0

Trolls World Tour, la parola ai doppiatori

A pochi giorni dall’uscita di “Trolls World Tour” i fans hanno potuto colorare queste grigie giornate chiacchierando con i doppiatori italiani del film d’animazione. L’evento sulla pagina IG della Universal pictures Italia, presentato da Sonia Serafini, chiama a raccolta centinaia di fan entusiasti. I commenti sotto la diretta trasmettono felicità e gioia, il pubblico potrà incontrare oggi coloro i quali hanno dato vita ai personaggi coloratissimi e musicali del film.

Francesca Michielin fotografata da Graziano Moro

Francesca Michielin fotografata da Graziano Moro

di Gegé Cifinelli

Dopo qualche minuto di attesa ecco il primo ospite, Elodie che nel film doppia la malvagia regina Barb, l’anima rock del film, con cui la cantante condivide la tenacia. Personaggio e doppiatore si fondono le chiedono cosa farebbe la Regina Barb durante la quarantena, Elodie dando anima al personaggio risponde che probabilmente avrebbe organizzato un concerto tenendo sveglio tutto il vicinato. Ora le domando sono dirette a lei alla voce e all’anima di Barb, la quale ci racconta le difficoltà di questa nuova esperienza da cui però è riuscita ad apprendere tanto.

Elodie saluta i fans ed ora tocca a Stash il quale appena chiamato in causa compare in video nella diretta mostrandoci i gadget dei film i un simpatico siparietto con cui rompe il ghiaccio. Il suo personaggio è Branch il quale rappresenta il mondo Pop ed è doppiato in Inglese da Justin Timberlake con cui il nostro Stash ha avuto il piacere di incontrarsi a Los Angeles. Immediato è il racconto di quella giornata in cui emerge la stima per Justin ma l’esperienza in USA è  condita anche da una visita agli Universal Studios Hollywood accompagnato dalla sua band. Ma lo scambio di battute prosegue fino a giungere alla sua esperienza come doppiatore, in cui Stash dimostra di essersi cimentato con dedizione raccontando di assistere ai lavori anche una volta finito il proprio turno di doppiaggio.

Sonia saluta calorosamente Stash e in video appare Sergio Sylvestre accompagnato da tanti cuori gialli, il suo personaggio è Mini Diamante che nel film rappresenta l’Hip-Hop. Anche Sergio ci racconta di un’esperienza divertente e del filo che lo lega al suo personaggio, con cui sente di aver creato un certo feeling. La diversità che caratterizza i vari mondi del film fà tornare alla mente del cantante la diversità di mondi da cui lui proviene, i caraibi e l’america latina, due modi diversi anche di vivere la musica da cui ne nasce fuori un’altro, il suo, il mondo Hip-Hop condiviso con Mini Diamante.

Il tempo scorre veloce e Sergio si da il cambio con Francesca Michelin, la quale è la voce di uno dei personaggi principali, la Regina Poppy. L’esperienza è quasi un sogno per la Michelin da sempre desiderosa di fare doppiaggio, anche lei con il Troll sviluppa un rapporto stretto ed arriva ad identificarsi con Poppy e con la sua voglia di unificare le diversità, come il suo personaggio anche lei è animata da uno spirito avventuriero, è questo che la porta sul palco dell’Ariston a interpretare “Il mio canto libero” di Battisti. La fantasia e la realtà si incontrano ancora una volta e ci si chiede come Poppy avrebbe vissuto la quarantena e la si immagina cantando e curando il giardino.

Dall’eroina del film si passa alla regina, Queen Essence,doppiata da Anna Pettinelli, la quale ci parla della canzone finale come di una canzone in grado restituire un’immagine di unità e di un domani migliore. Interessante come la doppiatrice di Queen Essence si inserisca nel mondo musicale della sua antitesi, il mondo Rock di regina Barb.

Tra risate e battute scambiate tra Anna e Sonia, da un terrazzo di Roma ad una camera di Londra, si conclude la colorata e musicale parentesi di Trolls World Tour in uno dei tanti pomeriggi di questa quarantena

 

0

Francesca Michielin, esplosiva come un Vulcano: l’intervista

Francesca Michielin, voce e viso d’angelo e temperamento di un Vulcano. La troviamo sul palco del Power Hits Estate 2017 indaffarata con un disco in uscita nel 2018 e il sogno dell’estero.

Francesca Michielin

Francesca Michielin

di Irene Venturi

É l’artista più giovane, raffinata, elegante di cui possiamo vantarci. Un viso da angelo e un carattere rock che sul palco dà il meglio di sé. Cantautrice, polistrumentista, studentessa di Beni culturali, Francesca ha le idee molto chiare su quali siano i suoi obiettivi e gli strumenti per raggiungerli. In occasione della Power Hits Estate di RTL 102.5 la incontriamo nel backstage. Esplosiva, la cantautrice porta sul palco il suo nuovo singolo uscito online il 21 Luglio: Vulcano, titolo emblematico che riflette l’indole dell’autrice. Con il brano Francesca vuole esortare a “scottarsi davvero” perché ciò che vale la pena raggiungere prevede sempre degli ostacoli. Vulcano è un up tempo che trascina e risuona nella testa, sarà la cassa in quattro, saranno le influenze tribali e la ripetizione costante della V, oppure saranno i profumi di spezie del bar dell’indiano che si riescono a sentire… fatto sta che non riusciamo a smettere di schiacciare play e a ogni
ascolto si riescono a captare nuove sfumature del brano. Il video è stato girato a Berlino, città considerata dall’artista “molto vera”, di notte perché il brano è stato scritto prevalentemente nelle ore notturne. Il prossimo disco sarà lo specchio del suo stato d’animo attuale… e noi non vediamo l’ora di scoprirlo ed esserne protagonisti seppur virtuali. La abbiamo incontrata e intervistata.

Ci ritroviamo qui all’Arena di Verona per la Power Hits estate.
É uno dei pochi e unici posti dove la pietra canta e parla da sola. Non il solito teatro o palinsesto a cui sono abituata.
Non è da molto che manca all’Arena. La abbiamo incontrata anche in occasione del concerto di Elisa dove ha potuto riarrangiare per l’orchestra un suo brano, L’Amore Esiste. Avrà una vita sua?
L’orchestrazione è una delle cose che mi diverte di più. Studiando al Conservatorio ho potuto studiare anche composizione e devo dire che mi piacerebbe molto riarrangiare Vulcano, ci sto pensando seriamente.
Avremo delle novità prima di Natale?
Uscirà il nuovo disco nel 2018. Quello che arriva sarà comunque un Natale… particolare.
Power Hits, sul palco tutti i tormentoni estivi. In un momento in cui si va verso un individualismo della musica come si vedono i momenti di collettività come questo?
La musica è condivisione. La competizione non ha nulla a che fare con la musica.
É contenta che esistano questi momenti?
Grazie a Dio esistono.
E’ ripartito X Factor, dove tutto per lei è cominciato.
Vedere gli occhi e l’ansia dei ragazzi e quanto rappresenti per loro quel momento è sempre emozionante.
Si è rivista in loro?
Io sono stata fortunata. Ora ai provini si presentano molti più ragazzi. Sono molto coraggiosi.
E’ ritenuta una delle artiste con il maggior margine di crescita.
E’ una continua palestra. Mi alleno quotidianamente perché mi rendo conto di avere ancora tanto da imparare e tanto da dare.
Allenamento che comporta anche sacrifici.
Tanti. Ma chiunque abbia un obiettivo ambizioso sa che i sacrifici sono il compromesso da accettare.
Con il nuovo disco avrà la possibilità di proporsi all’estero?
Nel disco ci sono anche tracce non italiane per una questione puramente creativa. Con l’Eurovision si è fidelizzato anche il Nord Europa e non nascondo che vorrei approfondire. Nell’ultimo tour mi ha resa felice vedere molti norvegesi e russi ascoltarmi.

0

Francesca Michielin, una voce da Formula 1!

Domenica 3 settembre in occasione del Formula 1 Gran Premio Heineken d’Italia 2017 sarà Francesca Michielin ad accompagnare l’inizio della gara sulle note dell’inno di Mameli.

Francesca Michielin

Francesca Michielin

Francesca è una grande appassionata di Formula 1 e dopo anni passati a seguire il campionato, nel 2017 ha accettato lo straordinario invito dell’Automobile Club d’Italia e dell’Autodromo Nazionale Monza, per omaggiare i piloti poco prima della partenza: Il GP di Monza è IL GP – racconta Francesca – Ho impresso nella testa il lungo rettilineo e tutte le curve, ho imparato ad amare la tensione nelle gare che ho visto alla tv, le più veloci della F1. Ci giocavo con la PlayStation quand’ero piccola, i miei avevano comprato a mio fratello il volante della Ferrari e ci passavamo le ore. Cantare lì l’inno d’Italia mi fa battere il cuore a mille. Anzi, a 320 km/h. Faccio fatica a trovare le parole, mi sento fortunata e incredibilmente felice!. La cantautrice arriva a Monza dopo un’estate ricca di soddisfazioni e il grande successo di Vulcano, il primo singolo del suo nuovo progetto che anticipa l’album di inediti in uscita il prossimo autunno.