0

Carla Bruni, arriva il nuovo disco, French Touch e riparte dai Depeche Mode

La cantante e cantautrice Carla Bruni ha annunciato la pubblicazione del suo quinto disco di studio FRENCH TOUCH in uscita il 6 ottobre su etichetta Verve Records / Barclay / Universal Music France.

Carla Bruni

Carla Bruni


L’album, una raccolta di cover in lingua inglese prodotto dal leggendario compositore e musicista DAVID FOSTER, viene anticipato dall’uscita del primo singolo ENJOY THE SILENCE, una versione intima e nuda del successo del 1990 dei DEPECHE MODE, disponibile in tutti i servizi di streaming e downloading.
Il video del brano, andato in anteprima mondiale su Billboard.com, è visibile da oggi su  https://youtu.be/pm3bPZ6W5fw.

Fin dalla sua giovinezza, Carla ha raccolto una collezione di brani romantici senza tempo, canzoni pop legate a persone, momenti o luoghi, quel genere di dischi, ha raccontato la Bruni che: “Sono stati amore a prima vista, o come dicono i francesi a coup de foudre”Il nuovo album conferma il significato del suo titolo: riccamente melodico, caloroso seppur minimale, giustamente giocoso. Tutte le cover raccolte in questo album sono state “ritoccate” con quelFrench touch impossibile da non riconoscere, cercando di trovare una nuova vita in bilico tra una nuova sensualità e l’appeal del brano originale. Il French Touch è qualcosa di caldo e familiare, di inimitabile come Carla. Il primo singolo Enjoy the Silence, il brano dei DEPECHE MODE del 1990, è qualcosa con cui la maggior parte dei musicisti non si confronterebbe, una canzone “che non ha bisogno di una cover”. La nuova versione riporta il brano alla sua essenza, come una semplice danza tra chitarra, piano e la voce fumosa di Carla. Carla Bruni ha iniziato a scrivere e suonare nel 1997 e il suo primo album Quelqu’un m’a dit (Someone Told Me) è stato pubblicato nel 2002. Dopo quel disco la Bruni ha pubblicato altri 3 album, acclamati dalla critica, che hanno venduto oltre 3 milioni di copie nel mondo tra cui No Promises (2007) che conteneva adattamenti di poesie di grandi autori inglesi, Comme si de rien n’était (As If Nothing Happened) nel 2008 e Little French Songs nel 2013.

0

L’Aura torna e vola in classifica con I’m am alcoholic

Torna LAura, torna l‘artista bresciana su Time Records a sei anni di distanza dal suo ultimo album. Dopo un periodo di maternità ed intenso lavoro in studio, torna in tutte le radio Laura Abela in arte LAura con il singolo I’m An Alcoholic, il primo singolo estratto dal suo nuovo album Il Contrario dell’Amore in uscita a fine estate su Time Records.

L'Aura

L’Aura

GUARDA IL VIDEO

LAura può vantare un talento unico sia come compositrice, sia come pianista e cantante. La sua voce inconfondibile e dolcemente potente e crea atmosfere sofisticate che incantano per la loro bellezza: “Si può essere dipendenti da molte cose: dallo zucchero, dall’alcool, ma anche dall’amore. Queste sono fra le dipendenze più dolci e devastanti che conosciamo. “I’m An Alcoholic” è la voce di una donna che crede di controllare la propria dipendenza, senza capire che è la dipendenza a controllare lei”.

0

Beata Beatz parte alla conquista dell’Italia. Al suo fianco Gue Pequeno

Direttamente dalla Germania, arriva Beata Beatz. Per iniziare la sua avventura in Italia, la bellissima e biondissima Beata Beatz ha deciso di partire duettando con Gue Pequeno, mescolando il pop con l’hip pop. La abbiamo intervistata.

Beata Beatz

Beata Beatz

di Milly Abrusci

Beata Beatz è una cantante e modella tedesca molto conosciuta in Germania. Canta in Svizzera, Austria, Spagna, Polonia, e per inserirsi anche in Italia ha scelto di farlo duettando con uno dei rapper più famosi del nostro Paese, Gue Pequeno. Partiamo proprio da questa collaborazione: “Al mio manager ho espresso il desiderio di espandere la mia musica e farla conoscere anche in Italia, in cui mi sono esibita diverse volte. Lui mi ha proposto Gue Pequeno, io non lo conoscevo ma mi sono subito informata ascoltando i suoi brani. Mi è piaciuto subito, ha un grandissimo talento, e così abbiamo chiesto a lui cosa ne pensasse di questa collaborazione. La conferma è arrivata mentre ero a Stoccolma. Gue era a Londra e quindi l’ho raggiunto lì per incontrarci e registrare il brano. Facciamo parlare la musica mi ha detto, e così è stato”. Il brano è Speed of Light e “unisce due generi musicali, il pop con la mia voce e l’hip pop con quella di Gue. Non è una novità, ma è molto vera e interessante. Inoltre, ho voluto unire anche due lingue, quali l’inglese e l’italiano -racconta Beata- questa canzone parla della forza dell’amore. Noi donne siamo drammatiche quando amiamo. Quando siamo innamorate facciamo di tutto per non far scappare il nostro partner”. Seguirà un album che uscirà a giugno e che vedrà un’altra collaborazione italiana, con I Desideri, un gruppo napoletano. Appena il disco sarà concluso, saranno programmate le date del tour italiano.