0

International Jazz day Unesco, la regia è di Paolo Fresu

Si celebra il 30 aprile la Giornata Internazionale del Jazz Unesco, nata nel 2011 con l’intento non solo di celebrare la più sofisticata forma d’improvvisazione musicale, ma anche di sottolineare l’importanza storica che il jazz ha avuto nell’evoluzione dei diritti civili, nonché nel dialogo tra culture lontane e diverse, vedrà anche quest’anno, il 30 aprile, l’Italia in prima fila nel mondo a festeggiare un’arte, di cui il nostro paese è stato dal dopoguerra capitolo essenziale, coniugandola con un altro indubbio primato tutto italiano: la quantità e qualità di siti d’arte Unesco.

Paolo Fresu (foto Manuela Abis)

Paolo Fresu (foto Manuela Abis)

Dieci regioni Italiane coinvolte con importanti siti Unesco e altri, in via di riconoscimento, aperti straordinariamente al pubblico anche in un suggestivo scenario notturno, per coniugare eccellenza storica ed artistica e musica, grazie alla partecipazione di artisti di indubbio talento e riconoscimento internazionale.

Castel del Monte

Castel del Monte

Un’occasione unica di turismo di altissimo profilo, ma sempre popolare, nel ponte primaverile del Primo Maggio, con visite guidate, degustazioni enogastronomiche e grande jazz in alcuni dei luoghi fondamentali della grande bellezza italiana, quali la Reggia di Caserta, il Sacro Monte di Varallo Sesia, il Castello Reale di Moncalieri, il Parco delle Incisioni Rupestri di Luine in Val Camonica, l’Orto Botanico a Padova, il centro storico di Urbino, Castel del Monte nelle Murge, il Nuraghe di Tanca Manna a Nuoro, il sito archeologico di Barumini Su Nuraxi nel sud della Sardegna, Alghero e il suo centro storico,le isole di Asinara e Tavolara, le Ville Medicee attorno a Firenze, il Palazzo Platamone o della Cultura a Catania, il Teatro Farnese e l’Abbazia di Valserena a ParmaLe regioni coinvolte nel progetto sono Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Puglia, Campania, Sardegna, Veneto, Sicilia ed ospiteranno solisti ed ensemble in un programma ricco di appuntamenti.
Programma in definizione sul sito e social www.italiajazz.it

0

La Notte suona bene perché…Volevo stare bene

La Notte è giovane band fiorentina uscita per Woodworm Label e Booking Locusta con un album che si intitola Volevo stare beneIl 2 Febbraio parte dal Tender il loro tour.

La Notte

La Notte


La Notte è una band nata a Firenze. Il loro omonimo disco d’esordio, uscito l’8 dicembre 2015, con la produzione artistica di Karim Qqru (The Zen Circus), registrato e mixato da Manuele Fusaroli, viene candidato al premio Tenco come miglior Opera Prima 2016 raccogliendo favori di pubblico e critica. Il tour promozionale dell’album colleziona date da nord a sud Italia e vanta aperture ad artisti blasonati quali Ministri, Fask, Giorgio Canali, Calcutta, Ghemon, Rachele Bastreghi (Baustelle). Dopo quasi due anni di lavoro esce il secondo album, con la produzione di Andrea Marmorini, in uscita il 19 Gennaio per Woodworm Label. Il tour che ne seguirà è curato da Locusta.

0

I Ministri, 10 anni di storia e un tour speciale

Dopo un anno passato in giro per l’Italia a presentare il loro ultimo disco Cultura generale, i Ministri chiudono il 2016 con una celebrazione vera e propria.

Tour celebrativo per I Ministri

Tour celebrativo per I Ministri

Il trio milanese torna infatti in tour per festeggiare i dieci anni dall’uscita del loro primo, I Soldi Sono Finiti, che ha dato il via alla storia di una delle band rock italiane più conosciute e apprezzate. Ecco come i Ministri raccontano questo anniversario: “Il nostro decimo compleanno ci è piombato addosso senza che neanche ce ne accorgessimo, come quando nel mezzo di una nottata bellissima chiedi l’ora e scopri che sta per albeggiare. Dieci anni sono tanti: sono tanti per una coppia, per un mutuo, per un film e per un telefonino. Figurarsi per una band – per di più in Italia, dove lo spazio per chitarre e batterie è piccolo e angusto. Eppure sono arrivati di sorpresa, mentre già parlavamo tra noi di nuovi dischi, nuovi concerti e nuove sfide. Lo scorso maggio, al Miami, abbiamo suonato per intero il nostro primo lavoro – I Soldi Sono Finiti. Abbiamo riscoperto un album indecifrabile come un sogno – dato che in fondo di quello si trattava – e abbiamo capito che quelle canzoni parlano ancora di noi, nel bene e nel male. E abbiamo deciso di dedicare un tour a quell’esordio e a quel mistero che ci fece uscire allo scoperto nell’ottobre del 2006 e che ancora ci tiene insieme. Dedicato a noi ma anche, o forse soprattutto, alle persone che in noi hanno creduto quando il palco era alto mezzo metro, la voce non si sentiva e la chitarra era scordata”. La scaletta di queste date sarà ovviamente particolare: infatti oltre ai dodici brani del disco riesumerà inediti e chicche di quei tempi in cui i telefoni ancora non avevano telecamere e i ricordi non potevano finire online. Questi concerti saranno inoltre gli ultimi prima di una pausa per comporre nuovo materiale, il che rende ancora più importante esserci.

Questo tour vede come partner Stage Diving – www.stage-diving.com – che, insieme ai Ministri, selezionerà le band di supporto per ogni data.

Ecco le date del tour:
18/11 – PESCARA – TIPOGRAFIA
19/11 – NAPOLI – CASA DELLA MUSICA
24/11 – TORINO – HIROSHIMA
26/11 – RONCADE (TV) – NEW AGE
1-2/12 – MILANO – MAGAZZINI GENERALI
3/12 – FIRENZE – FLOG
7/12 – PERUGIA – URBAN
8/12 – CONVERSANO (BA) – CASA DELLE ARTI
15-16/12 – ROMA – MONK
17/12 – CESENA – VIDIA

“Dieci anni dopo, il nostro rimane ancora il mestiere più bello del mondo e il futuro il miglior tempo possibile – ma vale la pena di guardarsi indietro un’ultima volta prima di andare avanti.”