0

Il Premio Bianca D’Aponte conquista Napoli

Un appuntamento tutto al femminile quello del 9 aprile al Piccolo Bellini di Napoli. Il Premio Bianca d’Aponte, l’unico contest italiano riservato a cantautrici, terrà infatti l’ultima tappa di un tour italiano in cui presenta il nuovo bando di concorso e alcune delle vincitrici o finaliste delle scorse edizioni. Nella serata di Napoli verrà anche annunciato il nome del nuovo direttore artistico della manifestazione che prenderà il posto di Fausto Mesolella, scomparso lo scorso anno proprio in questi giorni. Tutto questo in vista della finale del concorso, che si terrà, come sempre ad Aversa, il 26 e il 27 ottobre 2018 e vedrà come madrina Simona Molinari.

Simona Molinari

Simona Molinari

Nella serata al Piccolo Bellini si esibiranno due delle madrine delle scorse edizioni, Fausta Vetere (con Corrado Sfogli) e Brunella Selo, ed insieme a loro Momo e Federica Morrone (vincitrici del d’Aponte nel 2009 e nel 2017), Fede ‘N’ Marlen (Premio della critica ‘Fausto Mesolella’ 2017), Lea, Katres e Alfina Scorza (tutte premiate negli anni scorsi). Presentano Giovanni Chianelli e Enrico Deregibus. L’evento è realizzato nell’ambito di BeQuiet, un progetto nato nel 2012 da un’idea dell’artista Giovanni Block, che ha intercettato l’esigenza di creare attorno alla canzone d’autore partenopea un vero e proprio circuito, fatto non solo di pubblico, ma anche di addetti ai lavori e appassionati.

Ingresso 12€ (intero), 10€ (ridotto), per info e prenotazioni: 081.5499688, botteghino@teatrobellini.it

Lo spettacolo musicale sarà preceduto da un appuntamento pomeridiano alle 18.30, quando, nel sottopalco del teatro Bellini, si parlerà della canzone d’autore femminile in Italia e a Napoli con giornalisti, artisti e addetti ai lavori. Sarà inoltre presentato il nuovo bando di concorso del d’Aponte e saranno illustrate le sue finalità artistiche. Conduce Daniela Esposito. Introdurrà Enrico de Angelis, storico della canzone, per decenni direttore artistico del Club Tenco. Il “Premio Bianca d’Aponte in tour” è a cura di Enrico Deregibus e Daniela Esposito ed ha toccato sino ad ora Milano e Roma.

Il bando e la scheda di partecipazione del Premio Bianca d’Aponte sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.it

La partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 28 aprile 2018. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Nei due giorni del Premio le esibizioni delle finaliste si alterneranno a quelle di alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Come avviene da anni, la due giorni sarà preceduta da un seminario sulla “Qualità della scrittura” che, in passato, ha visto come relatori personaggi come Mariella Nava, Tonino Coggio, Kaballà, Tony Bungaro, Giuseppe Anastasi e Giuseppe Barbera

0

Katres accende l’Araba Fenice del Rock

Araba Fenice è il nuovo disco di Katres, in uscita il 23 febbraio per Giungla Dischi. Prodotto da Daniele Sinigallia nasce dalla necessità di raccontare un lento e profondo processo di cambiamento, una simbolica “morte e rinascita” preceduta da un periodo difficile grazie al quale l’artista si forgia per riscoprirsi più forte di prima. Annunciate anche le prime date del tour di presentazione.

Katres

Katres

Araba fenice è una dichiarazione di guerra alla staticità, la cronaca di una rivoluzione: trame musicali ardite incontrano testi che trasudano una ben precisa identità e personalità. A rendere ancora più visibile la rinascita di Katres, non solo personale e compositiva ma anche sonora, l’incontro con Daniele Sinigallia, artista e produttore dalla spiccata sensibilità che è riuscito a portare il suo talento e la sua anima in un disco di canzoni già strutturate, fondendosi con la personalità artistica della songwriter con estrema naturalezza. Questa alchimia ha trovato il suo naturale sviluppo in brani come “Sei”, “Dicembre” e “Mokarta” (unica cover contenuta nel disco), brani registrati completamente in presa diretta, scelta questa che ha l’intento di voler fermare un momento di estrema verità emozionale in un’era in cui la musica è super prodotta e troppo spesso affidata alla post-produzione.
KATRES PARLA DI “ARABA FENICE” BRANO PER BRANO

Ormai Ho Deciso: è il brano che apre l’album e racconta una nuova presa di posizione, la voglia di non essere più preda degli eventi. Racconta il necessario bisogno di individuare ed allontanare dalla propria vita le persone e le cose che hanno l’intento di calpestarne i (bi)sogni.
Sei: ripreso il contatto con se stessa, riesce finalmente a guardarsi dentro con lucidità e a dar spazio a nuovi incontri capaci di sconvolgerle l’esistenza in positivo.
Bla Bla Bla: è il tentativo frenetico di descrivere un profondo caos interiore e la sua conseguente incapacità di esprimerlo a parole.
Araba Fenice: è il brano che racchiude in sé l’intero concept dell’album e ne porta anche il titolo; un titolo che l’artista scelse per questo album ancor prima della composizione del brano stesso, scritto alla fine delle registrazioni di quest’ultimo e quindi, simbolicamente, a processo di rinascita compiuto, dopo quell’istante in cui l’aria s’incendia e scivola via portandosi dietro tutto con la coda in fiamme della Fenice.
Non Chiamarmi Amore: è un brano in cui questo nuovo stato le permette di relazionarsi in maniera lucida e consapevole con gli altri, ha imparato ad ascoltare se stessa, i propri bisogni, le proprie necessità, sa cosa vuole, apprezza quello che ha e riconosce la bellezza e l’importanza delle piccole cose.
Come Un’Onda: ripercorre con sana nostalgia il passato e lo lascia abitare serenamente nel suo presente.
Dicembre Lieve: parla di abbandoni lenti e necessari che portano a una catartica liberazione.
La Risalita: ripercorre le tappe più complicate della propria esistenza: quelle del fallimento, della sconfitta e della disillusione. Nel farlo le riconosce proprio come le tappe più significative e necessarie per il suo processo di crescita e rinascita, in una semiosi illimitata che volge ad un’ascesa virtuosa verso la consapevolezza di volersi rinnovare ancora una volta e meglio dell’ultima

0

Katres apre Ermal Meta…una miscela musicalmente esplosiva!

Continua il tour di Katres in apertura ad alcuni concerti di Ermal Meta. Ormai ho deciso è il nuovo video e singolo di Katres. Ormai ho deciso anticipa Araba Fenice, il nuovo disco di inediti della cantautrice napoletana, prodotto da Daniele Sinigallia, in uscita il prossimo autunno per Giungla Dischi.

Katres

Katres

KATRES OPENING ACT DI ERMAL META
22/07 Auditorium Parco della Musica Cavea – Roma
26/07 Teatro di Verdura – Palermo
28/07 Anfiteatro Falcone e Borsellino – Z.Etnea (CT)
29/07 Anfiteatro Costantino Belluscio – Altomonte (CS)
31/07 Piazza Marconi – Limbadi (VV)
04/08 Teatro D’Annunzio – Pescara
16/08 Parco Centrale – Follonica (GR)
18/08 Piazza Del Plebiscito – Ferrandina (MT)
19/08 I Colori dell’Olio – Presicce (LE)
24/08 Riverock Fest – Assisi (PG)
03/09 Sferisferio – Macerata