle altre.

Erica Mou

Erica Mou

Dieci donne che hanno fatto la storia, 10 anni di canzoni per raccontarle. Erica Mou festeggia così, nel tempo di dieci concerti mai uguali, la vita delle altre. Ma chi sono le altre? Le altre sono SAFFO, con i suoi sfrontati inni all’amore; RAFFAELLA CARRÀ, con l’ombelico scoperto in faccia a un’Italia ancora troppo bigotta. Le altre sono DONATELLA VERSACE, che un giorno ha dovuto dimostrare al mondo di non essere soltanto la sorella di Gianni; MARGHERITA HACK che ha insegnato agli uomini il femminile singolare della parola scienziato; oppure BEBE VIO, che si è ripresa, combattendo, tutto quello che la vita le ha tolto. Le altre sono MIA MARTINI, una canzone per ogni dolore, JANE GOODALL che ha scelto di perdersi nella foresta per mostrarci da dove arriva la parola Uomo. Le altre sono NINA SIMONE, che con la voce amara è stata giovane, nera e di talento. MARINA ABRAMOVIC, che ha consegnato il suo corpo all’arte, e ANNA MAGNANI che contava le rughe e aveva due pozzi di vita al posto degli occhi. “Grazie dei Fiori”: così s’intitola il nuovo tour, in dieci puntate, di Erica Mou. Scritto con Valentina Farinaccio, non sarà uno spettacolo femminista, ma un manifesto a colori di possibilità. Quelle che bisogna avere il talento e il coraggio di saper cogliere, quelle che possono trasformare una donna normale, in una orgogliosamente diversa. Ma anche una donna diversa, in una straordinariamente normale. Tutto è partito da Eva, in fondo, che mangiando la mela, e disobbedendo per la prima volta, ci ha spalancato le porte di un mondo più interessante e imprevedibile di qualunque paradiso terrestre. Sotto la maschera, ogni sera, città dopo città, il pubblico troverà una storia nuova ad aspettarlo. La cantautrice sarà accompagnata sul palco dal polistrumentista britannico MaJiKer, arrangiatore del suo album del 2011 “È”, con cui l’artista sta attualmente collaborando alla scrittura e produzione di nuova musica. A loro si uniranno la violoncellista Flavia Massimo e un ospite per ogni tappa, nel corso di una scaletta cucita su misura sulla vita di ogni donna.

LE TAPPE DEL TOUR
18 Ottobre 2019 - Terlizzi (BA) - MAT laboratorio urbano
19 Ottobre 2019 - Sava (TA) – Laboratorio Urbano Ex Macello
24 Ottobre 2019 – Galatina (LE) – Circolo Arci Eutopia
25 Ottobre 2019 – San Pietro Vernotico (BR) – La Factory ARCI
26 Ottobre 2019 – Foggia Auditorium Santa Chiara
6 Novembre 2019 – Roma – Angelo Mai
7 Novembre 2019 – Grosseto – Spazio 72
8 Novembre 2019 – Modena – Vibra Club
9 Novembre 2019 – Corneliano d’Alba (CN) – Circolo Cinema Vekkio
10 Novembre 2019 – Novegro-Tregarezzo (MI) – Circolo Magnolia

0

Beppe Carletti e il Mei pronti per concerto per i terremotati del Centro Italia

Il Mei aderisce all’appello di Beppe Carletti dei Nomadi per i Terremotati del Centro Italia e decide di raccogliere fondi per il prossimo Nuovo Mei 2016 di Faenza.

Beppe Carletti

Beppe Carletti

Il Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti, attraverso il suo direttore artistico Giordano Sangiorgi, aderisce all’appello lanciato dallo storico leader dei Nomadi Beppe Carletti per una grande reunion di artisti italiani a favore di una raccolta fondi per i terremotati del Centro Italia oggi così tragicamente colpiti. Il Mei si e’ gia’ attivato contattando artisti indipendenti ed emergenti in occasione del tragico evento de L’Aquila con il progetto musicale “Decidilo Tu – Canzone per l’Abruzzo” di Alessandro Benvenuti e Arlo Bigazzi che ha coinvolto 52 artisti e ha portato fondi e solidarieta’ all’Associazione Musicale de L’Aquila La Ciudad insieme a Materiali Sonori e alla Rete dei Festival e per i terremotati dell’Emilia e della Lombardia quando ha raccolto fondi per la rinascita dei circoli emiliani per la musica dal vivo con il progetto “Ancora in Piedi” curato da Piotta insieme alla regista Luna Gualano e con la partecipazione di tanti altri artisti indipendenti come 99 Posse, Roberto Angelini, Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli orrori, Enrico Capuano, Cisco, Combass degli Apres La Classe, Dellera degli Afterhours, Dj Aladyn, Andrea Ferro & Marco “Maki” Coti Zelati dei Lacuna Coil, Le Braghe Corte, Lemmings, Erica Mou, Federico Poggipollini, Eva Poles, Quintorigo, Sud Sound System e Velvet, tra gli altri, insieme all’Arci e AudioCoop.

Sud Sound System (foto di Flavio e Frank)

Sud Sound System (foto di Flavio e Frank)

A tale proposito, il Nuovo MEI 2016 che si terra’ a Faenza, dal 23 al 25 settembre , che ospitera’ tra gli altri, tra gli artisti fino ad ora annunciati, Motta, Omar Pedrini, Extraliscio con Mirco Mariani – capo orchestra di Vinicio Capossela – Moreno Il Biondo, Tullio De Piscopo, Finaz della Bandabardo’, Voina Hen, Leo Pari, Landlord, Iacampo, Mirko Casadei con i Khorakhane’, Boo-Hoos, Avvoltoi, Folkabbestia, Collettivo Ginsberg, Daniele Celona, La Municipal, Landlord, Chiara Dello Iacovo, Iacampo, Emidio Clementi, Dulcamara, Guido Catalano e Lercio e tantissimi altri ancora da annunciare oltre a un centinaio di nuovi artisti e band emergenti provenienti dai festival di tutta Italia, si attrezzera’ per raccogliere fondi a favore delle zone colpite oggi dal sisma nel Centro Italia. “L’augurio di Beppe Carletti, musicista da sempre attento all’impegno civile e sociale e grande e storico amico del Mei, che anche questa volta ci si mettad’accordo fra tutti gli artisti italiani e che a tempo opportuno si dia una mano, è anche il nostro augurio , che ci sembra andare positivamente viste già le adesioni di grandi artisti del calibro di Carmen Consoli e Paolo Fresu, tra gli altri” conclude Giordano Sangiorgi.

0

Tienimi il posto, c’è Erica Mou al Medimex

C’è anche chi è profeta in patria. Erica Mou rientra in questa categoria. Infatti il 31 ottobre parlerà del suo disco Tienimi il posto al Medimex di Bari: per lei che è di Bisceglie è una consacrazione (quasi) a domicilio.

Erica Mou

Erica Mou

Erica partiamo dal brano Senza mentire che insieme a tanti suoi colleghi ha registrato a favore dell’AISM , l’associazione italiana per la sclerosi multipla.
Tutto nasce da una idea di Marco Guazzone e dei suoi Stag (altri talenti made in Italy, ndr) e quando mi hanno contattata spiegato il progetto e le finalità ho detto sì immediatamente.
Lo sta promuovendo…
Sì, partecipo a incontri di musica e sensibilizzazione.
Dal 23 ottobre si trova su tutte le piattaforme streaming il video commento di Tienimi il posto traccia per traccia, già presente su YouTube.
So che è una operazione inusuale nel panorama musicale italiano.
Come è nata?
Sono andata a casa di un amico video maker, mi sono seduta sul suo divano e ho cominciato a raccontargli le canzoni ddel disco.
E lui?
Mi ha filmata mentre raccontavo cose talmente mie, che non credevo di riuscire a dire con così tanta naturalezza.
Che è un po’ l’essenza del disco.
Sì, mi ha fatto ricordare chi sono, senza sovrastrutture, senza filtri, senza ansia.
Obiettivo?
Riappropriarmi dell’indipendenza e della determinazione che ho sempre avuto sin da bambina ma che stavo smarrendo.
Si sente più completa, più profonda?
Ora ho qualità arricchite da uno sguardo che nel frattempo ha vissuto cose splendide e altre buie. Ma che ha ancora molto altro da guardare e sorride sempre.
In questo periodo gira l’Italia per promuovere il disco Tienimi il posto.
Lo faccio vivere e crescere sul palco come è giusto che sia.
Il 31 ottobre sarà al medimex di Bari.
Sono davvero emozionata di presentarlo “in casa”.