0

Aurora D’Amico, da Palermo alla conquista d’Inghilterra

Un tour intenso nel Regno Unito per la cantautrice palermitana Aurora D’Amico quello che partirà domenica 7 ottobre dal The White Rabbit di Brighton. Sette date durante il quale presenterà al pubblico i brani dell’album d’esordio “So many things” (etichetta discografica 800A Records, distribuzione Audioglobe). Il disco è cantato in inglese ed è stato anticipato dal videoclip del brano “Oceans Between Us, disponibile su youTube (http://bit.ly/OceansBetweenUs) e dal lyric video del brano “Human Being”, online da oggi: https://youtu.be/-xwkLWPQ3n4

Aurora D'Amico

Aurora D’Amico

Le altre date del tour sono:
12 ottobre – Salt Cafè, Bristol
14 ottobre – The Bath Brew House, Bath
15 ottobre – LS6 Cafè, Leeds
23 ottobre – West Street Live, Sheffield
24 ottobre – Leaf, Liverpool
31 ottobre – The Barn Meanwood, Leeds

“So many things” è composto da 10 brani folk rock ed è il diario personale di Aurora“scritto in periodi diversi, in Paesi diversi e volutamente aperto al resto del mondo, con qualche segreto nascosto tra le righe e tantissime storie in cui spero anche altri riusciranno a rispecchiarsi. Un disco in cui si mischiano passato, presente e futuro; ricordi, dubbi e speranze. Così tante cose che si muovono a velocità diverse, ma che caratterizzano la vita di ognuno di noi allo stesso modo”, racconta la cantautrice.  Aurora D’Amico (voci, chitarre acustiche, piano, tastiere) è stata accompagnata in tutti i brani da Fabio Rizzo (chitarre acustiche, chitarre elettriche, drum machine, lap steel, voci), Ruggero Micciché (batteria, percussioni) e Carmelo Drago (basso). In alcune tracce hanno collaborato Francesco Pomiero alla chitarra elettrica, Alberto Mannino alla chitarra elettrica, Francesco Incandela ai violini e Sergio Beercock (voci background).

Aurora D’Amico nasce a Palermo, nel 1993. Con una forte passione per la musica e un vero e proprio “sogno americano”, inizia a scrivere canzoni in inglese all’età di 15 anni. Nel 2013 diventa una studentessa del Berklee Music College, vince una borsa di studio e completa con il “General Music Studies Certificate”. Nell’estate del 2015 Aurora intraprende un pellegrinaggio artistico, che la vede fare tappa in diversi festival organizzati in Sicilia. Lì suona i suoi brani per la prima volta davanti a un pubblico, con il solo accompagnamento della chitarra acustica. Nell’aprile del 2016 esce il primo EP intitolato “Barefoot”, prodotto e registrato in Inghilterra da Nathan Mackenzie. A inizio 2017 entra nel roster dell’etichetta 800A Records e avvia con Fabio Rizzo (Alessio Bondì, Fabrizio Cammarata, Nicolò Carnesi, Dimartino) la produzione del suo primo long playing, “So Many Things”.

0

Tornano i Kutso con Che effetto Fa

CHE EFFETTO FA è il titolo del nuovo album di inediti dei KUTSO, in uscita il prossimo 28 settembre per Wing/Goodfellas.

Kutso

Kutso

Il tour di presentazione sarà anticipato da uno showcase sul Palco Centrale del MEI, in programma sabato 29 settembre alle ore 21.00 a Faenza, in cui saranno presentati anche alcuni brani del nuovo disco “Che effetto fa”. L’album nasce dall’accettazione che la vita è una tela su cui gettiamo continuamente colori a caso; di tanto in tanto è bene fermarsi a guardare “Che effetto fa” questo nostro pastrocchio esistenziale, per poi ripartire con qualche consapevolezza in più. Questo terzo album è un punto di svolta per i kuTso di Matteo Gabbianelli, che, con una line up completamente rivoluzionata, ha dato una sterzata decisa al sound della band, ora ricco di synth e ritmi electro. Le liriche dei nuovi brani fotografano situazioni, sentimenti e rapporti col prossimo in una visione sarcastica e fatalista, ma che lascia spazio anche alla tenerezza e all’Amore. Il disco è stato anticipato dal singolo e video “Che effetto fa” e dal secondo estratto “Manzoni Alieni”.

PRIME DATE TOUR

19/10/18 S. Egidio Val Vibrata (TE) – Dejavu’
20/10/18 Roma – Largo Venue
25/10/18 Bergamo – Ink Club
27/10/18 Fermo – Heartz Club
03/11/18 Modena – Off
10/11/18 Prato – Capanno Blackout
16/11/18 Rende (CS) – Mood Social Club
17/11/18 Catanzaro Lido (CZ) – Officine Sonore
23/11/18 Milano – Ohibo’
01/12/18 Avellino – Black House Blues
14/12/18 Pordenone – Capitol Pordenone

 

0

Tra guerra e mare, torna la voce potente di Angelica

“Guerra e Mare” è il nuovo brano di ANGELICA disponibile da oggi 7 settembre su Spotify, Apple Music e tutte le principali piattaforme streaming per San Pedro Records.

Angelica (foto di Arianna Genghini)

Angelica (foto di Arianna Genghini)

ANGELICA al secolo Angelica Schiatti è una cantautrice originaria di Monza che si è fatta conoscere al grande pubblico come leader dei Santa Margaret, band con la quale ha registrato un disco, due colonne sonore, suonato al primo maggio di Roma, fatto un tour di due anni, raggiunto la finale del Premio Tenco per la categoria miglior opera prima, suonato in Piazza Duomo per Ema’s prima dei Duran Duran e vinto gli Mtv Awards New Generation.
Amante dei colori pastello, dei suoni leggeri e della pellicola vintage che applicherebbe volentieri anche alla retina dei suoi occhi, ANGELICA è pronta a capitalizzare l’esperienza di questi ultimi due anni in un’ avventura solista anticipata dal singolo “Guerra e mare”.

“Guerra e mare” è un brano pop in cui atmosfere retrò abbracciano suoni contemporanei in una malinconia a lieto fine.
Il pezzo è autocritico, fondato sul concetto che essendo tutti uguali, prima o poi, condivideremo tutti le stesse croci da portare e gli stessi difetti da esorcizzare. Una canzone che sprona ad accettare il proprio lato oscuro, senza nasconderlo, bisogna solo cercare la luce per illuminarlo.

«Sono scappata tante volte dai problemi, litigando per una ragione che in fondo non avevo o cercando delle vie di fuga che si sono sempre poi dimostrate dei vicoli ciechi. Con questa canzone cerco di ricordarmi, che con il giusto atteggiamento in fondo va tutto bene, anche quando sembra non andar bene proprio niente»

“Guerra e Mare” è stato scritto da ANGELICA, prodotto da Antonio “Cooper” Cupertino presso il San Pedro Studio di Milano e suonato da Massimo Martellotta dei Calibro 35 e dallo stesso Cupertino.