0

Il reggae italiano di Junior V e Sista Awa si chiama Painter

E’ stato pubblicato per Bonnot Music il primo singolo della coppia più interessante e giovane della scena reggae italianaJunior V e Sista Awa. Il brano Painter anticipa l’uscita dell’Ep Stop Discrimation che sarà fuori a fine aprile.

Junior V con Sista Awa

Junior V con Sista Awa


L’intero lavoro – prodotto da Bonnot (Assalti Frontali, General Levy, Dead Prez) – è stato masterizzato da Chris Athens (Damian Marley, Nas, Run Dmc, Mos Def, Wiz Khalifa, etc). Dal forte respiro internazionale, Stop Discrimination sarà un mini album di quattro brani che esplora varie sonorità, dal roots alla dancehall, passando per il soul e l’hip hop.  Junior V, classe ’98, ha già pubblicato un bellissimo album “Running on Jah Way” che ha ottenuto un ottimo successo sia in Italia che all’estero. Sista Awa - anche lei giovanissima – ha cavalcato i più notevoli palchi nazionali e internazionali, reduce dall’importante feedback riscontrato dal suo disco d’esordio Inna Dis Ya IwaPainter rappresenta il giusto bigliettino da visita per un progetto che unisce due bellissime voci che affondano la propria esperienza artista nel roots reggae ma che si adattano con facilità a suoni differenti che richiamano la più ampia sfera della black music.

0

Syria è lontana da te ma presto sarà io+io

Sarà in radio dal 31 marzo il nuovo singolo di Syria Lontana da te. La canzone scritta da Il Cile è tratta dall’ album IO+IO, in uscita il prossimo 28 aprile su etichetta Universal Music.

Syria

Syria

IO+IO contiene i brani interpretati da Syria durante il concerto evento Vent’anni in una notte tenutosi tempo fa al Teatro Grande di Brescia per celebrare i vent’anni di carriera musicale. Con Syria sul palco quella sera c’erano tanti amici e un’orchestra di cinquanta elementi diretta dal maestro Bruno Sartori. Syria ha ripercorso qui le tappe più importanti di una carriera eclettica iniziata nel 1996 quando, poco più che diciottenne, trionfò a Sanremo Giovani con il brano “Non ci sto”, dimostrando ancora una volta grande capacita di spaziare dalle melodie di Mattone, al pop-rock di Biagio Antonacci… dalla spensieratezza di Jovanotti all’elettronica del suo alter ego, Airys. Il privilegio più grande in questi vent’anni di carriera è aver avuto la possibilità di sperimentare e mettermi al servizio della musica con grande libertà, racconta Syria”. In IO+IO l’artista duetta con Emma, Noemi, Paola Turci, Francesca Michielin, Ghemon ed Emiliano Pepe. L’album, che si apre con la lettura di una favola scritta dalla Pina e dedicata personalmente a Syria, contiene anche cinque inediti e la cover di un brano di Ambra, Io Te Francesca e Davide.

0

Acid Muffin, canzone per un amico: Turning & Suffering

Secondo singolo estratto dall’album Bloop degli Acid Muffin uscito a novembre scorso, il brano è accompagnato da un video ufficiale ideato e realizzato da Michel Chabaneau. Turning & Suffering è un brano dedicato a un amico del frontman della band, il suo nome era Amir e aveva problemi di tossicodipendenza. E’ morto di overdose da eroina.

Acid Muffin

Acid Muffin

GUARDA IL  VIDEO DI TURNING & SUFFERING

Marco ha voluto salutarlo così: “Ricordo l’odore del mare, del caldo serale e quell’elettricità che accompagnava ogni notte, sotto la pelle, nel cuore. Avevamo in mano un pugno di stelle e non ce le saremmo fatte togliere per nulla al mondo. I ischi giravano, le chitarre vibravano in brani composti da altri ragazzi d’Oltreoceano che come noi erano lì, vivi e impazienti. I sogni e le speranze s’intrecciavano in quelli che poi sarebbero diventati i nostri tormenti. Mi ricordo che eravamo uniti. Ma tu eri in qualche modo distante, in quel modo in cui solo i ragazzi sanno essere, goffo e arrabbiato. Ricordo che non volevo crederci e ricordo di averci provato molte volte. Mi feriva ancora di più sapere che l’hai fatto senza prenderti cura di ciò che stavi per avvelenare, non solo l’innocenza giovanile, non è morta solo quella. Nessuno è riuscito a salvarti dal tuo dolore, dalla tua solitudine. Come avremmo potuto? In che modo potevamo aiutarti? Non lo so. La tua eredità è finita nel fango, una notte, sotto un ponte di merda. Siamo venuti tutti con te quella notte perché eravamo amici, eravamo lì anche noi.”