0

Popolo del Rock, a lezione dai Green Day!

Un viaggio di due ore e mezzo in un oceano di energia. I Green Day hanno dato a tutti una lezione di rock. Alla faccia di chi li dava per finiti. Non per nulla Billie Joe Armstrong, il frontman, un paio di volte ha urlato “Siamo ancora vivi”.

Green Day a Bologna

Green Day a Bologna

Ho scelto Bologna per seguire il loro ritorno. Ed è stata una sorpresa. Non era la prima volta che mi trovavo di fronte a quell’onda d’urto di energia che si chiama Green Day. Billie Joe Armstrong ha trascinato i 16mila dell’Unipol Arena in un viaggio nella loro storia, che va da Jesus of Suburbia ad American Idiot fino a Working Class Hero e Boulevard of Broken Dreams. Si sono conservati il momento acustico per il finale ma hanno allentato leggermente il ritmo con un omaggio a George Michael e accenni acustici a Satisfaction dei Rolling Stones e Hey Jude dei Beatles. Hanno invitato fan sul palco, a condizione che per scendere si gettassero sulla folla; a un chitarrista dodicenne Billie Joe Armstrong ha regalato una chitarra. Si è rivisto il pogo violento degli anni Ottanta, si sono rivisti gli accendini. Una serata surrelmente moderna.

Green Day pirotecnici

Green Day pirotecnici

I Green Day non hanno mancato di sottolineare la loro avversione a Donadl Trump, con grande ironia il frontman si è presentanto come Billie Donny Trump. Il gelo esterno ha fatto reazione col caldo sprigionato dentro l’Arena creando una foschia affascinante. Chi non ha avuto la fortuna di vivere il loro concerto in queste quattro date nei palazetti tutte esaurite potrà recuperare il 14 giugno sul palco del Lucca Summer Festival nella serata che aprirà la ventesima edizione della manifestazione. Per la prima volta con loro ci saranno i Rancid, band simbolo del punk rock californiano che torna su un palco italiano dopo ben quattordici anni. Oppure il 15 giugno all’Autodromo di Monza. Sarà comunque uno spettacolo, ma certo che vederli nel centro storico di Lucca…potrebbe avere un sapore unico e speciale.

0

Al via il Postepay Rock in Roma, le stelle del rock accendono l’Urbe

Bruce Springsteen a San Siro: prossima tappa Roma

L’estate è la stagione della musica e l’ Italia si conferma leader. Parte da Roma la prima grande rassegna della musica e si chiama Postepay Rock in Roma. Un cast incredibile è pronto a incantare l’estate romana, l’estate più rock di tutti i tempi. La parate di stelle inizia ufficialmente il 5 giugno quando sul palco saliranno i Green Day con l’opening act degli All Time Low. L’11 sarà la volta dell’acclamato gruppo alternative rock statunitense The Killers con un opening act affidato agli Stereophonics. Il 21 arrivano i Toto, rock band statunitense, che festeggia i 35 anni di carriera mentre il 25 sarà la volta della band nu metal più famosa di sempre, i Korn. Aprono la serata Bullet for My Valentine e Love&Death.

A inaugurare il mese di Luglio sarà un artista unico ed eccezionale, assieme alla sua band storica: Iggy&The Stooges incanteranno la capitale il 4, per il loro primo concerto a Roma. Il 5 sarà la volta del primo artista italiano confermato nel cast del Postepay Rock in Roma, Max Gazzè, reduce da un anno di strepitosi successi. Ad aprire il concerto tre novità del panorama musicale italiano, Il Cile, Iòtatola ed il duo napoletano Graziani&Forni. Il 9arrivano i Rammstein con l’opening act di Dj Joe Letz mentre il 10 sarà di scena il brit pop degli Arctic Monkeys e due supporter d’eccezione, Miles Kane e The Vaccines.

Neanche il tempo di riprender fiato che l’11 approda sul palco del Postepay Rock in Roma sarà The Boss in persona, Bruce Springsteen e la E street Band infiammeranno la capitale con uno spettacolo che va oltre il concerto e che Note Spillate ha visto a Milano. Mark Knopfler, storico cantante dei Dire Straits sarà sul palco il 13 mentre il 14 sarà la volta dell’unica data italiana degli Smashing Pumpkins Billy Corgan con un supporter davvero eccezionale, Mark Lanegan. Il nuovo progetto elettronico di Thom Yorke, gli Atoms For Peace, è atteso il 16 con l’opening act dell’ Owina Sigoma Band. Il gruppo madrileno più famoso al mondo gli Ska – P si esibirà il 18: aprono i Casino Royale. Il 22 sarà la storia del rock mondiale a farla da padrona con i Deep Purple. Il secondo nome italiano è quello di Zucchero che salirà sul palco il 24: uno show adrenalinico che Note Spillate ha visto a Verona. Il 25 è la volta di Daniele Silvestri. Il gran finale di Postepay Rock in Roma è con Neil Young&Crazy Horses il 26 con opening act di Devendra Banhart, Sigur Ròs il 28 e l’attesissimo concerto dei Blur il 29.

Tutte le novità e le informazioni sono su www.postepayrockinroma.com.

(Articolo di Irene Zambigli)

0

Marky Ramone e Green Day, il Friuli Venezia Giulia si scopre punk

Marky Ramone (foto fabrice_gallina)

Un week-end all’insegna della musica punk rock quello in programma nei prossimi giorni a Trieste: la città ospiterà in piazza Unità sabato 25 maggio il concerto dei Green Day e il giorno precedente l’evento “Rivoluzioni Punk dai Ramones ai Green Day” al Molo IV che vedrà come grande protagonista lo storico batterista Marky Ramone. Una serata che l’Agenzia TurismoFVG ha organizzato all’interno dei Music&Live events 2013, un programma di eventi collaterali che TurismoFVG dedica ai numerosi fan provenienti da tutta Europa in questo caso in occasione del concerto dei Green Day.

Marky Ramone sarà quindi il grande protagonista della serata che inizierà con un dibattito sull’evoluzione della musica rock e punk e proseguirà con l’esibizione del chitarrista Gianni Rojatti, che proporrà insieme al gruppo Dolcetti un “Viaggio electro-punk metal tra Sex Pistols, Ramones, Clash e Green Day”. Si arriverà poi a uno dei momenti clou della serata ovvero il concerto dello stesso Marky Ramone che suonerà insieme agli Andead, gruppo punk rock milanese. La serata si concluderà con il rock dj set di Ringo e di Andrea Rock.

Il turismo musicale in Friuli Venezia Giulia è un prodotto su cui TurismoFVG continua a puntare per la capacità attrattiva di fan provenienti da tutta Europa e forte dei risultati ottenuti gli scorsi anni: per trasformare gli appassionati in veri e propri turisti, l’Agenzia rinnova quindi la promozione Music&Live, che offre i biglietti gratuiti a chi pernotta in regione nelle strutture convenzionate prenotando attraverso il nuovo sito. All’interno della promozione Music&Live rientrano numerosi concerti tra cui Green Day il 25 maggio a Trieste, Rammstein l’11 luglio a Villa Manin di Passariano, Bryan May il 16 luglio a Grado, Kiss il 17 luglio a Villa Manin di Passariano (UD), Deep Purple in 24 luglio a Majano (UD), David Guetta il 3 agosto a Lignano. Il calendario, inoltre, si arricchisce ulteriormente con l’annuncio delle date di Mario Biondi il 28 giugno a Grado, dei Morcheeba il 13 luglio ad Azzano Decimo, Zucchero il 19 luglio a Tarvisio, Sigur Rόs il 23 luglio a Tarvisio e Franco Battiato il 28 luglio sempre a Tarvisio.