0

Syria è lontana da te ma presto sarà io+io

Sarà in radio dal 31 marzo il nuovo singolo di Syria Lontana da te. La canzone scritta da Il Cile è tratta dall’ album IO+IO, in uscita il prossimo 28 aprile su etichetta Universal Music.

Syria

Syria

IO+IO contiene i brani interpretati da Syria durante il concerto evento Vent’anni in una notte tenutosi tempo fa al Teatro Grande di Brescia per celebrare i vent’anni di carriera musicale. Con Syria sul palco quella sera c’erano tanti amici e un’orchestra di cinquanta elementi diretta dal maestro Bruno Sartori. Syria ha ripercorso qui le tappe più importanti di una carriera eclettica iniziata nel 1996 quando, poco più che diciottenne, trionfò a Sanremo Giovani con il brano “Non ci sto”, dimostrando ancora una volta grande capacita di spaziare dalle melodie di Mattone, al pop-rock di Biagio Antonacci… dalla spensieratezza di Jovanotti all’elettronica del suo alter ego, Airys. Il privilegio più grande in questi vent’anni di carriera è aver avuto la possibilità di sperimentare e mettermi al servizio della musica con grande libertà, racconta Syria”. In IO+IO l’artista duetta con Emma, Noemi, Paola Turci, Francesca Michielin, Ghemon ed Emiliano Pepe. L’album, che si apre con la lettura di una favola scritta dalla Pina e dedicata personalmente a Syria, contiene anche cinque inediti e la cover di un brano di Ambra, Io Te Francesca e Davide.

0

Con la scusa del rock’n’roll Ligabue manda San Siro in Mondovisione

Ligabue illumina la notte di San Siro. Vince l’afa e la crisi, passa lo straccio sul banco delle nostre anime. Per due ore tuto restia fuori e si balla, si canta, si piange, si ride, ci si emoziona.

Ligabue a San Siro

Ligabue a San Siro

Prima di lui sul palco Brunori SAS, Il Cile, Daniele Ronda e Paolo Simoni, le nuove leve dei cantautori. Ognuno bravo a suo modo, ognuno meritevole di un palco così bello, così rotondo, ed è la prima volta, affinché tutti, da qualunque punto, potessero avere la visione completa di quanto il Liga e i suoi ragazzi inventavano. Si comincia alle 21.30 in punto e la festa si apre con “Il muro del suono”, “Il volume delle tue bugie” e “I ragazzi sono in giro”. Lui è al centro del palco, signore del centrocampo, regista del cuore, che detta tempi e ritmi a una squadra mondiale. E i suoi Ultras sono il giusto corollario. Parla poco e suona molto. Oggi anti si riempiono la bocca con la parola rock: ieri sera è stato un concerto rock. Ruvido e sporco, come era giusto che fosse. Bella la scaletta? Non si può accontentare tutti. Ha tolto delle pietre miliari come “Buonanotte all’Italia”, “Bar Mario” e “Bambolina barracuda” per la sciare spazio alle canzoni di “Mondovisione”. Abbiamo saltato “Urlando contro il cielo”, assaggiato “Il sale della terra”, ci siamo guardati dentro per dire “Siamo chi siamo” e alzando lo sguardo verso l’alto abbiamo cercato la “Piccola stella senza cielo” fino a raccontarci “Certe notti” e salutandoci convinti che “Con la scusa del rock’n’roll” abbiamo vissuto una magia. L’ennesima firmata Luciano Ligabue. E stasera è di nuovo San Siro.

Mondovisione Tour, la scaletta del 6 giugno

Mondovisione Tour, la scaletta del 6 giugno

0

I braccialetti rossi di Niccolò Agliardi

E’ in rotazione radiofonica Braccialetti rossi, il brano scritto e interpretato da Niccolò Agliardi che anticipa l’uscita dell’omonimo album (su etichetta e distribuzione Carosello Records), contenente la colonna sonora della serie Tv in 6 episodi Braccialetti rossi.

Niccolò Agliardi

Niccolò Agliardi

Lo stesso Agliardi ha definito la fiction: «La fotografia più sincera e appassionata della mia esperienza all’interno di questa straordinaria e coraggiosa storia. È il grido di Leo, uno dei protagonisti, ma è anche il mio. E quello di tutti coloro che non hanno nessuna intenzione di arrendersi alla fatica e alle sabbie mobili… È quel momento in cui, dopo aver pianto, su ciascuno di noi, compare sul viso un’espressione disarmata e dolce.  E che, per un istante, ci rende anche più belli». Continue Reading