0

E’ in viaggio l’Eterno Tour di Giovanni Caccamo

Eterno Tour è il nuovo tour di Giovanni Caccamo che sarà sui palchi delle più suggestive piazze e arene estive d’Italia con uno spettacolo nuovo e una formazione davvero speciale. Insieme a Giovanni, sul palco, ci saranno infatti il Maestro Beppe D’Onghia al pianoforte e il Nu-Ork Sextet, ensemble storico di Lucio Dalla, composto da Anton Berovski (violino), Elvi Berovski (violino), Erica Alberti (viola), Enrico Guerzoni (violoncello), Massimo Sutera (basso) e Lele Veronesi (batteria e percussioni).

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo


Finora ho sempre fatto concerti piano e voce” racconta Giovanni “la cosa magnifica, è che, per la prima volta, mi ritrovo sul palco con un ensable diretto dal Maestro Beppe D’Onghia che ho sempre seguito, da fan e da spettatore, e che ora ritrovo al mio fianco, alla direzione musicale del mio spettacolo. L’idea è quella di mettere in mostra una mia parte vocale e canora inedita. Con l’ultimo disco ho riscoperto alcune sfumature della mia voce e del mio essere interprete che prima non conoscevo e ora sono molto felice di poter portare questo nuovo lavoro dal vivo.”

Il tour è organizzato da International Music and Arts, di seguito le prime date confermate :
11 maggio – Cattedrale di Santa Maria Assunta – San Miniato (PI)Concerto Piano e Voce in acustico
12 maggio – Basilica Sant’Andrea della Valle – Notte Sacra – RomaConcerto con Maestro Beppe D’Onghia e NU-ORK SEXTET
13 maggio – Cascina Tre Fontanili – Vimodrone (MI)

Concerto Piano e Voce in acustico
19 maggio – Palazzo d’Avalos – Vasto (CH) Concerto con Maestro Beppe D’Onghia e NU-ORK SEXTET
03 giugno – Blegny Mine – Liegi Concerto Piano e Voce in acustico
16 giugno – Molo di Varazze (SV) Concerto Piano e Voce in acustico
28 giugno – Piazza Kuerc – Bormio (La Milanesiana Festival) Concerto Piano e Voce in acustico
11 luglio – Teatro Il Maggiore – Verbania (La Milanesiana Festival)-Concerto Piano e Voce in acustico

Durante lo spettacolo, il cantautore siciliano, presenterà dal vivo Eterno” il suo terzo album dopo “Qui per te” e “Non siamo soli”, uscito lo scorso 9 febbraio per Sugar e prodotto da Taketo Gohara con gli arrangiamenti di Stefano Nanni, collaboratore storico di Luciano Pavarotti e registrato nei mitici studi di Abbey Road insieme alla prestigiosa London Session Orchestra. Oltre a presentare le nuove canzoni, Caccamo proporrà anche brani del passato riarrangiati e un omaggio a due grandi cantautori italiani.

0

Giovanni Caccamo a Ravenna: opening act di Eleonora Mazzotti

Dopo avere cantato prima di Arisa alla Notte d’Oro di Ravenna, Eleonora Mazzotti sarà opening act di Giovanni Caccamo in occasione del suo concerto al Teatro Socjale di Piangipane (sempre in provincia di Ravenna), nuova tappa del tour teatrale pianoforte e voce dell’artista realizzato grazie al sostegno di “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Eleonora Mazzotti

Eleonora Mazzotti


Eleonora, per l’occasione, canterà brani del suo repertorio (come il suo ultimo singolo “Among The Waves In The Sky”, tema portante del docu-film “Tra le onde, nel cielo”, disponibile negli store digitali) e cover internazionali. Questo, tra l’altro, è solo il primo di una serie di importanti impegni per il mese di novembre.

0

Meraviglioso Modugno, una notte per Volare…e c’è Giovanni Caccamo

Polignano a Mare si veste a festa per celebrare Domenico Modugno, che in quell’incantevole borgo pugliese è nato il 9 gennaio 1928. L’appuntamento con Meraviglioso Modugno 2016 è sabato 6 agosto. Si comincia alle ore 21.30 e sul palco troviamo Dolcenera, Francesca Michielin, Morgan, Enrico Ruggeri, Francesco Gabbani, Giò Sada, Mama Marjas e Orchestra di Piazza Vittorio. Oltre ai classici, in scaletta Scioscia popolo su versi di De Filippo e Io nella leggendaria versione di Presley (Ask me). Premi a Riccardo Scamarcio (Città di Polignano) ed Erica Mou (Federautori). Con Maria Cristina Zoppa conducono Giovanni Caccamo ed Ermal Meta.

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo cosa rappresenta Modugno per lei?
Un artista unico dotato di una eleganza accessibili a tutti ma mai banale.
Un fascino inestinguibile.
Il suo modo di interpretare le canzoni lo rende unico.
Ha una canzone preferita?
Molte, ma forse vince al fotofinish Piange il telefono.
Sarà cantante e presentatore in questa edizione.
Faccio un po’ il padrone di casa. Se i valori di una manifestazione combaciano con i miei, e qui è così, mi piace mettermi in gioco.
Cosa canterà?
Un medley di mie canzoni e poi Volare e Ciao Ciao Bambina.
Il tema di quest’anno è mare e immigrazione.
Bisogna creare un ponte tra musica e popoli.
Lei è siciliano di Modica. Lì vicino c’è Pozzallo, zona di sbarchi di migranti.
Sì, Pozzallo una testa di ponte di questo fenomeno che non capisco.
In che senso?
Non accetto le verità che ci vendono, non capisco certe logiche politiche. Quella gente ha bisogna di essere accolta, è nostro dovere garantirgli la vita.
La musica può aiutare?
E’ un linguaggio che prescinde da culture e religioni. Deve essere a sua volta un ponte.
Cosa sta facendo?
Scrivo sempre. Non solo per me.
Come nasce una canzone?
Io dico che vomito emozioni. Capisco quasi subito se è per me oppure ha bisogno di un’altra voce per esplodere. La certezza è che non sono geloso delle mie parole.
Concerti?
In autunno e primavera sto organizzando un progetto con Giovanni Robustelli nel quale musica e arte si fondono.
In che modo?
Io suono e lui dipinge sul palco grandi tele.
Il suo punto di forza?
La serenità.